Wicked City - La città delle bestie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Wicked City - La città delle bestie
La città delle bestie incantatrici.jpg
Titolo originale妖獣都市
Yōjū toshi
Lingua originalegiapponese
Paese di produzioneGiappone
Anno1987
Durata82 min
Rapporto4:3
Genereanimazione, orrore, erotico
RegiaYoshiaki Kawajiri
SoggettoHideyuki Kikuchi (romanzo)
SceneggiaturaKisei Chō
ProduttoreKenji Kurata, Makoto Seya
Casa di produzioneMadhouse, Japan Home Video
Distribuzione in italianoPolyGram Video
FotografiaHitoshi Yamaguchi, Minoru Fujita
Effetti specialiKaoruko Tanifuji
MusicheOsamu Shōji
Art directorKazuo Oga
Character designYoshiaki Kawajiri
AnimatoriAkio Sakai, Kengo Inagaki, Kunihiko Sakurai, Makoto Ito, Masaki Takei, Nobumasa Shinkawa, Nobuyuki Kitajima, Reiko Kurihara, Takuo Noda, Yasuhiro Seo, Yutaka Okamura
SfondiKaoru Honma, Katsushi Aoki, Kyoko Naganawa, Masaki Yoshizaki, Naomi Sakimoto, Yamako Ishikawa, Yoko Nagashima, Yūji Ikezaki
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Ridoppiaggio (2002)

Wicked City - La città delle bestie (妖獣都市 Yōjū toshi?) è un film d'animazione giapponese del 1987, diretto da Yoshiaki Kawajiri e tratto da un romanzo di Hideyuki Kikuchi. Il film è stato distribuito anche coi titoli La città delle bestie e La città delle bestie incantatrici.

Il romanzo è anche stato trasposto in un film live action nel 1992 diretto da Tai Kit Mak con la collaborazione alla sceneggiatura e alla produzione di Tsui Hark.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I protagonisti: Renzaburo Taki e Makie.

Da millenni tra la razza umana e quella dei mostri del "Lato Oscuro" vi è uno scontro segreto. Dopo infiniti disastri causati da questa guerra, i membri più illuminati delle due razze hanno deciso di stipulare un trattato di pace. Ma ormai il trattato sta per scadere, ed alcuni membri del "lato oscuro" non desiderano che venga rinnovato. Per firmare un nuovo trattato viene richiamato dall'Italia il vecchio Giuseppe Maiato, il più importante ambasciatore della razza umana, l'unico in grado di portare a buon fine la missione.

Per proteggere il vecchio dagli attentati di chi non vuole la pace, vengono scelte due esperte guardie del corpo: l'umano Renzaburo Taki e la bellissima Makie, appartenente alla razza del "Lato Oscuro". Le donne del "Lato Oscuro", mostri in sembianze umane, hanno un effetto conturbante sugli uomini: Makie non fa eccezione e Taki si rende presto conto di essersi innamorato di lei.

Sigla[modifica | modifica wikitesto]

La sigla finale Hold me in the shadow, musica di Osamu Shōji, è interpretata da Hitomi Tōyama.

Riferimenti in altre opere[modifica | modifica wikitesto]

La sequenza dell'aeroporto, in cui Taki si ritrova a combattere contro due demoni celati dal loro aspetto umano, vestiti in giacca e cravatta, è stata ripresa in seguito nell'albo nº 22 di Nathan Never, intitolato Demoni, scritto dal creatore della serie, Antonio Serra, e disegnato da Pino Rinaldi (con correzioni di Michele Pepe[1]). La sequenza è pressoché identica, fatta eccezione per il sesso di uno dei mostri: nel film si tratta di due uomini; nel fumetto, invece, ad attaccare Nathan sono un uomo e una donna. Della citazione (o plagio) di un'intera sequenza Pino Rinaldi ha dichiarato di non esserne stato al corrente; e, in effetti, molte vignette dell'albo sono stare ridisegnate in redazione da Michele Pepe.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]