Strade violente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strade violente
lang=it
Il protagonista Frank (James Caan) in una scena della pellicola
Titolo originaleThief
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneUSA
Anno1981
Durata122 min
Rapporto1,85 : 1
Generethriller, azione, drammatico
RegiaMichael Mann
SoggettoFrank Hohimer
SceneggiaturaMichael Mann
ProduttoreJerry Bruckheimer, Ronnie Caan
Produttore esecutivoMichael Mann
Casa di produzioneMichael Mann Company, Caan Productions
FotografiaDonald Thorin
MontaggioDov Hoenig
MusicheTangerine Dream
ScenografiaMel Bourne
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Strade violente (Thief) è una pellicola cinematografica del 1981 scritta e diretta da Michael Mann, e basata sul romanzo The Home Invaders di Frank Hohimer; la pellicola è stata presentata in concorso al 34º Festival di Cannes[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Frank è un ladro di gioielli, uscito dal carcere da poco dopo aver scontato una condanna di 11 anni; lasciato dalla moglie (che pensava fosse un gigolò) e senza prospettive, continua a rubare e ricettare diamanti, nella speranza di racimolare abbastanza denaro per andare in pensione. Nel frattempo, corteggia e convive con l'affascinante Jessie, che ne accetta eccessi caratteriali e lavoro.

Un giorno Frank viene contattato da Leo, il più grande ricettatore della città, con cui imbastisce un furto da 4 milioni di dollari (di cui circa 800 000 sarebbero andati a Frank); il colpo va a buon fine ma, il giorno della paga, sorgono dei problemi con Leo: quest'ultimo infatti ricatta il complice, sostenendo che Frank potrà avere i suoi soldi ma soltanto se accetterà di continuare a lavorare per lui. Frank rifiuta, e questo porta ad una serie di reazioni a catena: il suo socio Barry viene ucciso dagli scagnozzi di Leo, mentre la vita della moglie e del piccolo David vengono minacciate.

A questo punto Frank, anche se lo vorrebbe, non può tirarsi indietro e va lucidamente incontro all'autodistruzione: dà fuoco alla casa e uccide senza pietà Leo dopo aver messo moglie e figlio in salvo.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola ebbe una notevole accoglienza. Prima opera cinematografica di Mann, si tratta di un noir crudo e notturno (tutta la pellicola o quasi è girata di notte), con frequenti esplosioni di violenza e con strani ritmi dilatati (ogni tanto la pellicola scorre velocissima e con molti avvenimenti, ogni tanto l'esatto contrario). L'immaginario collettivo è stato decisamente e favorevolmente colpito dall'insolito e ben congegnato finale. Molto sorprendente la recitazione di Caan, interprete capace di "sfumature impensabili" (Paolo Mereghetti). Musiche dei Tangerine Dream. È anche il primo ruolo per Jim Belushi e Dennis Farina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Official Selection 1981, festival-cannes.fr. URL consultato il 21 giugno 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema