Salverino De Vito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Salverino De Vito

Ministri per gli interventi straordinari nel Mezzogiorno della Repubblica Italiana
Durata mandato 4 agosto 1983 –
27 luglio 1987
Presidente Bettino Craxi
Predecessore Claudio Signorile
Successore Remo Gaspari
sen. Salverino De Vito
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Senato della Repubblica
Salverino De Vito.jpg
Luogo nascita Bisaccia, AV
Data nascita 24 gennaio 1926
Luogo morte Avellino
Data morte 12 dicembre 2010
Professione insegnante
Partito Democrazia Cristiana
Legislatura V, VI, VII, VIII, IX, X, XI
Gruppo DC
Regione Campania
Collegio Sant'Angelo dei Lombardi
Pagina istituzionale

Salverino De Vito (Bisaccia, 24 gennaio 1926Avellino, 12 dicembre 2010) è stato un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ex ministro del Mezzogiorno nel sesto Governo Fanfani, ex presidente della Commissione Bilancio del Senato, ex sindaco di Bisaccia, è noto soprattutto per essere stato l'ideatore della legge 44/86 sull'imprenditoria giovanile.[1]

È stato redattore con Marcello Vittorini della Legge 219/81 sulla difesa dei beni ambientali e culturali.[1]

Non rieletto deputato alle Elezioni politiche italiane del 1994, decise di ritirarsi definitivamente dalla politica attiva.

È morto ad Avellino il 12 dicembre 2010, dopo una breve malattia, a quasi 85 anni.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Irpinia News - Scompare l'ex Ministro Dc Salverono De Vito
  2. ^ la Repubblica - Morto ex Dc Salverino de Vito fece legge imprenditoria giovanile