Sala giochi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il quiz di Raiuno, vedi Sala giochi (programma televisivo).
Veduta interna di una sala giochi a Columbus (Ohio) nel marzo del 2009

La sala giochi è un tipo di locale pubblico con macchine da intrattenimento funzionanti prevalentemente a gettoni o monete, tra cui cabinati arcade, biliardo, calcio balilla, flipper, hockey da tavolo e pesca verticale; in alcuni paesi, compresa l'Italia, si possono trovare anche macchine per il gioco d'azzardo.

L'espressione "sala giochi" fu coniata per la prima volta negli anni trenta del XX secolo per indicare i locali in cui apparvero i primi flipper e macchine chiromanti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le antesignane delle sale giochi risalgono ai primi anni del XX secolo e vedevano come intrattenimento principale le cosiddette bagatelle, piccole biglie con le quali si effettuava un gioco che combinava il flipper al biliardo; le bagatelle subirono una graduale evoluzione durante gli anni trenta, che condusse alla realizzazione di rudimentali prototipi dei flipper moderni.

Verso la fine degli anni settanta, grazie alla nascita e allo sviluppo dei cabinati arcade, le sale giochi si diffusero moltissimo nei centri abitati e nelle strutture turistiche delle principali città americane, europee e asiatiche, tanto da rendere l'industria videoludica un importante riferimento economico per l'epoca.

A partire dai primi anni duemila, in seguito alla modernizzazione e all'avanzamento tecnologico delle console casalinghe, le sale giochi subirono un generale decadimento che portò alla chiusura o al fallimento di molti locali ad esse adibiti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi