Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Semerkhet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Semerkhet
SemerkhetIvoryLabel-BritishMuseum-August19-08.jpg
Placchetta in avorio riportante il nome di Semerkhet. Londra, British Museum
Re dell'Alto e Basso Egitto
Stemma
Incoronazione 2985 a.C. [1]
Predecessore Anedjib
Successore Qa'a
Morte 2960 a.C. [1]
Dinastia I dinastia egizia

Semerkhet (... – 2960 a.C.) è stato un faraone appartenente alla I dinastia egizia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Le poche informazioni che abbiamo sul regno di questo sovrano ci vengono dalla Pietra di Palermo. Anche a Semerkhet è attribuita una vittoria sugli Iuntyu, popolazione non del tutto identificata, insediata nel nord-est del delta del Nilo.

Sesto Africano scrive che ...annunciata da presagi funesti, durante il suo regno una grande calamità si abbatté sull'Egitto. In effetti nella Pietra di Palermo, malgrado sia danneggiata, sembra di poter leggere che la piena del Nilo nel 9º anno di regno sia stata rovinosa.

Semerkhet fece scalpellare il nome del suo predecessore Anedjib e della regina Merneith, sua madre, come fossero degli usurpatori ma Qa'a, suo successore, rispettò questi nomi facendo invece scalpellare quello di Semerkhet dando così l'impressione di considerare questi come usurpatore.

Liste Reali[modifica | modifica wikitesto]

Lista di Abydos Lista di Saqqara Canone Reale Anni di regno
(Canone reale)
Sesto Africano Anni di regno
(Sesto Africano)
Eusebio di Cesarea Anni di regno
(Eusebio di Cesarea)
Altre fonti:
Pietra di Palermo
7
Hiero Ca1.png
C19
Hiero Ca2.svg

smsw - Semsu


Hiero Ca1.png
Hiero Ca2.svg

non presente

2.18
Hiero Ca1.png
smsm
Hiero Ca2.svg

s m s m - Semsem

72 (?) Semempses 18 Semempses 18 9

Titolatura[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Traslitterazione Significato Nome Traslitterazione Lettura (italiano) Significato
G5
ḥr Horo
sU23F32
Srxtail.jpg
s mr ḫt Semerkhet colui che riflette (?)
G16
nbty (nebti) Le due Signore
A24
L'uomo

del deserto

G8
ḥr nbw Horo d'oro

M23
X1
L2
X1
nsw bjty Colui che regna
sul giunco
e sull'ape
Hiero Ca1.svg
smsm
Hiero Ca2.svg
s m s m Semsem
G39N5
s3 Rˁ Figlio di Ra
Hiero Ca1.svg
Non ancora in uso
Hiero Ca2.svg

Altre datazioni[modifica | modifica wikitesto]

Autore datazione
Grimal - 2950 a.C.[2]
Krauss/Schneider 2890 a.C. - 2870 a.C. [3]
von Beckerath 2861 a.C.-2853 a.C.[4]
Malek 2826 a.C. - 2818 a.C.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Cimmino, Franco - dizionario delle dinastie faraoniche, p 467
  2. ^ Nicolas Grimal - Storia dell'antico Egitto, p 61
  3. ^ Erik Hornung, Rolf Krauss, David A. Warburton - Ancient Egyptian Chronology - Brill Academic Publishers 2006
  4. ^ Chronologie des Pharaonischen Ägypten (Chronology of the Egyptian Pharaohs), Mainz am Rhein: Verlag Philipp von Zabern. (1997)
  5. ^ (con John Baines), Atlante dell'antico Egitto, ed. italiana a cura di Alessandro Roccati, Istituto geografico De Agostini, 1980 (ed. orig.: Atlas of Ancient Egypt, Facts on File, 1980)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cimmino, Franco - Dizionario delle dinastie faraoniche - Bompiani, Milano 2003 - ISBN 88-452-5531-X
  • Edwards, I.E.S. - Il dinastico antico in Egitto - Storia antica del Medio Oriente 1,3 parte seconda - Cambridge University 1971 (Il Saggiatore, Milano 1972)
  • Gardiner, Alan - La civiltà egizia - Oxford University Press 1961 (Einaudi, Torino 1997) - ISBN 88-06-13913-4
  • Wilson, John A. - Egitto - I Propilei volume I -Monaco di Baviera 1961 (Arnoldo Mondadori, Milano 1967)
  • Grimal, Nicolas - Storia dell'antico Egitto - Laterza, Bari, 1990 - ISBN 88-420-3601-3

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Signore dell'Alto e del Basso Egitto Successore Double crown.svg
Anedjib Periodo arcaico Qa'a