Sergio Lenci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

« [...] i segni hanno sempre un’origine razionale, anche perché mirano a coinvolgere ogni fenomeno visivo nel gioco delle strutture. Di conseguenza, dominano gli accenti 'brutalisti' nella franca collisione tra episodi eterogenei, il che non preclude extrapolazioni di sapore metafisico [...] »

(Bruno Zevi)
Sergio Lenci

Sergio Lenci (Napoli, 11 maggio 1927Roma, 20 marzo 2001) è stato un architetto italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Napoli si laurea in Architettura nel 1950 presso la Facoltà di Architettura della Sapienza Università di Roma. È stato Ordinario di Progettazione Architettonica all'Università "La Sapienza" dal 1995 al 2000 Presidente del Corso di Laurea in Architettura. Di una sua opera la sede della Cooperativa ITER, Lugo di Romagna, (RA).

Tra gli altri progetti si ricordano il quartiere Ina-Casa Tiburtino, Roma 1949-1954 (con Ludovico Quaroni e Mario Ridolfi, capigruppo, e con Carlo Aymonino, Mario Fiorentino, Carlo Melograni, Michele Valori ed altri), un edificio residenziale a torre a Ravenna, l'autorimessa a Venezia al Tronchetto, i Palazzi di Giustizia di Brindisi e di Lecce, le Case Circondariali di Roma Rebibbia, Spoleto, Livorno, Rimini. Nal 1989 ottiene la menzione d'Onore al concorso internazionale per Nuova Biblioteca Alessandrina, Alessandria, Egitto con: Ruggero Lenci, Nilda Valentin, Stefano Catalano e Antonino Manzone.

Muore nel marzo 2001. L'Ordine degli Architetti di Roma e l'Istituto Nazionale di Architettura - Sezione Lazio gli hanno intitolato il premio "IN/ARCH ad un'opera prima" nel quadro della valorizzazione dell'architettura contemporanea nella regione Lazio.

L'attentato[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 maggio 1980 subì un'aggressione da parte di un gruppo di terroristi di Prima Linea che avevano deciso di giustiziarlo. Quella mattina, in numero di otto, si recarono al suo studio per ucciderlo sparandogli un colpo di pistola alla nuca. Sopravvissuto all'attacco, ha vissuto per i restanti 21 anni con un proiettile nella nuca. Il gruppo terroristico lo aveva indicato come “tecnico dell'anti-guerriglia urbana”, scrivendo questa motivazione su un muro del suo studio romano. La sua “colpa” sarebbe stata quella di aver progettato il carcere di Roma-Rebibbia con criteri di rispetto dei diritti umani dei prigionieri, così da ridurre quel maggiore "potenziale rivoluzionario", tipicamente presente in una struttura detentiva, sul quale i terroristi avrebbero voluto poter contare nel momento della rivoluzione.
Nel 1987 ha vinto il primo premio della terza edizione del concorso letterario “Pieve Santo Stefano” (Arezzo), assegnato dall'Archivio Diaristico Nazionale, con il libro-diario intitolato Colpo alla nuca che narra la vicenda terroristica[1]. Il regista Mimmo Calopresti si ispirò al libro per la trama del film La seconda volta, interpretato da Valeria Bruni Tedeschi e Nanni Moretti. Originale l'incontro in carcere della vittima con una dei terroristi che avevano tentato di ucciderlo, Giulia Borelli, condannata.

Professionalità[modifica | modifica wikitesto]

Ha contribuito da architetto in modo determinante alla costruzione dell'Italia del secondo dopoguerra, con opere pubbliche o a servizio pubblico (tra cui Scuole, Ospedali, Palazzi di Giustizia, case per terremotati, ecc.) realizzate a Venezia, Chioggia, Torino, Rimini, Verona, Bologna, Vercelli, Livorno, Spoleto, Tuscania, Ancona, Brindisi, Lecce, Potenza, Agrigento, Matera, Assisi.

Nel 2001 è stato insignito dell'Honorary Fellowship da parte dell'American Institute of Architects. I progettisti romani che hanno avuto tale riconoscimento sono stati: Pier Luigi Nervi (1957), Luigi Moretti (1964), Bruno Zevi (1968), Carlo Aymonino (2000), Sergio Lenci (2001), Massimiliano Fuksas (2002), Paolo Portoghesi (2002), Manfredi Nicoletti (2009).

Nel 2007 il Comune di Roma gli ha intitolato un viale all'ingresso di Villa Torlonia.

Realizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Incarichi

  • 1957 Palazzo di Giustizia, Brindisi
  • 1958 Centro Sociale in via Campana, Rimini
  • 1959 Casa Circondariale di Rebibbia, Roma
  • 1959 Cooperativa edilizia in via S. Fabiano, Roma
  • 1960 Edificio residenziale, Brindisi
  • 1964 Edificio residenziale a torre, Ravenna
  • 1965 Cooperativa edilizia in via dei Colli Portuensi, Roma
  • 1966 Scuola per bambini minorati della vista, Roma
  • 1967 Carcere mandamentale, Rimini
  • 1967 Quartiere in Villaseta, Agrigento
  • 1970 Casa Nimmo, Morlupo
  • 1970 Casa Circondariale, Spoleto
  • 1970 Case popolari, Matera
  • 1973 Quartiere per popolazioni colpite dal sisma, Tuscania
  • 1974 Sede della Cooperativa ITER, Lugo di Romagna
  • 1975 Edificio residenziale nel rione Guasco S. Pietro, Ancona
  • 1983 Scuola Media, Cesena
  • 1983 Autorimessa all'Isola del Tronchetto, Venezia
  • 1983 Viabilità Isola del Tronchetto – Venezia
  • 1986 Recupero di Palazzo Bernabei, Assisi
  • 1986 Recupero dell'ex Ospedale della Misericordia, Assisi
  • 1987 Case a schiera a Valcanneto, Cerveteri
  • 1989 Due edifici per abitazioni nel PEEP di Castel Giubileo, Roma
  • 1991 Autorimessa interrata in Piazza Matteotti, Assisi
  • 1993 Ampliamento di una casa in collina, Majolo

Concorsi realizzati

  • 1952 Quartiere S. Giovanni a Teduccio, Napoli
  • 1954 Quartiere Spine Bianche, Matera
  • 1961 Palazzo di Giustizia, Lecce
  • 1965 Scuola Elementare, Formello
  • 1967 Ospedale S. Carlo nuova sede, Potenza
  • 1968 Tre edifici residenziali a torre, Bologna
  • 1970 Scuola Media, Montale
  • 1970 Scuola Media, Verona
  • 1971 Scuola Materna, Spinaceto, Roma
  • 1972 Scuola Elementare, Chioggia
  • 1974 Casa Circondariale, Livorno
  • 1984 Ospedale, Muro Lucano

Incarichi urbanistici

  • 1954 P.R.G. di Brindisi
  • 1970 Piano Particolareggiato di Assisi Alta
  • 1985 Piano di Zona “Mistica II”, Roma
  • 1986 Piano Particolareggiato “Massimina A”, Roma
  • 1987 Parco del Marecchia tra Secchiano e Novafeltria
  • 1989 Piano Particolareggiato dell'area esterna alle mura di Amelia e rilievo delle mura poligonali

Concorsi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1950 Ospedale Civile, Velletri (2º premio)
  • 1951 Piano Regionale di Camigliatello Silano (2º premio)
  • 1952 Galleria d'Arte Moderna, Torino (4º premio)
  • 1952 Quartiere St. Gobain, Pisa (2º premio)
  • 1952 Quartiere S. Giovanni a Teduccio, Napoli (1º premio)
  • 1953 Quartiere fondo FIE, Roma (1º premio ex aequo)
  • 1954 Quartiere Spine Bianche, Matera (1º premio)
  • 1956 Velodromo Olimpico, Roma (segnalato)
  • 1958 Cassa Centrale di Risparmio, Catania (rimborso)
  • 1959 Padiglione Italiano Biennale di Venezia (2º premio)
  • 1961 Palazzo di Giustizia, Lecce (1º premio ex aequo)
  • 1964 Palazzo di Giustizia, Brescia (1º premio ex aequo)
  • 1965 Scuola Elementare, Formello (1º premio)
  • 1965 Scuola Elementare, Citerna (1º premio)
  • 1965 Quartiere residenziale a Secondigliano, Napoli (1º premio ex aequo)
  • 1965 Palazzo di Giustizia, Velletri
  • 1966 Serbatoi idrici prefabbricati (2º premio)
  • 1966 Sistemazione urbanistica della Caffarella, Roma (1º premio ex aequo)
  • 1967 Ospedale S. Carlo, nuova sede, Potenza (1º premio)
  • 1967 Ospedale Psichiatrico di Mirano (3º premio)
  • 1968 Ospedale Generale di Pietralata, Roma (3º premio)
  • 1969 Quartiere Zen Cardillo, Palermo (3º premio)
  • 1970 Scuola Media, Montale (1º premio)
  • 1970 Scuola Media, Verona (1º premio)
  • 1971 Scuola Materna a Spinaceto, Roma (1º premio)
  • 1972 Scuola Elementare, Chioggia (1º premio)
  • 1974 Casa Circondariale di Livorno (1º premio)
  • 1975 Palazzo di Giustizia per minori, Torino (1º premio)
  • 1982 Area Scientifico-Tecnologica, Trieste (1º premio ex aequo)
  • 1984 Parco dell'Area Standiana, Ravenna (1º premio ex aequo)
  • 1984 Ospedale di Muro Lucano (1º premio)
  • 1986 Caserma Zucchi e Parco del Popolo, Reggio Emilia (selezionato)
  • 1987 Riqualificazione di aree urbane, Santarcangelo di R. (1º premio ex aequo)
  • 1988 Ampliamento della Facoltà di Architettura di via Gramsci, Roma (4°)
  • 1989 Nuova Biblioteca di Alessandria d'Egitto (menzione d'onore)
  • 1990 Quale Periferia per Roma Capitale? Concorso ACER (1º premio ex aequo)

Saggi sull'architettura contemporanea italiana nei quali sono pubblicati progetti di Sergio Lenci[modifica | modifica wikitesto]

  • Magnaghi A., Monge M., Re L., Palazzo di Giustizia per Minori, In: ”Guida dell'Architettura Moderna di Torino”, Designers Riuniti Ed., 1982, pag. 226
  • Rossi Piero Ostilio, Roma – Guida all'architettura moderna 1909-1984, Laterza Ed., Bari, 1984, pag. 127, 155, 167
  • Muratore Giorgio, Capuano Alessandra, Garofalo Francesco, Pellegrini Ettore, Italia – Gli ultimi trent'anni, Zanichelli Ed., Bologna, 1988, pag. 198, 263, 299, 334, 365, 395, 401
  • De Guttry Irene, In: “Guida di Roma Moderna”, De Luca Ed., 1989, pag. 129, 130
  • Polano Sergio, Guida all'architettura italiana del novecento, Electa Ed., Milano, 1991, pag. 109, 140, 143, 211
  • Sgarbi Vittorio, Dizionario dei Monumenti italiani e dei loro autori, Bompiani Ed., Milano, 1991, pag. 109, 140, 143, 211
  • Zevi Bruno, Ampliamento della Rescoop a Lugo di Romagna, In: “Linguaggi dell'architettura contemporanea”, Etaslibri Ed., 1993, pag. 47, 48
  • Purini Franco, Farsi tema di se stesso: Sergio Lenci, In: “Ricerca e Progetto”, Bollettino n. 4 del D.P.A.U. della Università di Roma “La Sapienza”. Gangemi Ed., Roma, 1994, pag. 94-97
  • Ippolito Achille Maria, Quale Periferia per Roma Capitale?, In: “Il vuoto progettato”, F.lli Palombi Ed., Roma, 1996, pag. 71
  • Valentin Nilda, Unità abitativa, Guasco S. Pietro, Ancona, In: “L'architettura cronache e storia”, n. 527, 1999
  • Guccione M., Pesce D., Reale E., Censimento degli archivi privati di architettura Roma e Lazio, Gangemi Ed., Roma, 1999

Principali scritti[modifica | modifica wikitesto]

  • Inchieste sulle città italiane: Una città del sud, Brindisi, Casabella 221, 1958
  • Esperienze nella progettazione del quartiere Spine Bianche a Matera, Casabella 231, 1959
  • Unità residenziale di via Campana – Rimini, Casabella 236, febbraio 1960
  • Il movimento cooperativo in Italia negli anni '60, In: “Argomenti di Architettura”, n. 4, 1961
  • La Chiesa di Consalve, progetto di A. Lambertucci, In: “L'architettura cronache e storia”, n. 89, 1963
  • Il full time, la professione dell'architetto e le Facoltà di Architettura, In: “L'architettura cronache e storia”, n. 91, 1963
  • Un problema di fondo per gli Architetti, In: “l'Avanti”, 4 aprile 1963
  • Recensione del libro di Kevin Lynch “The image of the city”, In: “Facoltà di Architettura dell'Università di Roma Bollett. della Biblioteca”, n. 3
  • Nota ai progetti di Scuole Tecniche e Professionali elaborati nel Corso di Composizione I (B) della Facoltà di Architettura di Roma. Atti del Convegno Nazionale sull'Edilizia Residenziale (in/Arch 1964) Relazione sul 2° tema (pagg. 312-316). Rapporto Standard Urbanistico – Standard Edilizio. Programmazione economica e pianificazione urbanistica sulla residenza. Standard edilizi, In: “Aspetti dell'arte contemporanea”, 1964
  • L'Organizzazione della scuola a carattere Tecnico e Professionale come elemento della pianificazione, In: “Quaderni del C.S. Ed. Scolastica del Ministero P.I.”, n. 3
  • Edilizia scolastica e democrazia, In: “La Riforma della Scuola”, n. 89, 1966
  • La pianificazione urbana e comprensoriale, In: “INU”, 1966
  • Un'esperienza di progettazione: il Carcere Giudiziario di Roma Rebibbia, In: “Rassegna di studi penitenziari”, n. 2, 1968
  • Il pensiero urbanistico di fronte agli ambienti storici, In: “Architetti di Sicilia”, n. 16, 1968
  • Voci:” Ospedale”, “Attrezzature Sanitarie”, “Lazzaretto”, “Lebbrosario”, In: “Dizionario Enciclopedico di Architettura e Urbanistica”, 1969
  • La degenza differenziata: degenza per acuti e degenza per non acuti di tipo alberghiero, In: “Atti del Primo Congresso sui Complessi Ospedalieri”, Salsomaggiore, 1969
  • Appunti sulla città-territorio, In: “Atti del Seminario Internazionale di studi sulla città-territorio”, Partinico, 1969
  • Due edifici scolastici realizzati con elementi prefabbricati in cemento armato nella zona di Roma, In: “L'Industria Italiana del Cemento”, n. 4, 1969
  • Elementi per una pianificazione edilizia delle istituzioni penitenziarie legata alle infrastrutture dei servizi assistenziali e culturali sul territorio, In: “Quaderni di Criminalogia Clinica”, luglio-settembre 1970
  • Saggio sull'architettura (tre lezioni agli studenti di Roma), In: “Rassegna dell'Istituto di Architettura e Urbanistica”, gennaio 1970
  • The design and construction of institution for the custody and treatment of adults and juveniles involved in Criminal Justice System, In: “United Nations Social Defense Research Institute” (UNSDRI)-ciclostile, dicembre 1970
  • Sui Centri Storici, In: “Il Mondo”, serie di 5 articoli nei numeri di febbraio, marzo, aprile, maggio, luglio 1973
  • Sui Centri Storici, In: “L'intervento pubblico nei Centri Storici”, Il Mulino, Bologna, 1973
  • Sul venticinquennio della dichiarazione dei Diritti dell'uomo (ONU), In: l'Architetto, n. 9, 1973
  • Il problema della casa e la Legge 865, In: “Arbitri e appalti”, n. 1/2, 1973
  • Prison Architecture, UNSDRI – Architectural Press, Londra, 1975
  • Tipologie dell'edilizia carceraria, a cura di M. Cappellato e A. Lombroso, In: “Carcere e società”, Marsilio, Venezia, 1976
  • Raccolta di programmi e relazioni sull'attività didattica dei corsi per gli anni 1975/76 e 1976/77, Officina Edizioni, Roma, 1977
  • Developments in Penal Architecture, In: “Penal Policy and Prison Architecture”, Barry Rose, Chichester and London, 1978
  • Le esperienze di risanamento dei Centri Storici di Gubbio, Ancona, Bologna, Atti del Convegno, Gubbio, 1978
  • Negozio di abbigliamento a Roma, di G. Romoli, In: “L'architettura cronache e storia”, n. 273, 1978
  • Scuola Materna a Filadelfia in Calabria, di B. Bevivino, T. Bevivino, F. Cazzato, In: “L'architettura cronache e storia”, n. 281, 1979
  • La libreria “Mondo Operaio” a Roma, di M. Costa e F. Coccia, In: “L'architettura cronache e storia”, n. 285, 1979
  • Interessanti novità nei grattacieli USA, ma non in tutti, In: “Facoltà di Architettura dell'Università di Roma Bollettino della Biblioteca”, n. 28, 1981
  • Progetto: la ricerca e l'espressione di tra(n)-sformazioni che prefigurano il futuro, In: “Progettare”, Gangemi, Roma, dicembre 1984
  • Note critiche a margine del Concorso Internazionale per Studenti (organizzato a cura del DPAU), In: “Contro il degrado urbano”, Gangemi, 1988
  • Edificio per Uffici a Verucchio, Forlì – Studio Lapis, In: “L'architettura cronache e storia”, n. 437, 1992
  • Due architetti scozzesi: Gordon Benson e Alain Forsyth, In: “Ricerca e Progetto”, n. 1, 1993
  • Francesco Berarducci: testimonianze, In: “Ricerca e Progetto”, n. 3, 1994
  • Il Grande Raccordo Anulare di Roma, In “Ricerca e Progetto”, n. 9-10, 1997

Mostre[modifica | modifica wikitesto]

  • 2002 Facoltà di Architettura Valle Giulia, Roma
  • 2006 Casa dell'Architettura, Roma
  • dal 2006, Casa dell'Architettura, Roma. Mostra permanente dei plastici di Sergio Lenci

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sergio Lenci, Colpo alla nuca, Editori Riuniti, 1988
  • Sergio Lenci - L'Opera Architettonica, Diagonale, Roma, 2000, (ISBN 88-8263-033-1) (a cura di Ruggero Lenci)
  • Lucio Valerio Barbera, in Sergio Lenci - L'Opera Architettonica, Diagonale, Roma, 2000, ISBN 88-8263-033-1
  • Marcello Rebecchini, in Sergio Lenci - L'Opera Architettonica, Diagonale, Roma, 2000, ISBN 88-8263-033-1
  • Franco Antonelli Architetto, (cura del volume e scritto: “Testimonianza su Franco Antonelli e sulla sua architettura”), A. Pizzi, Milano, 1996
  • La didattica del Progetto, (cura del volume e pubblicazione dei progetti degli studenti), Gangemi, Roma, 1995
  • Per le facoltà di architettura 1990: punto e da capo, Officina, Roma, 1990
  • Progetti di Architettura, (cura del volume e pubblicazione di progetti di concorso), Officina, Roma, 1990
  • Roma Anni Novanta, (coordinamento scientifico della pubblicazione e scritto: “I piani di edilizia residenziale pubblica, riflessioni e considerazioni”), Sapere 2000, Roma, 1992
  • Trenta lezioni di architettura più una, (cura del volume e lezione del corso di progettazione del IV Anno), Gangemi, Roma, 1987
  • Lucio Passarelli e lo Studio Passarelli, Universale di Architettura, Dedalo, Bari, 1983
  • Prison Architecture, UNSDRI – Architectural Press, Londra, 1975

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN72192015 · ISNI (EN0000 0001 2018 2858 · SBN IT\ICCU\CFIV\000306 · LCCN (ENn87877398 · BNF (FRcb16515570t (data) · ULAN (EN500103817