Southern rock

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Southern rock
Origini stilistiche Rock and roll
Hard rock
Blues rock
Country
Honky tonk
Origini culturali Esso si sviluppò nei fine anni sessanta nel sud degli Stati Uniti d'America.
Strumenti tipici Chitarra
Basso
Batteria
Pianoforte (in alcuni casi)
Popolarità Il picco massimo di popolarità venne raggiunto negli anni settanta, grazie a gruppi quali Allman Brothers Band e Lynyrd Skynyrd[1].
Generi correlati
Rock & roll - Hard rock - Blues rock - Arena rock - AOR - Country rock - Boogie rock - Roots rock - Swamp rock - Cowpunk - Country - Blues
Categorie correlate

Gruppi musicali southern rock · Musicisti southern rock · Album southern rock · EP southern rock · Singoli southern rock · Album video southern rock

Il Southern rock (letteralmente Rock sudista) è un sottogenere della musica rock, nato e sviluppato verso la fine degli anni sessanta nel Sud degli Stati Uniti.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il Southern rock, a volte chiamato "the Sound of the South" (il suono del sud), fu tra i maggiori fenomeni musicali commerciali degli anni 70. Esso miscelava le musiche delle regioni locali, tra cui blues, rhythm and blues, country, e gospel[2], in particolare attingeva influenze dal pesante blues rock dei tardi anni 60, dal honky tonk e dal country di Bakersfield, creando una fusione particolare e distintiva[1]. Essenzialmente il southern rock rappresentò la reazione agli ibridi del rock progressivo che emersero nelle città del nord degli Stati Uniti durante i tardi anni 60 (the San Francisco Sound, Latin rock)[2].

Nei primi anni 70, le band southern rock formavano gran parte della scena hard rock americana. Le tematiche affrontate erano a volte concentrate sulla composizione multiculturale delle stesse band, riflettevano i valori del "Nuovo Sud"; l'orgoglio delle radici, il richiamo a dixie, l'armonia razziale, ecc[2]. Per riuscire a conquistare una buona fetta di pubblico, diversi gruppi southern rock dovettero costantemente suonare in tour, piuttosto che costruirsi la popolarità con qualche hit di successo. I gruppi senza una grande schiera di sostenitori, e quindi con continui bisogni economici, dovettero trovare nuovi spunti musicali.

Duane Allman, leader degli Allman Brothers band

Nel frattempo, continuarono a emergere nuovi esponenti, molti dei quali importarono delle innovazioni rispetto ai vecchi schemi, come le formazioni provviste di due, se non tre e persino quattro o cinque chitarristi solisti, improvvisazioni bluegrass-rock, e altre influenze provenienti dalle sonorità locali[2]. Il primo gruppo southern rock furono i the Allman Brothers Band[1][2], che si concentrarono sulle tendenze all'improvvisazione e la potenza sonora dei Cream e the Grateful Dead, rimanendo tuttavia ancorati alle radici blues e country del rock & roll[1]. Gli Allman Brothers ricevettero molti elogi dalla critica e vendettero milioni di dischi, tuttavia Duane Allman, chitarrista solista del gruppo, morì in un incidente motociclistico nel 1971[2].

Questi furono seguiti poco dopo dai Lynyrd Skynyrd, che suonavano uno stile più pesante e potente dei the Allman Brothers.

La band Lynyrd Skynyrd nel 1973

Nel processo, i Lynyrd Skynyrd posero le basi per tutte le southern rock band che seguirono. Gli Skynyrd erano formati da ben tre chitarristi solisti, e ciò portò naturalmente il gruppo a culminare in lunghe jam session[1]. Il gruppo era anche dotato di un acuto compositore, il cantante Ronnie Van Zant, che si rivelò abile nel coniugare la musica tradizionale con il rock & roll contemporaneo, ma era anche dotato nel comporre testi percettivi[1]. Van Zant fu il leader del gruppo fino alla sua morte nel 1977 in un incidente aereo insieme ad altri due componenti della band. I gruppi che si ispirarono agli Skynyrd spesso mancavano di un compositore del calibro di Van Zant, ma erano comunque abili nel riprodurre i tratti caratteristici del gruppo, fatti di un pesante boogie rock e lunghe jam session[1].

Diversi gruppi accentuarono ulteriormente le radici country o blues, mentre altri, come the Dixie Dregs, enfatizzarono la tecnica d'improvvisazione. Lo stile dominante del southern rock era composto dalla fusione di diversi generi classici e il gusto per il boogie e le jam.

Il genere declinò negli anni ottanta, dopo che Molly Hatchet, Outlaws, Blackfoot, Black Oak Arkansas, the Marshall Tucker Band, e 38 Special tentarono di ottenere successo con alcune hit di stampo AOR, ma lo spirito southern continuò a rivivere con alcuni gruppi degli anni novanta tra cui the Black Crowes, Widespread Panic[1], Government Mule, Storyville[2] e Bruce Hampton.

Il marchio discografico più famoso del southern rock è quello della Capricorn Records, fondata nel 1969 [3] Dagli anni 2000 negli USA sorgono nuove band come Blackberry Smoke, Sister Hazel, North Mississipi All Stars.

Alcuni artisti southern rock[4][modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h All Music Guide - Southern rock
  2. ^ a b c d e f g shsu.edu - Southern rock
  3. ^ Mauro Zambellini, Southern Rock, Giunti, 2005, pagina 88
  4. ^ allmusic.com - Southern rock Top Artists

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock