The Unfunnies

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Unfunnies
fumetto
Titolo orig. The Unfunnies
(The Unfunnies)
Lingua orig. inglese
Paese U.S.A:
Autore Mark Millar
Disegni Anthony Williams
Editore Avatar Press
1ª edizione gennaio 2004 – ottobre 2007
Periodicità irregolare
Albi 4 (completa)
Genere horror

The Unfunnies è una miniserie di fumetti horror a quattro numeri creata da Mark Millar e Anthony Williams. Il fumetto è disegnato con uno stile che ricorda i cartoni animati della Hanna-Barbera e racconta la storia di un mondo a fumetti andato a male. La trama intreccia varie storie che si incontrano alla fine.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La storia inizia con la famiglia Il Corvo che guarda la TV. Improvvisamente fa irruzione a casa loro la polizia, che arresta Moe Il Corvo per possessione di pedo-pornografia. Si vedrà che il crimine e la depravazione si sono improvvisamente diffusi nel mondo a fumetti e nessuno sa cosa stia succedendo. In prigione, Moe dice a sua moglie Birdseed Betty che stava ricevendo delle E-Mail da un misterioso individuo chiamato Troy Hicks, che gli stava proponendo di scambiare il suo posto con lui in cambio di pedo-pornografia e Moe aveva rifiutato.

Nel corso della storia, sempre più personaggi si ritrovano in situazioni che non riescono a spiegarsi mentre lo sceriffo Dribble indaga sulla faccenda. Una volta scoperto che gli strani avvenimenti sono connessi a un pinguino di nome Frosty Pete, Dribble e i suoi uomini si confrontano con lui in una chiesa.

Frosty dice ai poliziotti che non possono fermarlo, perché è in realtà Troy Hicks, e stava controllando il mondo a fumetti per tutto il tempo. Hicks era un disegnatore, autore del fumetto The Funnies. È stato accusato di 8 uccisioni di bambini. Sua moglie voleva un figlio e si è data alla prostituzione dopo il suo arresto. Spiegò a Dribble che dopo il suo ultimo appello fu respinto, decise di disegnare di nuovo il suo mondo, in modo da poter vivere in eterno e fare quello che gli pare senza conseguenze. Ha mandato delle E-Mail ai suoi personaggi sperando che, in cambio di sesso e fama, avrebbero preso il suo posto nel mondo reale, e a farlo fu il vero Frosty Pete. Dopodiché, Hicks dimostrò i suoi poteri fermando i proiettili dei poliziotti per poi ucciderli.

Alla fine della serie, si vede il vero Frosty Pete, nel mondo reale, che viene portato alla camera a gas, mentre Troy Hicks, dopo aver ucciso e fatto del male a vari personaggi, se ne va insieme al figlio di Sally Gator in passeggino.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]