Silverthorn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Silverthorn
Artista Kamelot
Tipo album Studio
Pubblicazione 24 ottobre 2012
Durata 53:53
Dischi 1
Tracce 14
Genere Power metal
Progressive metal
Symphonic metal
Etichetta SPV/Steamhammer (Europa e Nord America), King (Giappone)
Produttore Sascha Paeth e Miro
Kamelot - cronologia
Album precedente
(2010)
Album successivo
(2015)

Silverthorn è il decimo album in studio dei Kamelot, il primo con Tommy Karevik al microfono. Si tratta anche del terzo concept album della band[1].

Quest'album presenta un ibrido tra power metal, symphonic metal e progressive metal con una forte attenzione alle melodie. Sono state invece abbandonate le atmosfere lugubri dei due precedenti album.

Per quanto riguarda il nuovo cantante, si è adattato alle melodie tipiche dei Kamelot scurendo il timbro e avvicinandosi al modo di cantare di Roy Khan. Ciò è accentuato anche dal diversissimo stile vocale adottato nei Seventh Wonder.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Manus Dei - 2:12
  2. Sacrimony (Angel of Afterlife) - 4:39
  3. Ashes to Ashes - 3:58
  4. Torn - 3:51
  5. Song for Jolee - 4:33
  6. Veritas - 4:34
  7. My Confession - 4:33
  8. Silverthorn - 4:51
  9. Falling Like the Fahrenheit - 5:06
  10. Solitaire - 4:56
  11. Prodigal Son - 8:52
    1. Part I: Funerale
    2. Part II: Burden of Shame (The Branding)
    3. Part III: The Journey
  12. Continuum - 1:48

Tracce bonus[modifica | modifica wikitesto]

  1. Kismet - 1:41
  2. Grace - 3:24
  3. Leaving Too Soon - 3:51

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Band[modifica | modifica wikitesto]

Guest[modifica | modifica wikitesto]

  • Elize Ryd (Amaranthe) - voce in "Sacrimony (Angel of Afterlife)", "Veritas" e "Falling Like the Fahrenheit"
  • Alissa White-Gluz (The Agonist) - voce death in "Sacrimony (Angel of Afterlife)" e voce pulita in "Prodigal Son, Part III: The Journey"
  • Eklipse - archi in "Sacrimony (Angel of Afterlife)", "Falling Like the Fahrenheit" e "My Confession"

Concept[modifica | modifica wikitesto]

Il concept è stato interamente ideato dalla band ed è ambientato nel XIX secolo. Una bambina di nome Jolee muore in un incidente causato dai fratelli gemelli. La loro è una famiglia ricca e piena di segreti, abituata a insabbiare le tragedie e i tradimenti[1][2].

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Il primo singolo estratto è "Sacrimony (Angel of Afterlife)", di cui è stato girato anche un video .

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]