The Mothman Prophecies - Voci dall'ombra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Mothman Prophecies - Voci dall'ombra
The Mothman Prophecies - Vоci dall'ombra.png
Una scena del film
Titolo originaleThe Mothman Prophecies
Paese di produzioneUSA
Anno2002
Durata119 min
Rapporto2,35 : 1
Generethriller, fantastico, orrore
RegiaMark Pellington
SoggettoJohn Keel
SceneggiaturaRichard Hatem
FotografiaFred Murphy
MontaggioBrian Berdan
MusicheTomandandy
ScenografiaRichard Hoover, Diana Stoughton
CostumiTommy Boyer, Monte Cholmeley-Jones, Diane Collins, Christopher Peterson, Susan Lyall
TruccoLuAnn Claps, Mindy Hall, Roderick R. Carter, Patty Bell
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Mothman Prophecies - Voci dall'ombra (The Mothman Prophecies) è un film del 2002 diretto da Mark Pellington, tratto dall'omonimo romanzo scritto da John Keel nel 1975 e ispirato a fatti accaduti nel 1967 e basati sulla leggenda dell'uomo falena.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La vita perfetta di John Klein, brillante giornalista del Washington Post cambia drammaticamente dopo la morte di sua moglie Mary a causa di un raro tumore cerebrale diagnosticatole dopo controlli clinici eseguiti in seguito a un incidente stradale avvenuto una sera proprio nei pressi di casa. L'uomo, che al momento dell'incidente era in macchina con lei, è anche angosciato per alcuni strani disegni fatti dalla donna prima di morire e per una domanda ripetuta dalla moglie: "L'hai visto?". Un paio d'anni dopo John riesce a voltare pagina tuffandosi nel lavoro e accettando un posto in Virginia. Durante il tragitto, senza sapere come, si ritrova nella cittadina di Point Pleasant dove conosce la poliziotta Connie Mills che gli racconta che il posto è teatro di angoscianti visioni di un uomo simile a una falena che lascia messaggi codificati. Klein collega la misteriosa entità ai disegni fatti da Mary e così comincia a decifrare i messaggi dell'essere sconosciuto che predicono un'imminente tragedia.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è basato sugli eventi che si sarebbero verificati tra il novembre 1966 e il dicembre 1967 a Point Pleasant, Virginia Occidentale, luogo dove sarebbe stata avvistata una misteriosa creatura, chiamata Uomo falena.[1] Il film è stato prodotto dalla Lakeshore Entertainment.[2] Gli effetti speciali sono a opera di: Cinesite (Hollywood), Fantasy II Film Effects, e yU+Co.[3] La colonna sonora è stata creata dalla Lakeshore Records, mentre il catering è stato organizzato dalla Tomkats Catering.[4] Le scene sono state girate dal 24 gennaio al maggio 2001 completamente nello stato della Pennsylvania, più precisamente a Ginger Hill, Eighty Four, West Mifflin, Università di Pittsburgh (Pittsburgh), Shadyside, Bentleyville, e Kittanning.[5] Il budget per la realizzazione della pellicola ammonta a circa $ 32.000.000.[6]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito negli Stati Uniti il 25 gennaio 2002 dalla Screen Gems e dalla Sony Pictures Releasing; a Manila il 20 febbraio; in Regno Unito e Irlanda il 1º marzo dalla Helkon SK; in Turchia il 3 marzo; a Davao il 6 marzo; in Spagna l'8 marzo con il nome Mothman, la última profecía dalla Sociedad General de Derechos Audiovisuales (SOGEDASA) e dalla Barton Films; in Belgio al Brussels International Festival of Fantasy Films il 15 marzo; in Israele il 28 marzo; in Grecia il 29 marzo come Ο χρησμός της πεταλούδας; nei Paesi Bassi il 4 aprile dalla Independent Films; a Hong Kong l'11 aprile; in Corea del Sud e Taiwan il 12 aprile; nella Svizzera francese e in Francia (dalla SND Films) il 17 aprile come La prophétie des ombres; in Germania (The Mothman Prophecies - Tödliche Visionen o, alternativamente, Die Mothman Prophezeiungen) dalla Concorde Filmverleih e in Ungheria (Megszólít az éjszaka) il 25 aprile; in Austria (Tödliche Visionen) e in Messico il 26 aprile; in Repubblica Ceca il 2 maggio; nella Svizzera tedesca il 9 maggio; in Australia il 23 maggio; in Danimarca (Mothman - Mørkets budbringer) e in Italia (dalla Medusa Distribuzione) il 24 maggio; in Belgio il 29 maggio; in Norvegia (Mothman - Dødens budbringer) e in Portogallo (A Profecia das Sombras) il 31 maggio; in Svezia il 7 giugno come Mothman; in Nuova Zelanda il 13 giugno come Mothman - sanansaattaja; in Finlandia (Mothman - sanansaattaja) dalla Columbia TriStar Egmont Film Distributors e in Polonia (Przepowiednia) il 14 giugno; in Kuwait il 9 luglio; in Islanda e Sud Africa il 19 luglio; in Perù il 25 luglio; in Argentina il 25 luglio come première e il 12 settembre in versione estesa come El mensajero de la oscuridad dalla Nu Visión de Argentina; in Egitto; in Giappone il 2 novembre.[7][8][9]

Divieto[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato vietato ai minori di 11 anni in Finlandia e in Svezia; minori di 12 in Germania, Portogallo, Canton Ginevra, Canton Vaud, e Regno Unito; 13 in Argentina e Spagna; 14 in Perù; 15 in Danimarca, Norvegia, e Corea del Sud; 16 in Ungheria, Islanda, Paesi Bassi, e Cantone dei Grigioni. A Singapore è stato valutato dalla Motion Picture Association of America come "PG" (parents cautioned suggested), ovvero adatto a bambini di età da 10 anni in su per la visione non accompagnata, mentre i bambini minori di 10 anni richiedono l'accompagnamento dei genitori o tutori. Negli Stati Uniti d'America e nelle Filippine è stato invece valutato "PG-13" (parents strongly cautioned), vale a dire vietato ai minori di 13 anni non accompagnati dai genitori.[10]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Nel primo week-end di apertura il film incassa: $ 75.993 in Argentina; $ 749.120 in Australia; $ 51.334 in Austria; $ 2.314 in Bulgaria; $ 37.860 in Cile; $ 9.237 nella Repubblica Ceca; $ 43.954 in Finlandia; $ 953.987 in Francia; $ 685.127 in Germania; $ 34.104 in Ungheria; $ 585.981 in Messico; € 759.713 in Italia; $ 140.891 nei Paesi Bassi; $ 80.243 in Nuova Zelanda; $ 12.032 in Norvegia; $ 65.659 in Sud Africa; $ 1.252.838 in Spagna; $ 11.208.851 negli Stati Uniti. Il guadagno totale nei vari stati: $ 257.449 in Argentina; $ 1.942.283 in Australia; $ 171.367 in Austria; $ 779.339 in Brasile; $ 7.099 in Bulgaria; $ 73.012 in Cile; $ 60.099 nella Repubblica Ceca; $ 115.525 in Finlandia; $ 1.732.364 in Francia; $ 1.111.402 in Germania; $ 147.740 a Hong Kong; $ 76.972 in Ungheria; $ 2.387.789 in Italia; $ 372.582 in Giappone; $ 1.427.708 in Messico; $ 309.098 nei Paesi Bassi; $ 140.034 in Nuova Zelanda; $ 418.776 in Norvegia; $ 99.818 in Sud Africa; $ 3.435.383 in Spagna; $ 143.883 in Taiwan; $ 388.612 in Turchia; $ 3.136.825 in Regno Unito; $ 35.746.370 negli Stati Uniti d'America. L'incasso totale fuori dagli States ammonta a $ 19.411.169, per un incasso globale pari a $ 90.903.909.[11][12]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film viene accolto abbastanza positivamente dalla critica: su IMDb ottiene un punteggio di 6.6/10;[13] su FilmTV 6.8/10;[14] su Movieplayer 3/5;[15] su Comingsoon 4.2/5;[16] su MYmovies 3.21/5.[17]

  • Paolo Boschi, di Scanner:[18]
    «Con The Mothman Prophecies torna di scena il soprannaturale, ormai argomento in gran voga ad Hollywood, come confermano molti film della presente stagione (The Others, K-PAX e Vanilla Sky): lo spunto centrale dell'ultimo film di Mark Pellington è tratto dall'omonimo best seller di John Keel, a sua volta ispirato da una serie di inquietanti eventi realmente accaduti nel West Virginia alla fine degli anni Sessanta. Tutto prende avvio con una coppia al culmine della felicità: John Klein, giornalista del "Washington Post", e la moglie Mary hanno appena deciso l'acquisto della casa dei loro sogni, quando uno strano incidente automobilistico manda tutto in frantumi.»
  • Enrico Magrelli, di Film TV:[19]
    «John Klein (Richard Gere) è un cronista del Washington Post e proprio il giorno in cui con la moglie sta per comprare una casa la sua vita viene sconvolta da una serie di eventi misteriosi, di apparizioni, di presagi. Un incidente automobilistico, una rara forma di cancro e soprattutto un'ombra aprono un varco conturbante tra il mondo dei sensi, delle relative certezze e una zona che gli esseri umani mettono in un aldilà pieno di angosce, di dubbi, di suggestioni e di precognizioni.»

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Fangoria Chainsaw Awards 2003[20]
    • Nomination Miglior attrice per Laura Linney
    • Nomination Miglior attore non protagonista
  • Motion Picture Sound Editors 2003

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema