Signor tenente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Signor tenente
ArtistaGiorgio Faletti
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1994
Durata3:14
Album di provenienzaCome un cartone animato
GenerePop
EtichettaAdalpina Records
Registrazione1994
FormatiCD

Signor tenente è una canzone scritta e cantata da Giorgio Faletti. La canzone viene presentata al Festival di Sanremo 1994 e arriva al 2º posto della classifica finale della kermesse canora vincendo il Premio della Critica. La canzone è stata inserita nell'album di Faletti Come un cartone animato (prodotto da Danilo Amerio), che viene premiato con un disco di platino.

Significato[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante sia stata presentata nel 1994, nella canzone è chiaro il richiamo alle stragi di Capaci e di via D'Amelio e, in generale, agli attentati compiuti dalla criminalità organizzata. Il brano vuole essere una denuncia delle condizioni lavorative delle forze dell'ordine italiane (in particolare dei carabinieri) in un periodo in cui era ancora viva "l'eco" delle bombe del '92 e '93. L'uso ripetuto della parola "minchia", presente nel testo all'inizio di ogni strofa, e il marcato accento siciliano con cui viene cantato il brano rendono chiaro il riferimento a Cosa nostra; più in generale, questi dettagli sottolineano quanto fosse più sentita questa situazione nel Sud Italia e in particolare in Sicilia, dove si erano verificati tutti i maggiori eccidi mafiosi.

Omaggi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2015, un anno dopo la scomparsa di Faletti, è stata posta una targa dedicata al brano al chilometro 41 della statale 10, vicino alla casa cantoniera, vicino a Villafranca d'Asti. In tale punto, infatti, l'artista fu ispirato nella scrittura della canzone, in cui vi è un verso che recita proprio "...ed al chilometro 41, presso la casa cantoniera...".[1]

In occasione del Festival di Sanremo 2017 Marco Masini presenta una cover del brano, che viene molto apprezzata e si classifica al terzo posto nella serata dedicata alle cover. Il cantante toscano la inserisce poi nell'album Spostato di un secondo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marina Rissone, Una targa al km 41 della strada che ispirò la canzone “Signor Tenente” di Faletti, in La Stampa, 25 maggio 2015. URL consultato il 29 maggio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Festival di Sanremo Portale Festival di Sanremo: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Festival di Sanremo