Agaricus augustus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Agaricus augustus
Agaricus augustus young 20070817w.JPG
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Agaricaceae
Genere Agaricus
Specie A. augustus
Nomenclatura binomiale
Agaricus augustus
Fr., 1838
Caratteristiche morfologiche
Agaricus augustus
Cappello ovoideo disegno.png
Cappello ovoideo
Gills icon.png
Imenio lamelle
Free gills icon2.svg
Lamelle libere
Brown spore print icon.png
Sporata marrone
Ring stipe icon.png
Velo anello
Virante icona.svg
Carne virante
Saprotrophic ecology icon.png
Saprofita
Foodlogo.svg
Commestibile

Agaricus augustus Fr., Epicrisis Systematis Mycologici (Upsaliae): 212 (1838) [1836].

Agaricus augustus 2011 G1.jpg

L'Agaricus augustus (prataiolo maiestoso) è tra le specie di funghi appartenenti al genere Agaricus quello che raggiunge le maggiori dimensioni. Secondo alcuni testi può raggiungere il diametro di 35 cm e superare in altezza i funghi del genere Macrolepiota.

Descrizione della specie[modifica | modifica wikitesto]

Cappello[modifica | modifica wikitesto]

Fino a 30 cm di diametro, inizialmente globoso, poi emisferico-espanso, spesso appianato al centro, carnoso.

Cuticola
bruno giallognola, presto dissociata fuori dal disco in squame e fioccosità spesso concentriche di colore bruno su sfondo biancastro paglierino, ingiallente per sfregamento.

Lamelle[modifica | modifica wikitesto]

Libere, fitte, strette, di colore inizialmente molto chiaro, biancastro negli esemplari immaturi, poi rosa-carnicino, infine bruno-cioccolato in maturità, biancastre negli esemplari immaturi, attenuate alle estremità.

Gambo[modifica | modifica wikitesto]

18 x 3 cm, cilindrico, pieno, robusto, bianco, ingiallente per sfregamento e fioccoso con squame incurvate sotto l'anello, liscio bianco rosato sopra l'anello, spesso ingrossato alla base.

Anello[modifica | modifica wikitesto]

Supero, molto ampio, esternamente areolato squamoso, di colore bianco.

Carne[modifica | modifica wikitesto]

Soda, bianca, bruno rosata alla base del gambo.

  • Odore: intenso di mandorle amare.
  • Sapore: molto gradevole, piuttosto dolce e per questo motivo non da tutti apprezzato.

Microscopia[modifica | modifica wikitesto]

Spore
Spore: 7-9 x 5-6 µm, ellittiche, mono o pluri guttulate, lisce, di colore bruno scuro in massa.
Basidi
tetrasporici, clavati, 20-40 x 7-10 µm.

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Fungo saprofita, predilige terreni acidi ricchi di humus. Cresce dalla primavera all'autunno in boschi e parchi sotto alberi di conifere e latifoglie.

Commestibilità[modifica | modifica wikitesto]

Ottima, anche se non da tutti gradito perché molto dolce.
Molto elevata la resa.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Dal latino augustus, a, um = maestoso, regale, per l'aspetto imponente.

Binomi e sinonimi obsoleti[modifica | modifica wikitesto]

  • Agaricus augustus var. perrarus (Schulzer) Bon & Cappelli, Docums Mycol. 13(no. 52): 16 (1983)
  • Agaricus perrarus Schulzer, Verh. zool.-bot. Ges. Wein 29: 493 (1880)
  • Pratella augusta (Fr.) Gillet, Les Hyménomycètes ou description de tous les champignons (fungi) qui croissent en France (Alençon): 561 (1878)
  • Psalliota augusta (Fr.) Quél., Mém. Soc. Émul. Montbéliard, Sér. 2 5: 255 (1872)
  • Psalliota peronata Massee, Brit. Fung.-Fl. 1: 415 (1892)
  • Psalliota subrufescens sensu J. Lange; fide Checklist of Basidiomycota of Great Britain and Ireland (2005)

Specie simili[modifica | modifica wikitesto]

L'Agaricus augustus è una specie molto variabile e presenta varie forme.

Altre specie vicine, che alcuni ritengono sue varietà, sono:

L'A. augustus può essere confuso con:

Altre specie dello stesso genere, commestibili come:

Altre specie dello stesso genere, leggermente tossiche come:

  • Agaricus xanthodermus, che presenta il viraggio del colore della base del gambo ed un odore simile a quello dell'inchiostro oppure di fenolo.

Esiste la varietà A. augustus var. perrarus (dal latino perrarus = molto raro), simile per le grandi dimensioni, ma che si differenzia dalla specie tipo per il cappello con colori più chiari e le fioccosità molto più fitte e ingiallenti al tocco.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Agaricus augustus in Index Fungorum, CABI Bioscience.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia