Turda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Turda
comune
Turda – Stemma
Turda – Veduta
8
Localizzazione
StatoRomania Romania
RegioneWappen Großfürstentum Siebenbürgen.png Transilvania
DistrettoActual Cluj county CoA.png Cluj
Territorio
Coordinate46°34′N 23°47′E / 46.566667°N 23.783333°E46.566667; 23.783333 (Turda)Coordinate: 46°34′N 23°47′E / 46.566667°N 23.783333°E46.566667; 23.783333 (Turda)
Altitudine315 m s.l.m.
Superficie91,56 km²
Abitanti57 424 (2009)
Densità627,17 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale401000
Fuso orarioUTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Romania
Turda
Turda
Sito istituzionale

Turda (in ungherese Aranyostorda, in tedesco Thorenburg) è un municipio rumeno di 57 424 abitanti, al 2009,[1] ubicato nel distretto di Cluj, nella regione storica della Transilvania.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Potaissa dei romani in rovine

Il comune sorge nel luogo dove anticamente vi era l'antica Dierna dei Daci, poi, sotto l'Impero romano venne edificata la fortezza legionaria di Potaissa dove fu insediata , a partire dal 168, durante il periodo delle guerre marcomanniche, la Legio V Macedonica sotto Marco Aurelio.

In questa regione i romani trovarono miniere di sale. All'inizio del Regno d'Ungheria venne scoperta la miniera di sale di Torda. La prima menzione si ha con dei diplomi scritti in latino, nel 1075, al tempo del re Géza I d'Ungheria i diplomi menzionano i nomi geografici in lingua ungherese di Torda e Aranyos. Più tardi, Torda divenne centro amministrativo e di comando per tutte le miniere di sale della Transilvania. All'inizio del XI Secolo inizià la costruzione del Castello di Torda, i cui resti sono attualmente visibili. Nel 1241 e nel 1285 la località venne distrutta dai mongoli. Nel 1289, Ladislao IV d'Ungheria donò ai Siculi la terra per il castello Aranyos, e quindi fu fondata la località di Aranyosszék. Fu menzionato per l'ultima volta nel 1508; ora non c'è più alcuna traccia.

Nel 1463 venne qui tenuto il primo parlamento ungherese, mentre nel 1505 il parlamento ha esteso le tre nazioni nel sindacato[2]. Il 20 dicembre 1542, presso l'Assemblea Nazionale venne riconosciuto Giovanni II d'Ungheria principe della Transilvania e della regione dell'Ungheria orientale, il Partium. Nel 1557 il principe venne riconosciuto sia dalle chiese protestanti che dal Parlamento. Nel 1568 venne poi emesso dal Giovanni II , l’Editto di Torda, sulla tolleranza religiosa, uno dei primi di tutta la storia dell'Europa occidentale, successivo di poco alla Pace di Cavour.

Nel 1601, i protestanti si rifugiarono nella chiesa gotica di Újtorda per sottrarsi dall'esercito di Giorgio Basta, ma le pareti furono distrutte e le persone massacrate. L'esercito imperiale vicino alla città batté il voivoda Michele il Coraggioso. Nel 1974 sul sito della battaglia venne costruito il monumento di Michele.

Nel 1614, Gabriele Bethlen donò il villaggio abbandonato ai minatori di sale dove riprese l'estrazione del sale.

Ad Alba Iulia, nel 1665, l'Assemblea Nazionale ha dichiarato Turda a città nobile. Nel 1848 vennero ufficialmente aboliti gli status di "città nobili" in tutta la Transilvania.

Nel 1714, il Conte Mihály Mikes decise di fondare a Turda, l'Ordine di San Paolo primo eremita.

Nel 1910, la popolazione era composta da 15 167 abitanti, di cui 9 674 magiari, 3 389 tra rumeni e tedeschi. Dopo il Secondo arbitrato di Vienna la maggior parte della popolazione ungherese si trasferí a Cluj.

Nel 1944, nei pressi della città avvenne una sanguinosa battaglia, la Battaglia di Torda, tra gli eserciti tedesco-ungherese-rumeno e sovietico. Durante il conflitto, per un intero mese, le truppe ungheresi-tedesche impedirono l'avanzata dei sovietici.

Nel 2011, la popolazione era composta da 47 744 abitanti, di cui 36 785 romeni, 3 905 ungheresi, 2 603 rom e 35 tedeschi. 4 416 persone non indicarono l'etnia.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Turda[3]
Anno Totale Ungheresi Romeni
1910 15 167 69,4% 27,6%
1920 16 692 62,0% 31,3%
1930 21 428 52,7% 39,0%
1941 32 170 22,1% 70,5%
1956 35 606 20,6% 74,6%
1966 44 980 16,9% 81,2%
1977 55 294 14,0% 83,7%
1992 61 200 11,6% 87,4%
2002 55 887 10,0% 84,0%
2011 47 744 8,18% 77,04%

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Edifici di rilievo[modifica | modifica wikitesto]

Parrocchia riformata da dove Sándor Petőfi si e trovato con sua moglie per l'ultima volta
Il testo della placca commemorativa
L'entrata della miniera di sale
  • Rovine della fortezza di Potaissa
  • Chiesa cattolica
  • Chiesa calvinista di Ótorda
  • Chiesa calvinista di Újtorda
  • Museo della miniera di Torda alla camera di miniera
  • Municipio neorinascimentaleNeoreneszánsz
  • Casa di Ioan Rațiu
  • Statua di Ioan Rațiu
  • Memoriale della congregazione di Maria
  • Miniera di sale
  • Terme di sale
  • La placca sulla parete della parrocchia calvinista, dove Sándor Petőfi si trovava per l'ultima volta sua moglie ed il suo figliolo. Sul cortile si vedono le statue del poeta e della moglie.

Comunicazione[modifica | modifica wikitesto]

Cultura, istruzione pubblica[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ popolazione al 2009 (XLS), su insse.ro. URL consultato il 19 febbraio 2010.
  2. ^ Non è chiaro.
  3. ^ (HU) Varga E. Árpád - Statistici etnice şi confesionale pentru Transilvania

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN239531227 · GND (DE4231906-7 · BNF (FRcb13187464f (data)
Romania Portale Romania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Romania