Madhouse (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Madhouse, Inc.
株式会社 マッドハウス
Logo
StatoGiappone Giappone
Forma societariaKabushiki-gaisha
Fondazione17 ottobre 1972
Fondata daMasao Maruyama
Sede principaleNakano (Tokyo)
GruppoNippon Television
Persone chiaveMasahiro Takahashi (presidente)[1]
SettoreAnimazione
ProdottiAnime
Dipendenti70[2]
Sito webwww.madhouse.co.jp

Madhouse (株式会社 マッドハウス Kabushiki-gaisha Maddohausu?) è uno studio di animazione giapponese fondato il 17 ottobre 1972. Ha una filiale, Madbox Co., Ltd., specializzata in computer grafica.

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome dello studio è l'acronimo dei nomi di tre dei quattro fondatori (manca il nome di Yoshiaki Kawajiri): MAruyama Dezaki Hayashi OsamU ShigEyuki.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Madhouse è di sicuro uno degli studi con la maggior fama nel settore dell'animazione, sia tra gli esperti della materia sia tra gli spettatori occasionali.

Nel 1972 la storica Mushi Production fondata da Osamu Tezuka andò incontro al suo fallimento inesorabile, questo diede modo ai talenti dello studio di creare nuovi studi di animazione. Tra questi novelli studi figurava anche Studio Madhouse. Quest'ultimo nasce dalle ambizioni di Osamu Dezaki, Rintarō, Yoshiaki Kawajiri e del produttore Masao Maruyama. Yutaka Fujioka ha anche sostenuto lo studio all'inizio, la maggior parte dei loro lavori precedenti sono stati co-prodotti con Tokyo Movie.

Madhouse pre-2011[modifica | modifica wikitesto]

Fra gli anni ottanta e i primi anni novanta, il periodo del boom degli anime dopo le difficoltà economiche dei decenni precedenti, la compagnia si è dedicata al mercato degli OAV, distinguendosi per l'impressionante direzione artistica e per le tecniche di regia d'avanguardia del suo staff. Fu in particolare l'apporto di Maruyama e la sua supervisione a rendere possibile la nascita degli svariati progetti che resero famoso lo studio in quegli anni.

Durante la fine degli anni novanta e durante gli anni duemila si sono concentrati su serie d'autori come Yoshiaki Kawajiri, Satoshi Kon, Sunao Katabuchi e Mamoru Hosoda, oltre a dare spazio ad intriganti creatori come Mitsuo Iso, Masaaki Yuasa e Takeshi Koike, anche adattando in anime anche i manga più di nicchia come Kaiji. Lo studio è stato grandemente elogiato durante tutto il 2000 anche per il suo continuo incitamento alle abilità registiche di personale particolarmente dotato come Hiroshi Hamasaki, Tetsuro Araki, Masayuki Kojima, Sayo Yamamoto. I nomi più importanti del mondo dell'animazione si erano radunati sotto uno stesso tetto; Madhouse era letteralmente il centro dell'animazione di qualità di quegli anni. D'altra parte è bene far notare che una buona parte delle loro serie sono state oggetto di outsourcing allo studio coreano DR. Movie. Diversi studi di animazione (tra cui anche Madhouse) sono riuscite a rimanere in attività incrementando il numero dei lavoratori freelance e aumentando il lavoro di esternalizzazione all'interno delle loro produzioni.

Madhouse post-2011[modifica | modifica wikitesto]

La caduta cominciò già nel 2010, il 24 agosto di quell'anno Satoshi Kon morì per un cancro al pancreas, lasciando il suo ultimo film incompleto. Nonostante il regista avesse detto al suo staff di non curarsi troppo del completamento del film, Maruyama non volle ascoltarlo. Sempre nel 2010, dopo il fallimento e il buy-out di NTV dello studio, lo staff ha iniziato a fuggire dallo studio in un esodo di massa per la cattiva gestione. Dei loro quattro fondatori l'unico che rimase in studio fu Yoshiaki Kawajiri: Shigeyuki Hayashi si è ritirato nel 2012; Osamu Dezaki è morto nel 2011; Masao Maruyama ha fondato MAPPA nel 2011 e poi M2 nel 2016.[3] In seguito molto altri membri dello staff lasciarono lo studio.

Tutte le varie personalità che avevano reso Madhouse famoso non c'erano più e andarono a lavorare presso altri studi (Yuasa, Araki, Hamazaki Kojima, Nishimura, Maruyama), crearono nuovi studi (Hosoda e lo stesso Yuasa più avanti) o furono addirittura licenziati (come nel caso di Koike), altri divennero freelance.

La serie di Hunter x Hunter del 2011 si è dimostrata una produzione di successo ma le altre serie prodotte in quel periodo dallo studio lasciavano molto a desiderare contenutisticamente e registicamente. La prima serie di One-Punch Man è in collaborazione con lo staff dello studio Bones contattato dal regista della serie, Shingo Natsume.

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Madhouse ha collaborato con Square Enix per l'OAV Last Order: Final Fantasy VII, con lo Studio Ghibli per il lungometraggio Il castello errante di Howl e con lo studio Rebel Base per parte dell'animazione della seconda serie animata di The Boondocks. Madhouse ha inoltre realizzato la sequenza introduttiva del videogame Wild Arms e ha collaborato con Studio MAPPA per la serie animata Takt op. Destiny

Elenco delle serie e dei film[modifica | modifica wikitesto]

1978-1989[modifica | modifica wikitesto]

1990-1999[modifica | modifica wikitesto]

2000-2009[modifica | modifica wikitesto]

2010-2019[modifica | modifica wikitesto]

2020-2029[modifica | modifica wikitesto]

2020

2021

2022

TBA


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sito ufficiale Madhouse.
  2. ^ Corporate oprofile, su madhouse.co.jp. URL consultato il 2 maggio 2016.
  3. ^ a b (ES) ronsnowit, A Guide To Anime Studios – First Part, su AnimeStyle, 14 giugno 2019. URL consultato il 18 agosto 2019.
  4. ^ (EN) A Place Further Than the Universe Reveals More Cast, January 2 Premiere Date, su animenewsnetwork.com, Anime News Network, 13 dicembre 2017. URL consultato il 26 dicembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN256717690 · NDL (ENJA01172751 · WorldCat Identities (ENviaf-256717690