Ti ho sempre amato!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ti ho sempre amato!
Paese di produzioneItalia
Anno1953
Durata100 min
Dati tecnicibianco e nero
Generedrammatico, sentimentale
RegiaMario Costa
SoggettoEnrico Ragusa, da una sua commedia
SceneggiaturaAlberto Albani Barbieri, Leo Benvenuti, Alessandro Ferraù, Giuseppe Mangione
ProduttoreCarlo Salsano
Produttore esecutivoGuido Giambartolomei
Casa di produzioneRoyal Film, Rizzoli Film
Distribuzione in italianoDear Film
FotografiaTonino Delli Colli
MontaggioOtello Colangeli
MusicheCarlo Rustichelli, dirette da Franco Ferrara
ScenografiaVirgilio Marchi
CostumiElio Costanzi, Marilù Carteny
TruccoAndrea Riva
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Ti ho sempre amato! è un film del 1953, diretto da Mario Costa.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un possidente ama una brava ragazza, ma viene irretito da un'altra donna più ricca che mira in realtà ai suoi patrimoni. Questa riuscirà temporaneamente a far allontanare i due giovani ma l'uomo fa capire alla sua fidanzata che il suo è vero amore; comprende di essere stato vittima di un raggiro e porterà all'altare la donna che amava da sempre.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, ascrivibile al filone drammatico-sentimentale, comunemente detto strappalacrime (in seguito indicato dalla critica come neorealismo d'appendice), molto popolare tra il pubblico italiano in quegli anni, venne girato per gli esterni nelle città di Bracciano e Trevignano Romano.

Iscritto al Pubblico registro cinematografico della S.I.A.E. con il n. 1.335, venne presentato alla Commissione di Revisione Cinematografica, presieduta da Teodoro Bubbio, il 19 novembre 1953 e ottenne il visto di censura n. 15.464 del 30 novembre 1953, con una lunghezza della pellicola accertata di 2.685 metri[1].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film venne distribuito nel circuito cinematografico italiano il 9 dicembre del 1953.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola incassò 383.000.000 di lire dell'epoca.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Come si evince dal documento originale del visto di censura tratto dal sito Italia Taglia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema