Ruggero Lenci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ruggero Lenci (Roma, 7 gennaio 1955) è un architetto e docente universitario italiano.

Unità abitativa Europan 1, Favaro Veneto (Venezia). Latitudine 45°30'25.85"; longitudine 12°17'18.01"

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Professore di Architettura e Composizione architettonica alla Sapienza - Università di Roma, è autore di libri e direttore della collana editoriale Architettura sostenibile.

Il suo contributo teorico sul tema Evoluzione e architettura tra scienza e progetto propone un accostamento tra le discipline scientifiche, umanistiche e progettuali dal quale deriva il parallelismo: la morfogenesi del progetto ricapitola la storia dell'architettura, le cui tesi sono contenute nei libri Evoluzione e Architettura (2008), Le mura poligonali con blocchi concavi (2019), Vultus Urbis (2020).

Tra i suoi contributi figurano il progetto di un'unità abitativa sperimentale realizzata a Favaro Veneto (Venezia) a seguito della premiazione al concorso europeo Europan 1 (1989), i progetti di unità abitative elaborati per Roma, Bergamo, Bologna, Venezia, Firenze, isola di Bo-Svezia, ricerche sulla Scuola romana di architettura che hanno prodotto le monografie Studio Passarelli cento anni cento progetti (2006), Pietro Barucci Architetto (2009), La Casa del Girasole (2012), La Torre Eurosky (2014), i progetti didattici raccolti nei volumi Didattica e Architettura - Tesi in Composizione Architettonica (2007), Mutazioni Laurentino 38 - ontogenesi e filogenesi di un quartiere romano (2011), L'abitazione sostenibile, mutazioni genetiche a Tor Bella Monaca (2019).

È risultato vincitore del primo premio "Arte in Luce" della Fondazione Sapienza negli anni 2017, 2018, 2019.

Pubblicazioni in volume[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN33141701 · ISNI (EN0000 0000 3090 1257 · SBN IT\ICCU\UBOV\103393 · LCCN (ENn97044032 · GND (DE131801457 · ULAN (EN500245993 · WorldCat Identities (ENlccn-n97044032