Un bicchiere di rabbia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un bicchiere di rabbia
Un bicchiere di rabbia.jpg
I due protagonisti in una scena del film
Titolo originaleUm copo de cólera
Lingua originaleportoghese
Paese di produzioneBrasile
Anno1999
Durata70 min
Generedrammatico, erotico
RegiaAluizio Abranches
Soggettobasato sull'omonimo romanzo di Raduan Nassar
SceneggiaturaAluizio Abranches, Flávio R. Tambellini
ProduttoreFlávio R. Tambellini
Casa di produzioneRavina Filmes
Distribuzione in italianoTeodora Film
FotografiaPedro Farkas
MontaggioIdê Lacreta
MusicheAndré Abujamra
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Un bicchiere di rabbia (Um copo de cólera) è un film del 1999 diretto da Aluizio Abranches. Opera prima che segna il debutto cinematografico del regista brasiliano, il film è basato sull'omonimo romanzo breve scritto da Raduan Nassar.[1][2]

I due attori protagonisti, Alexandre Borges e Júlia Lemmertz, molto noti in Brasile, all'epoca erano sposati nella vita reale.[1][3]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una donna, poco più che trentenne, intreccia una relazione con un uomo suo coetaneo. Lui è un proprietario terriero benestante, conservatore e individualista dal carattere istintivo e viscerale, che vive di rendita dopo essersi ritirato nella sua fazenda alle porte di San Paolo; lei è una giornalista progressista piena di utopie e dal carattere più razionale. I due si incontrano all'interno della fazenda e passano una focosa notte d'amore. La mattina dopo un episodio apparentemente di poco conto, ovvero il fatto che delle formiche stanno aprendo un altro varco nella siepe, sconvolge l'uomo a tal punto da innescare una lite furibonda con la sua amante. Tutte le diversità tra i due adesso affiorano violentemente, con scambio di accuse e insulti reciproci che culminano con l'allontanamento della donna che viene anche schiaffeggiata.

I due protagonisti, così profondamente diversi fra loro, sono in realtà l'un l'altro complementari e destinati a riunirsi nuovamente nella loro passionale carnalità.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Un bicchiere di rabbia, alla sua uscita nel 1999, venne presentato alla 24ª edizione del Toronto International Film Festival nella sezione "Scoperta" e al Festival internazionale del cinema di Berlino nella sezione "Panorama".[4][5]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 il film ha ricevuto 6 candidature al Grande Prêmio Cinema Brasil nelle seguenti categorie: miglior film, migliore attrice, miglior lancio, colonna sonora, montaggio e fotografia.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Un bicchiere di rabbia, su il Morandini. URL consultato il 6 giugno 2014.
  2. ^ Raduan Nassar, Un bicchiere di rabbia, Einaudi, 2002, ISBN 978-88-06-15692-3.
  3. ^ Stefano Coccia, UN BICCHIERE DI RABBIA, su spietati.it. URL consultato il 6 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2014).
  4. ^ (EN) 24th Toronto International Film Festival Coverage: List of Films, su digitalhit.com. URL consultato il 6 giugno 2014.
  5. ^ (EN) Programme 1999, su berlinale.de. URL consultato il 6 giugno 2014.
  6. ^ (EN) Un bicchiere di rabbia - Awards, su imdb.com, Internet Movie Database. URL consultato il 6 giugno 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]