You Can't Take It with You (opera teatrale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
You Can't Take It with You
Commedia in tre atti
AutoriMoss Hart
George S. Kaufman
Titolo originaleYou Can't Take It with You
Lingua originaleInglese
Prima assoluta14 dicembre 1936
Booth Theatre (New York)
PremiPremio Pulitzer per la Drammaturgia
Riduzioni cinematograficheL'eterna illusione di Frank Capra (1938) You Can't Take It with You di Paul Bogart (1979)
 

You Can't Take It with You è una commedia dei drammaturghi statunitensi George S. Kaufman e Moss Hart, debuttata a Broadway nel 1936. La piece si rivelò un grande successo: rimase in scena per 838 repliche a New York, vinse il Premio Pulitzer per la Drammaturgia e fu riadattato da Frank Capra nel film L'eterna illusione, che vinse l'Oscar al miglior film e al miglior regista.[1]

Dalla commedia è stata tratta anche l'omonimo film televisivo diretto da Paul Bogart (1979) e la serie televisiva andata in onda per 24 puntate dal 1987 al 1988.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nonno Vanderhof e la sua stravagante famiglia, i Sycamore, vivono una vita eccentrica alla Columbia University di New York. Gli hobbies dei membri della figlia includono collezionare serpenti, fabbricare fuochi d'artificio, fare lezioni di danza classica e scrivere centinai di opere teatrali mai inscenate. Cose come trovarsi un lavoro e pagare le tasse non hanno alcun interesse per loro, ma le cose devono cambiare. La giovane Alice Sycamore infatti si fidanza con il vicedirettore della compagnia per cui lavora, Tony Kirby, e l'intera famiglia Vanderhof-Sycamore deve rendersi presentabile per conoscere i futuri suoceri di Alice. Il piano di Alice va in fumo quando i Kirby arrivano in anticipo e trovano la famiglia della nuova in tutto il suo folle fulgore: la cena finisce decisamente sopra l'arrivo, con tutti gli invitati sotto arresto ed Alice che rompe il fidanzamento. Nonno Vanderhof allora parla a Kirby dell'importanza di vivere la vita al massimo, il ragazzo accetta il consiglio e sposa Alice nel buffo lieto fine.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN176576616
Teatro Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro