Stuart Abbott

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stuart Abbott
Dati biografici
Nome Stuart Richard Abbott
Paese Sudafrica Sudafrica
Altezza 182 cm
Peso 89 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Inghilterra Inghilterra
Ruolo Tre quarti centro
Ritirato 2007
Carriera
Attività di club¹
1999-2000 Leicester 2 (0)
2001 Stormers  ? (?)
2001-2006 Wasps 67 (50)
2006-2007 Harlequins 11 (5)
Attività da giocatore internazionale
2003-2006 Inghilterra Inghilterra 9 (10)
Palmarès internazionale
Vincitore RugbyWorldCup.svg Coppa del Mondo 2003

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 10 febbraio 2010

Stuart Richard Abbott (Città del Capo, 3 giugno 1978) è un ex rugbista a 15 sudafricano, nazionale inglese. Ha disputato il primo incontro per l'Inghilterra il 23 agosto 2003 e con essa, nello stesso anno, ha vinto la Coppa del Mondo. Si è ritirato nell'ottobre 2007, a 29 anni, causa infortunio a una spalla[1]. Considerato troppo leggero come centro in ragione dei suoi 89 kg di peso, purtuttavia gli venivano riconosciute grandi doti di placcaggio e di visione di gioco[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Città del Capo da padre sudafricano e madre inglese, ebbe le sue prime esperienze internazionali con il Sudafrica Under-23, prima di trasferirsi in Inghilterra al Leicester nel 1999 su suggerimento del suo connazionale Joël Stransky. A Leicester disputò solo due incontri, e alla fine della stagione tornò in Sudafrica per giocare negli Stormers.

Alla fine del 2001 tornò in Inghilterra e fu ingaggiato dagli Wasps: si impose all'attenzione di tutti nella stagione successiva, quando con la squadra londinese arrivò sia alla finale di Heineken Cup che della Premiership.

Quando si fecero prossime le convocazioni per le rose dei partecipanti alla Coppa del Mondo 2003, Abbott, che ancora non aveva disputato alcun incontro a livello di Nazionale maggiore, fu contattato dal CT degli Springbok Rudolf Straeuli, ma decise di optare per la Nazionale inglese. L'esordio avvenne il 23 agosto 2003 nel test premondiale contro il Galles, vinto 43-9 a Cardiff anche con una sua meta. Un'ulteriore convincente prova due settimane dopo contro la Francia convinse Woodward a inserire Abbott nella lista dei selezionati per la Coppa da disputarsi in Australia.

Nel torneo mondiale Abbott disputò solo tre incontri con una meta, nella larghissima vittoria della fase a gironi contro l'Uruguay. L'Inghilterra vinse quell'edizione della Coppa del Mondo e all'inizio dell'anno seguente Abbott ricevette, insieme ai suoi compagni, l’onorificenza di Membro dell’Ordine dell'Impero Britannico. A causa di un infortunio non poté prender parte al Sei Nazioni successivo, ma fu chiamato in Nazionale per il suo tour estivo.

Abbott lasciò nel 2006 gli Wasps per trasferirsi agli Harlequins, al termine di un quinquennio in cui aveva vinto tutte le competizioni di club cui aveva preso parte.

Nel suo nuovo club Abbott disputò solo 17 incontri a causa di una serie di infortuni che ne compromisero il rendimento e la continuità. Dopo l'ennesimo incidente, alla spalla, il 24 settembre 2007 il giocatore decise il ritiro dall'attività agonistica[1].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico
«Per il contributo al rugby»
— 31 dicembre 2003[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Abbott career cut short by injury in BBC Online, 24 ottobre 2007. URL consultato il 31 gennaio 2008.
  2. ^ (EN) The Queen's New Year Honours list 2004 in The London Gazette, supplemento al n. 57155, Londra, 31 dicembre 2003, p. 13. URL consultato il 10 dicembre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]