Torre di San Pancrazio (Ansedonia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Torre di San Pancrazio
Ansedonia02.jpg
Panorama con la Torre di San Pancrazio sullo sfondo
StatoBandera de Siena.png Repubblica di Siena
Stato attualeItalia Italia
RegioneToscana
CittàAnsedonia
Coordinate42°24′29.32″N 11°16′51.29″E / 42.408144°N 11.280914°E42.408144; 11.280914Coordinate: 42°24′29.32″N 11°16′51.29″E / 42.408144°N 11.280914°E42.408144; 11.280914
Mappa di localizzazione: Italia
Torre di San Pancrazio (Ansedonia)
Informazioni generali
TipoTorre costiera
Inizio costruzioneXV secolo
CostruttoreBandera de Siena.png Repubblica di Siena
Informazioni militari
Funzione strategicadifesa, avvistamento
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

La Torre di San Pancrazio si trova sul promontorio di Ansedonia, nel comune di Orbetello, in una posizione a picco sul mare all'interno di un complesso privato.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La torre venne costruita nel Cinquecento dai Senesi e poi potenziata Spagnoli per rafforzare il sistema difensivo costiero dello Stato dei Presidi.

La fortificazione ha svolto funzioni di avvistamento, di difesa ed offesa fino agli inizi dell'Ottocento, epoca in cui iniziò la graduale dismissione a seguito dell'annessione dell'intero territorio al Granducato di Toscana.

Nel corso del secolo scorso, la torre è rimasta inglobata all'interno di un complesso privato, trovandosi adesso quasi addossata a edifici di epoca più recente.

Aspetto attuale[modifica | modifica wikitesto]

La Torre di San Pancrazio si presenta a sezione circolare, con possente basamento a scarpa cordonato. La porta di accesso si trova al piano rialzato, sopra il cordone del basamento, ed è raggiungibile attraverso una rampa di scale esterna munita di ponte levatoio finale.

Le pareti scialbate presentano alcune finestrelle che si aprono ad altezze diverse, mentre la parte alta risulta priva di coronamenti sommitali.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Aldo Mazzolai, Guida della Maremma. Percorsi tra arte e natura, Le Lettere Firenze, 1997;
  • Giuseppe Guerrini (a cura di), Torri e Castelli della Provincia di Grosseto (Amministrazione Provinciale di Grosseto), Nuova Immagine Editrice Siena, 1999.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]