Jacques Sernas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jacques Sernas nel 1971

Jacques Sernas, noto anche con lo pseudonimo di Jack Sernas (Kaunas, 30 luglio 1925Roma, 3 luglio 2015[1]), è stato un attore e sceneggiatore lituano naturalizzato francese, attivo dagli anni quaranta nel cinema ed in televisione. In lingua lituana il suo nome è Jurgis Šernas.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del resistente lituano Jokūbas Šernas (che è stato uno dei firmatari nel 1918 dell'atto d'indipendenza della Lituania), Sernas, rimasto orfano all'età di un anno, si trasferì in Francia con la madre, che qui si risposò. Dopo aver studiato per qualche tempo medicina, lasciò gli studi per avvicinarsi al mondo dello spettacolo. Poco più che quindicenne, quando la Francia fu invasa dalla Germania nazista, fece parte del movimento partigiano di resistenza[2]. Venne anche arrestato e condotto nel campo di concentramento di Buchenwald da dove uscirà solo grazie alla liberazione degli alleati. Riprende gli studi in medicina e per mantenersi svolge diversi lavori tra gli altri corrispondente per il giornale Combat durante il processo di Norimberga.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Fra la fine degli anni quaranta e l'inizio degli anni settanta è stato molto attivo nel cinema italiano dove la sua notorietà è stata sostenuta anche dall'interpretazione di diversi fotoromanzi pubblicati sul settimanale Grand Hotel.

Sernas debutta nel film Maschera di sangue (1947) di Raymond Lamy, al fianco del grande Jean Gabin e, pochi mesi più tardi, interpreta il suo primo ruolo da protagonista in Gioventù perduta (1947) di Pietro Germi, ottenendo un importante riconoscimento, il Nastro d'Argento. Negli anni cinquanta è particolarmente attivo in Italia, imponendosi come uno dei maggiori interpreti di film peplum e, genericamente, di avventura o in costume. Fra i suoi principali film figurano Cuori sul mare (1950), Gli angeli del quartiere (1952), Terra straniera (1954), Elena di Troia (1956), nel ruolo di Paride, Pia de' Tolomei (1958), Vite perdute (1958), Salambò (1959), La prima notte (1959), Un amore a Roma (1960), Romolo e Remo (1961), Maciste contro il vampiro (1961), Il figlio di Spartacus (1962), Per pochi dollari ancora (1966), American secret service: cronache di ieri e di oggi (1968), La pelle (1981), L'avaro (1989).

Ha lavorato anche per la televisione: negli anni ottanta ha condotto su Raitre il programma educativo Una lingua per tutti: il francese; nel 1996 ha recitato in un episodio della fiction Il maresciallo Rocca intitolato Violenza privata, interpretando il ruolo del losco Hans Bitosso; inoltre ha interpretato il ruolo del Cardinale Maurice Feltin nella miniserie TV Papa Giovanni, e quello di Monsignor Paul Marcinkus nella miniserie Papa Luciani - Il sorriso di Dio. Da ricordare anche la sua partecipazione alla serie di telefilm Il triangolo rosso (1969) nella parte di un ufficiale della polizia stradale.

Muore quasi novantenne nella sua casa romana il 3 luglio 2015[3].

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Lorella De Luca e Jacques Sernas nel film Nel segno di Roma (1959) di Guido Brignone

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Rinaldi in Gioventù perduta, Il cielo è rosso, Cuori sul mare, Camicie rosse, Amarti è il mio peccato, Altair, La Venere di Cheronea, La prima notte, Maciste contro il vampiro, Elena di Troia, Dieci canzoni d'amore da salvare, Cento anni d'amore
  • Gianfranco Bellini in I figli non si vendono (solo nel ruolo del padre), Maddalena, Romolo e Remo, Il figlio di Spartaco, Il giorno più corto
  • Gualtiero De Angelis in Il mulino del Po, Il falco rosso, Il lupo della Sila
  • Pino Locchi in I figli non si vendono (solo nel ruolo del figlio), Nel segno di Roma, Un amore a Roma
  • Giulio Panicali in Fanciulle di lusso, Ti ho sempre amato!, Le notti di Lucrezia Borgia
  • Nando Gazzolo in Vite perdute, Orazi e Curiazi
  • Emilio Cigoli in La regina dei Tartari
  • Achille Millo in Clandestino a Trieste
  • Giancarlo Maestri in F.B.I. operazione Baalbeck
  • Renato Cortesi in L'avaro
  • Gianni Bonagura in Per pochi dollari ancora
  • Luciano De Ambrosis in L'ultimo sapore dell'aria
  • Cesare Barbetti in La battaglia di Corinto

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ GR1 Rai ore 13
  2. ^ Vedi: (FR) 2005, Intervista a torchiefalsh.com
  3. ^ Addio Jacques Sernas, amava il Villaggio, su fregeneonline.com. URL consultato il 20 agosto 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN224844526 · LCCN: (ENno2010106568 · ISNI: (EN0000 0003 6295 3854 · GND: (DE1062468694 · BNF: (FRcb14043708z (data)