Sperlari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sperlari S.r.l.
Logo
StatoItalia Italia
Fondazione1836 a Cremona
Fondata da
Sede principaleCremona
GruppoGruppo Katjes International Gmbh
SettoreAlimentare
Prodotticaramelle, torrone, torroncini.
Sito web

Sperlari è un'azienda italiana specializzata nella produzione di caramelle, torrone, torroncini, mostarda e dolcificanti.

Fondata nel 1836 da Enea Sperlari, ha sede a Cremona e dal 2017 è controllata dal gruppo tedesco Katjies International Gmbh.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1836 Enea Sperlari avviò a Cremona un negozio di specialità tipiche dolciarie della città come torrone e mostarda, che ebbe talmente successo che i suoi prodotti divennero presto popolari anche al di fuori del territorio locale, sbarcando persino negli Stati Uniti, presso le comunità di immigrati italiani.

Nel 1935 la proprietà venne ceduta a Pernigotti.

Negli anni cinquanta, la produzione si allargò alle caramelle, facendo diventare il marchio Sperlari uno dei più prestigiosi del settore, soprattutto con l'invenzione del cofanetto Sperlari, una lussuosa confezione regalo di caramelle, simile a quelle che fino a quel momento erano state usate per i cioccolatini.

L'americana H. J. Heinz Company nel 1981 rilevò Sperlari da Pernigotti.

Nel 1993 Hershey Foods Corporation, tramite Hershey Holding Corp., diventò il nuovo azionista dell'azienda pagandola 120 milioni di dollari.

Nel 1997 Huhthamaki OYJ acquistò Sperlari: in questo periodo con Dietorelle e successivamente Socalbe forma il gruppo Leaf Italia S.r.l.. Venne poi rivenduta nel 1999 a CSM NV.

Nel 2005 CVC Capital Partners e Nordic Confectionery Limited (Nordic Capital) acquisirono per 850 milioni di dollari il 100% di Leaf International BV a cui faceva capo Leaf Italia.

Il 16 febbraio 2012[1] la svedese Cloetta, quotata alla Borsa di Stoccolma e specializzata nella produzione di cioccolato, ha perfezionato la fusione con Leaf International (di cui Sperlari faceva parte tramite Leaf Italia), che raggruppa gli stabilimenti di Cremona, il più importante, Gordona (SO), San Pietro in Casale (BO) e Silvi Marina (TE). Con grandi prospettive.[2] Tre anni più tardi cambiamento di strategia.[3]

Nel mese di settembre 2017 è avvenuto un nuovo cambio di proprietà: gli svedesi hanno ceduto la società per un valore di circa 46,5 milioni di euro ai tedeschi del Gruppo Katjes International i quali hanno raggruppato i quattro stabilimenti italiani in una nuova società, la Sperlari s.r.l..[4]

Prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Caramelle[modifica | modifica wikitesto]

Elemento principale della produzione Sperlari, ogni giorno vengono prodotte, soltanto a Cremona, 5 milioni di caramelle, ed 8000 tonnellate all'anno. Esistono diverse linee di caramelle, fra le quali le Gran Géeles, le Caffè Lavazza, le Club e, dal 1991, le Galatine. La capogruppo ha in portafoglio anche i brand Saila, Dietorelle e Dietor ed è licenziataria per l'Italia della distribuzione delle caramelle Halls, Hollywood e delle patatine Pringles.

Torrone[modifica | modifica wikitesto]

Tipico prodotto dolciario della tradizione cremonese, la Sperlari ne produce quattro varianti: classico o morbido, e alle nocciole o alle mandorle.

Torroncini[modifica | modifica wikitesto]

Versioni "Mignon" del classico torrone, confezionati singolarmente, i torroncini vengono anch'essi prodotti nelle varianti classica (dura), morbida, o al cioccolato.

Mostarda[modifica | modifica wikitesto]

Tipica salsa della tradizione culinaria delle province di Cremona e Mantova, la mostarda è uno dei primissimi prodotti della Sperlari.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comunicato sul sito ufficiale di Cloetta.
  2. ^ Sperlari, le caramelle alla conquista degli Stati Uniti, su ilgiorno.it. URL consultato il 17 dicembre 2017.
  3. ^ Cloetta vende Sperlari e Dietor, su corriere.it. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  4. ^ Torroni Sperlari, mentine Saila e caramelle Galatine passano dagli svedesi ai tedeschi, su repubblica.it. URL consultato il 6 novembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]