The Beverly Hillbillies

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beverly Hillbillies
Buddy Ebsen and Irene Ryan from The Beverly Hillbillies - 1970.jpg
Irene Ryan e Buddy Ebsen
Titolo originale The Beverly Hillbillies
Paese USA
Anno 1962-1971
Formato serie TV
Genere Sitcom
Stagioni 9
Episodi 274
Durata 25 min
Lingua originale Inglese
Caratteristiche tecniche
Rapporto 4:3
Colore B/N (s. 1-3) colore (s. 4-9)
Audio mono
Crediti
Ideatore Paul Henning
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Prima visione
Prima TV USA
Dal 22 settembre 1962
Al 26 marzo 1971
Rete televisiva CBS
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal
Al
Rete televisiva Raiuno, reti locali; Smile Tv (repliche, dall'aprile 2012)

The Beverly Hillbillies è una sitcom statunitense originariamente trasmessa per nove stagioni dalla CBS dal 1962 al 1971. La serie fu ideata da Paul Henning e vedeva protagonisti Buddy Ebsen, Irene Ryan, Donna Douglas e Max Baer Jr. La serie ruota intorno ad una povera famiglia di campagnoli trasferitasi a Beverly Hills, in California, dopo aver trovato il petrolio nel proprio territorio.

The Beverly Hillbillies si è classificata tra le prime dodici serie televisive più viste per sette delle nove stagioni in cui è andata in onda, raggiungendo per due volte la prima posizione, con una serie di episodi che rimangono fra i più visti nella storia della televisione.[6]

L'enorme popolarità della serie ha fatto sì che nel 1993 la 20th Century Fox ha prodotto un remake omonimo (tradotto in italiano "A Beverly Hills signori si diventa").[7]

Sinossi[modifica | modifica wikitesto]

La serie inizia con Jed Clampett, un povero campagnolo, che vive nei pressi di una palude insieme alla figlia e alla suocera, un'arzilla vecchietta. Un perito della OK Oil Company realizza che la palude è un giacimento di petrolio, e la compagnia paga una fortuna a Jed per avere il diritto di perforare nel suo podere per estrarvi il prezioso olio. La cugina Pearl, convince Jed a trasferirsi in California dopo essere venuta a sapere che la sua modesta proprietà può fruttargli oltre 25 milioni di dollari. La famiglia si trasferisce in una villa a Beverly Hills, e diventa vicina di casa del banchiere Milburn Drysdale. I Clampett portano una vera e propria ventata di freschezza e simpatica rozzezza all'ambiente snob del quartiere, mettendo in imbarazzo con i loro modi di fare "campagnoli" e senza pretese la superficialità della comunità. Lo scontro tra questi due ambienti tanto diversi è il punto cruciale dell'umorismo sul quale è basata la sitcom. Le trame degli episodi spesso vertono sugli sforzi di Drysdale di far restare i Clampett a Beverly Hills e, soprattutto, i loro soldi nella sua banca. I Clampett infatti, sono il maggior correntista dell'istituto di credito.

Clip dell'undicesimo episodio, Elly Races Jethrine

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

J.D. "Jed" Clampett[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante sia poco istruito, Jed Clampett possiede molto buon senso. Jed è il figlio di Luke Clampett, e ha una sorella di nome Myrtle. Uno dei personaggi principali dello show, Jed è un uomo semplice ma di buon cuore; ed è apparentemente il capo-famiglia. La moglie di Jed, (la madre di Elly May) è morta da tempo e si chiamava Rose Ellen. Jed è un esperto tiratore ed è estremamente leale verso la sua famiglia. La scoperta del giacimento di petrolio nella sua proprietà, dà il via alla sua scalata verso i quartieri alti di Beverly Hills. Anche se sente forte la nostalgia per le sue montagne, fa del suo meglio per ambientarsi nella nuova realtà. Spesso, quando non trova la soluzione di un problema, è solito sedersi sulla soglia di casa fino a quando la risposta non gli viene in mente. Jed è uno degli unici tre personaggi che appaiono in tutti i 274 episodi della serie.

Nonna[modifica | modifica wikitesto]

Daisy May Moses, confidenzialmente chiamata "nonna" ("granny") da tutti (parenti e non), è la suocera di Jed. Paul Henning, il creatore/produttore della serie, scartò subito l'idea che ella potesse essere la madre di Jed, perché sarebbero cambiate le dinamiche dello show, rendendo la nonna la matriarca della famiglia e quindi Jed a lei subordinato. Talvolta nonna può essere aggressiva ma viene spesso tenuta a freno da Jed. In cuor suo è una fervente sostenitrice degli Stati Confederati d'America, prende sempre le difese del Presidente Jefferson Davis, della bandiera, e dello stile di vita semplice e ruspante. Piccola e minuta, nonna si porta dietro frequentemente un fucile a doppia canna, caricato a pallettoni di sale e non si fa scrupoli ad usarlo. Senza occhiali è praticamente cieca. Ha il terrore degli indiani e delle piscine (non sapendo nuotare e avendo paura dell'acqua).

Il nome del personaggio, Daisy Moses, è un omaggio alla popolare artista folk Anna Mary Robertson, conosciuta come Grandma Moses. (Grandma Moses morì nel 1961, un anno prima del debutto televisivo di Beverly Hillbillies). Spesso viene chiamata "nonna Clampett" ma tecnicamente il suo cognome è Moses. Nonna appare in tutti e 274 gli episodi.

Elly May Clampett[modifica | modifica wikitesto]

Elly May, è l'unica figlia di Jed e Rose Ellen Clampett, è una bellezza campagnola con il corpo di una pinup e l'anima di un maschiaccio. Ama gli animali, che spesso considera migliori delle persone. È assolutamente incapace di cucinare. Durante l'ultima stagione delle serie, Elly May va a lavorare come segretaria in una banca quando Jed e nonna la convincono che è ora che si "trovi un marito".

Jethro Bodine[modifica | modifica wikitesto]

Jethro è il figlio della cugina di Jed, Pearl Bodine. Nonostante sia stato a scuola, Jethro è un idiota totale, ingenuo e credulone anche se grande e grosso all'apparenza. All'inizio della serie, Jethro è semplicemente uno sprovveduto ma con il proseguire della serie diventa sempre più ignorante e presuntuoso. A Beverly Hills, decide di iscriversi al college. È un mangiatore da competizione.

Molte puntate della serie vertono sui tentativi di Jethro di decidere che professione intraprendere da "grande", con ipotesi quali neurochirurgo, pilota, spia, produttore hollywoodiano, ecc...

I Drysdale[modifica | modifica wikitesto]

Milburn, Margaret, e Sonny: sono i vicini di casa dei Clampett. Milburn è il presidente della Camera di Commercio e direttore della banca che gestisce il patrimonio della famiglia. Estremamente attaccato al denaro, quando ha un attacco di panico si risolleva "sniffando" una mazzetta di banconote. Interessato a tenere il denaro dei Clampett nella propria banca, il signor Drysdale dà sempre ragione a loro, e afferma che tutto quello che fanno è giusto sopra ogni dubbio. Spesso costringe gli altri, specialmente la sua segretaria, a placare i Clampett esaudendo le loro richieste più strane.

Sua moglie Margaret, nobildonna di Boston, prova disprezzo verso i "campagnoli" e "zotici" Clampett, ma acconsente tacitamente a tollerarli per amore del marito e per questione di convenienza famigliare. Margaret odia particolarmente la nonna, con la quale spesso si scontra. L'anziano padre di Margaret ha sperperato gran parte del patrimonio di famiglia.

Il figlio della coppia è Sonny, uno studente trentacinquenne fuori corso che non ha nessuna intenzione di mettersi a lavorare ed è un inguaribile "mammone". Fisicamente attratto da Elly May, la corteggia a lungo invano. Sonny appare in soli quattro episodi, tre volte nel 1962 e l'ultima volta nel 1966.

Jane Hathaway[modifica | modifica wikitesto]

Jane Hathaway, che i Clampett chiamano "Miss Jane", è la fedele ed efficiente segretaria del signor Drysdale. Jane è benvoluta dai Clampett, e lei si considera quasi parte della famiglia; persino la nonna, la più contraria allo stile di vita californiano, la apprezza. Sembra avere una perenne cotta per Jethro. Spesso la signorina Hathaway deve togliere dai pasticci il suo capo dalle situazioni assurde nelle quali si è cacciato, senza ricevere mai nemmeno un grazie da lui.

Nel 1999, TV Guide inserì Jane Hathaway alla posizione numero 38 nella sua lista "50 Greatest TV Characters of All Time".[8]

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Pearl Bodine (interpretata da Bea Benaderet; 22 episodi della stagione 1) è la madre vedova di Jethro. Nell'ultima stagione, nonna afferma che il marito di Pearl, Fred Bodine, morì annegato durante un incidente di pesca quando Jethro era ancora un bambino. Pearl divenne un personaggio molto popolare e fu una presenza fissa nel corso della prima stagione del programma (i titoli di coda furono addirittura rigirati per includere Pearl con gli altri membri della famiglia). Il personaggio scomparve dopo il primo anno perché Benaderet era nel frattempo diventata la star di un'altra produzione di Paul Henning, Petticoat Junction. È la figlia di Amos Clampett, lo zio di Jed.
  • Jethrine Bodine (interpretata da Baer, ma doppiata da Linda Kaye Henning; 11 episodi della stagione 1): Jethrine è la sorella gemella di Jethro. Si trasferisce insieme alla madre nella villa dei Clampett a Beverly Hills ma è una presenza molto sporadica all'interno della serie. Rimpiange di essersi trasferita in città a causa della separazione forzata dal suo fidanzato Jasper "Jazzbo" Depew, rappresentante di commercio. Più avanti nella stagione viene spiegato che Jethrine è ritornata a casa per sposare Depew, anche se il matrimonio non viene mai mostrato nella serie (e nemmeno il personaggio di Jethrine torna nella sitcom, anche se lei viene occasionalmente nominata). Jethro e Jethrine appaiono raramente insieme nella stessa scena, essendo interpretati dallo stesso attore, e quando succede quasi sempre di spalle e con l'ausilio di una controfigura.
  • Dash Riprock (interpretato da Larry Pennell; 10 episodi nelle stagioni 3–7) è un aitante attore di Hollywood impiegato nello studio cinematografico di Jed. Elly May e lui si incontrano per la prima volta mentre l'uomo lavora come comparsa. Quando Dash vede la bellissima Elly in costume da bagno, è subito attratto da lei. I due hanno una breve e altalenante relazione sentimentale. In un episodio, il signor Drysdale costringe Dash a corteggiare Elly May per cercare di inserirlo nello show televisivo Crabman. Ad Elly inizialmente piace Dash e accetta di uscire con lui; Jethro, tuttavia, non si fida di Dash proprio per la sua natura da playboy.
  • Lowell Redlings Farquhar (interpretato da Charles Ruggles; 3 episodi nelle stagioni 4 & 5) è l'anziano genitore della signora Drysdale. Nonna lo considera un suo potenziale spasimante.
  • Lester Flatt e Earl Scruggs (se stessi in sette episodi, 1963–68) sono gli amici di vecchia data dei Clampett che vengono a trovarli dalla campagna.
  • John Brewster (interpretato da Frank Wilcox; 14 episodi, 1962–1966), è il Presidente della OK Oil Company, con sede a Tulsa, che acquista dai Clampett il diritto di estrarre il petrolio dalla loro proprietà sulle montagne.
  • Janet Trego (interpretata da Sharon Tate; 15 episodi, 1963–65) è la bellissima segretaria della banca commerciale dei Drysdale. (La Tate venne successivamente assassinata dalla "family" di Charles Manson poco tempo prima dell'inizio dell'ottava stagione di Beverly Hillbillies).
  • Sam Drucker (interpretato da Frank Cady; 10 episodi nel 1968–70) è il proprietario di un negozio a Hooterville. Nonna è convinta che lui voglia chiederle di sposarla, ma Sam non ci pensa nemmeno.
  • Helen Thompson (interpretata da Danielle Mardi; 17 episodi nel 1969–71) è la bella segretaria inglese della banca commerciale. Helen prende il posto di Jane Hathaway come assistente del signor Drysdale dopo che lei ha dato le dimissioni.
  • Shorty Kellums (interpretato da Shug Fisher; 17 episodi nelle stagioni 8 & 9) è un vecchio amico di Jed, con il quale Jed si riunisce nel 1969 quando i Clampett tornano per un po' di tempo in campagna. Shorty ha una passione sfrenata per le ragazze molto più giovani di lui.
  • Elverna Bradshaw (interpretata da Elvia Allman; 13 episodi, 1963–70) è l'antica rivale della nonna in campagna, inguaribile pettegola e sua acerrima nemica. Compare brevemente nel 1963 quando i Clampett tornano momentaneamente sulle montagne per portare Pearl in California, ma non si vede più fino al 1969, quando la famiglia torna al paese d'origine per un lungo periodo. Tuttavia, viene costantemente nominata sia da nonna che da Jed lungo tutto l'arco della serie. Elverna e nonna ravvivano la loro faida scommettendo chi tra la figlia di Elverna e Elly May si sposerà per prima.
  • Matthew e Mark Templeton (entrambi interpretati da Roger Torrey; 3 episodi nella stagione 8 come Matthew; 9 nella stagione 9 come Mark) Matthew è un predicatore che nonna vorrebbe sposasse Elly. Sfortunatamente, nonna viene poi a conoscenza che l'uomo è già sposato. Un anno dopo in California, Elly incontra il fratello di Matthew, Mark Templeton, un biologo marino. Il personaggio di Mark Templeton viene poi bruscamente eliminato, sebbene venga lasciato intendere che lui ed Elly si sarebbero probabilmente sposati nel proseguimento della stagione; tuttavia, lo show venne cancellato alla fine dell'anno.
  • Cugino Roy (interpretato da Roy Clark; 3 episodi nelle stagioni 6 & 7) è un parente dei Clampett che viene dalla campagna; appare in tre puntate come aspirante cantante country.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 36 1962
Seconda stagione 36 1963
Terza stagione 34 1964
Quarta stagione 32 1965
Quinta stagione 30 1966
Sesta stagione 30 1967
Settima stagione 26 1968
Ottava stagione 26 1969
Nona stagione 24 1970

Sigla[modifica | modifica wikitesto]

Il tema musicale dello show, The Ballad of Jed Clampett, fu scritto dal produttore Paul Henning e originariamente eseguito dai musicisti bluegrass Flatt & Scruggs. La canzone è cantata da Jerry Scoggins (supportato ai cori da Flatt & Scruggs) sui titoli di testa e di coda di ogni puntata. Successivamente Flatt & Scruggs incisero la propria versione del brano (con Flatt alla voce) per la Columbia Records; e la pubblicarono come singolo, raggiungendo la posizione numero 44 della Billboard Hot 100 e la vetta della classifica Billboard Hot Country.

Nel 1963 i sei protagonisti della serie parteciparono all'album della colonna sonora prodotto dalla Columbia. In aggiunta, Ebsen, Ryan, e Douglas pubblicarono anche qualche singolo a loro nome grazie al successo del programma, incluso il 45 giri parlato della Ryan Granny's Miniskirt pubblicato nel 1966.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

All'epoca Beverly Hillbillies ricevette critiche generalmente negative. The New York Times definì lo show "straniante e non divertente"; Variety lo descrisse come "sgradevole a vedersi".[9] Fuori dal coro fu la recensione del noto critico Gilbert Seldes nel numero del 15 dicembre 1962 di TV Guide: "L'intero concetto sul quale si basa The Beverly Hillbillies è fondato sull'incoraggiamento all'ignoranza... Ma è divertente. Cosa posso farci?" [10][11]

Nonostante le critiche sfavorevoli, la serie divenne molto popolare e riscosse gran successo di pubblico. Durante le prime due stagioni, fu il programma più visto negli Stati Uniti. Durante la seconda stagione, ebbe i rating di ascolto più alti mai registrati per una sit-com di mezz'ora di durata. L'episodio The Giant Jackrabbit della seconda stagione divenne il programma più visto di sempre in America all'epoca della sua prima messa in onda.

Cancellazione[modifica | modifica wikitesto]

L'auto dei Clampett era una Oldsmobile del 1921. Una replica, modificata da George Barris, è ora in mostra al ristorante Planet Hollywood di Downtown Disney. L'originale si trova invece al College of the Ozarks.[12]

La nona stagione del telefilm trasmessa nel 1970–71 si classificò alla trentatreesima posizione su 96 programmi totali nell'indice di gradimento del pubblico.[13] Nonostante il risultato dignitoso, il programma venne cancellato nella primavera del 1971 dopo 274 episodi. La CBS, su pressione degli sponsor, era alla ricerca di un pubblico maggiormente sofisticato, e decise di focalizzare l'attenzione su show dall'ambientazione più giovane, moderna ed urbana. Per fare spazio a queste nuove produzioni, tutti i programmi comici a tema campestre furono cancellati in contemporanea.[14] L'operazione divenne nota con il nome "purga rurale". Pat Buttram, che impersonava Mr. Haney in La fattoria dei giorni felici, notoriamente disse: «Fu l'anno nel quale la CBS uccise qualsiasi programma che mostrasse un albero al suo interno».[15]

Reunion[modifica | modifica wikitesto]

Film-tv del 1981[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1981, il film-tv Return of the Beverly Hillbillies, scritto e prodotto da Paul Henning, venne trasmesso sul canale televisivo CBS. Irene Ryan era morta nel 1973, e Raymond Bailey nel 1980. Anche se nella sceneggiatura viene fatto riferimento alla morte della nonna, fu introdotto il personaggio della sua centenaria madre (interpretata da Imogene Coca) per avere una figura simile. Max Baer Jr. rifiutò di riprendere il ruolo che aveva condizionato tutta la sua carriera d'attore, e così Jethro Bodine venne interpretato da Ray Young.

La trama del film vede Jed tornare alla sua vecchia casa a Bug Tussle, avendo spartito il suo patrimonio tra Elly May e Jethro, entrambi stabilitisi sulla West Coast. Jethro è diventato un egocentrico produttore hollywoodiano, Elly May dirige uno zoo-fattoria con animali domestici. La signorina Jane e il suo boss (Werner Klemperer) hanno una storia d'amore. Alla fine della storia i quattro personaggi principali si riuniscono insieme.

Essendo stato girato dieci anni dopo la conclusione della serie, generalmente il giudizio degli spettatori circa il film-tv fu che lo spirito originale della serie era ormai andato perduto, complici le scomparse della Ryan e di Bailey e l'assenza di Baer, con quindi solo tre dei sei membri originali del cast in grado di riprendere il proprio ruolo. Inoltre, molte delle location originarie, compresa villa Clampett, non furono disponibili per le riprese a causa dei costi troppo elevati richiesti dai nuovi proprietari. Henning stesso ammise di aver provato imbarazzo a vedere il prodotto finito trasmesso in televisione, rimpiangendo di non aver avuto il tempo necessario per rifinire meglio il copione.[16]

Speciale del 1993[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993, Ebsen, Douglas, e Baer si riunirono sugli schermi in occasione di The Legend of the Beverly Hillbillies, uno speciale celebrativo dedicato alla serie da CBS-TV. Si trattò di uno dei rari omaggi alla sitcom da parte della CBS, che doveva gran parte del suo successo alle serie prodotte negli anni sessanta, i cui vertici però provarono sempre una sorta di imbarazzo verso The Beverly Hillbillies, spesso sminuendo l'importanza del programma nella storia del network ed invitando raramente i membri del cast a partecipare ai vari programmi retrospettivi.

Lo speciale The Legend of The Beverly Hillbillies ignora del tutto gli sviluppi della trama visti nel film tv del 1981; per esempio Jethro non è un produttore cinematografico bensì un eminente medico di Los Angeles, Elly May si occupa ancora di animali, ma Jed è tornato a casa sulle montagne, avendo perso la sua fortuna, sottrattagli dal disonesto banchiere Drysdale poi finito in prigione. Nancy Kulp era morta nel 1991 e quindi furono fatti solo sporadici riferimenti al suo personaggio nonostante i molteplici filmati di repertorio che la riguardavano mostrati all'interno dello special. Nel 1995 The Legend of The Beverly Hillbillies fu pubblicato in VHS dalla CBS/Fox Video, e nel 2009 venne inserito nei contenuti extra del cofanetto DVD della terza stagione della serie.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • 55 episodi della serie sono di pubblico dominio (tutti i 36 episodi della prima stagione, più 19 della seconda), poiché la Orion Television, succeduta alla Filmways, non rinnovò il copyright. Di conseguenza, queste puntate sono state pubblicate ripetute volte in videocassetta e DVD in versioni scadenti da compagnie low-budget e trasmesse in tv da reti locali in copie di bassa qualità. In molte delle uscite video degli episodi in pubblico dominio, la sigla originale è stata sostituita da generica musica country per ragioni di copyright. Prima di morire, Paul Henning, i cui eredi ora detengono i negativi originali degli episodi di pubblico dominio, autorizzò la MPI Home Video a pubblicare il meglio delle prime due stagioni in DVD. Il primo cofanetto uscì nel 2005.
  • I primi 106 episodi sono in bianco e nero, i restanti 168 sono a colori.
  • Nel 2011 è uscita la parodia porno del telefilm, intitolata Beverly Hillbillies XXX: A XXX Parody e diretta da Will Ryder.[17]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.antoniogenna.net/
  2. ^ http://www.antoniogenna.net/
  3. ^ http://www.antoniogenna.net/
  4. ^ http://www.antoniogenna.net/
  5. ^ http://www.antoniogenna.net/
  6. ^ Nielsen Media Research, Top 100 TV Shows of All Time, Variety, 6 agosto 2000. URL consultato il 9 aprile 2009.
  7. ^ Hollywood To Make Movie Of Old 'Beverly Hillbillies', in Orlando Sentinel. URL consultato il 6 ottobre 2010.
  8. ^ TV Guide Book of Lists, Running Press, 2007, p. 191, ISBN 0-7624-3007-9.
  9. ^ Staiger, Janet Blockbuster TV: Must-See Sitcoms in the Network Era ch. 2
  10. ^ Roberts, Jerry The Complete History of American Film Criticism pp 52-53
  11. ^ Michael J. Hayde's BETTER LIVING THROUGH TELEVISION (website) June 11, 2006
  12. ^ Ralph Foster Museum – Beverly Hillbillies Car, Point Lookout, Missouri, Roadsideamerica.com. URL consultato il 16 marzo 2010.
  13. ^ ClassicTVHits.com: TV Ratings > 1970's, classictvhits.com. URL consultato il 20 aprile 2015.
  14. ^ Matt Lewis, Why Fox News let Glenn Beck go, in The Guardian (London), 7 aprile 2011. URL consultato l'8 aprile 2011.
  15. ^ Ken Berry interview
  16. ^ 20 maart 2008, Paul Henning – Archive Interview Part 8 of 8, YouTube. URL consultato il 16 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2012).
  17. ^ www.imdb.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione