Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Tōyō Mitsunobu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Toyo Mitunobu)

Tōyō Mitsunobu (光延 東洋 Mitsunobu Tōyō?) (9 ottobre 18978 giugno 1944) è stato un contrammiraglio della Marina imperiale giapponese, impiegato in Italia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il giorno 8 giugno 1944 stava andando a Merano per una Conferenza navale dell'"Asse" insieme al suo assistente Yamanaka. A Pianosinatico (vicino al passo dell'Abetone), lungo la "Linea Gotica", la sua automobile fu fermata dalla formazione partigiana XI Zona Patrioti, comandata da Manrico Ducceschi ("Pippo"). Fu ucciso durante il suo tentativo di fuga: l'operazione portò al ritrovamento di molti importanti documenti riguardanti la zona di guerra dell'Oceano Pacifico, che permisero, più tardi, importanti azioni per la vittoria finale delle forze armate degli Stati Uniti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo Francovich, Relazioni sull'attività militare svolta dalle formazioni patriottiche operanti alle dipendenze del Comando XI Zona dell'Esercito di Liberazione Nazionale, in Il Movimento di Liberazione in Italia - Rassegna Bimestrale di Studi e Documenti, a cura dell'Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia, nn. 44-45, Milano 1956-57, pag. 45.
  • Giorgio Petracchi, Al tempo che Berta filava - Alleati e patrioti sulla Linea Gotica (1943-1945)", Mursia Editore, Milano 1995, pagg. 108-113.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN56577198