Dinastia 00 dell'Egitto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Manufatto proveniente da Tarkhan

La Dinastia 00 si sviluppò durante il periodo di Naqada III durante il predinastico ed identificava i sovrani che precedettero la dinastia 0.[1]

Lista di Dreyer[modifica | modifica wikitesto]

Per maggior precisione, relativamente alle dinastie 0 e 00 il periodo di Naqada III si divide in:

  • Naqada III a1 e a2 = corrispondente alla dinastia 00 dal 3300 a.C. al 3200 a.C. circa
  • Naqada III b1 e b2 = corrispondente alla dinastia 0 dal 3200 a.C. al 3060 a.C. circa[2]

Il termine dinastia è da considerarsi non corretto in quanto nell'elenco, non essendo ancora avvenuta l'unificazione dell'Egitto e non esistendo, quindi, una discendenza dinastica sovrana, vi sono inseriti nomi di re o capi locali, spesso vissuti anche nello stesso periodo[1] e indifferentemente nei territori della Valle, del Delta [3] ed anche dell'Egitto più meridionale.

Nel 1992 Edwin C. M. van den Brink identificò nella dinastia 00 i sovrani di Tjeni seppelliti nella necropoli arcaica di Abydos[3] e Günther Dreyer la ampliò con altri nomi decifrati dai numerosi reperti provenienti dalla necropoli di Umm el-Qa'ab, l'antica Peqer,[4] quali:

  • Orice
  • Conchiglia
  • Pesce
  • Elefante
  • Toro
  • Cicogna
  • Canide
  • Testa di Bovino
  • Scorpione I
  • Falco I
  • Min
  • (?)
  • Falco II
  • Leone
  • Doppio falco

Le fonti di Dreyer furono le iscrizioni dei nomi su osso, vasi e sigilli trovati ad Abydos unitamente alle iscrizioni sulle statue di Min e sulla Tavolozza delle città[3] ma la cronologia è incerta poiché si parla di regni antecedenti le fonti scritte[5] per cui, Dreyer, aggiunse alla lista anche i nomi dei sovrani che potrebbero appartenere sia alla dinastia 0 sia a quella 00[4] quali:

  • Nb o R
  • Hedjw-Hor[6] forse dinastia 0
  • Pe+Elefante
  • Ny-Hor: probabile dinastia 0
  • Hat-Hor probabile dinastia 0
  • Pe-Hor: dalla necropoli di Qustul, forse dinastia 0
  • Coccodrillo[4]
  • Falco+Mer: dalla necropoli di Tarkan

Questi sovrani appartenevano a Tjeni ed a Nekhen[6] poiché durante il predinastico nell'Alto Egitto vi erano tre grandi insediamenti umani governati da monarchie ereditarie che erano: Tjeni, Nubt, Nekhen.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Natale Barca, Sovrani predinastici egizi, pag. 103
  2. ^ Natale Barca, Sovrani predinastici egizi, pag. 102
  3. ^ a b c Natale Barca, Sovrani predinastici egizi, pag. 189
  4. ^ a b c Natale Barca, Prima delle piramidi, pagg. 224 e 225
  5. ^ Toby Wilkinson, L'antico Egitto, pag.27
  6. ^ a b Natale Barca, Sovrani predinastici egizi, pag.193
  7. ^ Toby Wilkinson, L'antico Egitto, pag.26

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Antico Egitto Portale Antico Egitto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antico Egitto