Timidina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Timidina
Desoxythymidin.svg
Thymidine 3D ball.png
Nome IUPAC
1-[(2R,4S,5R)-4-idrossi-5-(idrossimetil)ossolan-2-il]-5-metilpirimidin-2,4-dione
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C10H14N2O5
Massa molecolare (u) 242,22856
Aspetto solido bianco
Numero CAS 50-89-5
Numero EINECS 200-070-4
PubChem 5789
DrugBank DB04485
SMILES CC1=CN(C(=O)NC1=O)[C@H]2C[C@@H]([C@H](O2)CO)O
Proprietà chimico-fisiche
Solubilità in acqua 50 mg/mL
Coefficiente di ripartizione 1-ottanolo/acqua −0,93
Temperatura di fusione 186,5 °C
Proprietà tossicologiche
LD50 (mg/kg) 2512 mg/Kg
Indicazioni di sicurezza
Frasi H ---
Consigli P ---[1]

La timidina, chiamata anche deossitimidina, ribosiltimidina o timina deossiriboside, è un nucleoside formato da uno zucchero pentoso (D-ribosio o 2-desossi-D-ribosio) e dalla timina, una base azotata pirimidinica.

Struttura e proprietà[modifica | modifica wikitesto]

La timidina, composta da una molecola deossiribosio legata alla timina, è molto simile alla citidina e all'uridina (presente nell'RNA).

La timidina può essere fosforilata con uno, due o tre gruppi fosfato, originando rispettivamente TMP, TDP o TTP (timidina mono— di— o tri— fosfato).

È presente in forma solida in piccoli cristalli oppure come polvere bianca cristallina.

La stabilità della timidina in condizioni di temperatura e pressione standard è molto alta.

La timidina è un composto presente in tutti gli organismi viventi: costituisce il 25% circa del DNA. Nell'RNA non è presente la timidina; al suo posto viene utilizzata l'uridina

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Timidina (PDF), su Sigma-Aldrich. URL consultato l'8 settembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]