Sabine Ginther

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sabine Ginther
Nazionalità Austria Austria
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Discesa libera, supergigante, slalom gigante, slalom speciale, combinata
Squadra Hornbacher SV[1]
Ritirata 1993
Palmarès
Mondiali juniores 6 2 0
Coppa Europa 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Sabine Ginther (Vorderhornbach, 1º gennaio 1970) è un'ex sciatrice alpina austriaca, vincitrice della Coppa Europa nel 1989.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 1987-1990[modifica | modifica wikitesto]

Sciatrice polivalente in attività tra la fine degli anni ottanta e gli inizi del decennio successivo, Sabine Ginther debuttò in campo internazionale in occasione dei Mondiali juniores di Hemsedal/Sälen 1987, dove vinse la medaglia d'oro nella combinata e quella d'argento nella discesa libera. L'anno dopo, nella rassegna iridata giovanile di Madonna di Campiglio, si aggiudicò altre tre medaglie d'oro (nel supergigante, nello slalom gigante e nella combinata) e una d'argento (nella discesa libera).

Ottenne il suo primo piazzamento di rilievo in Coppa del Mondo il 26 novembre 1988 a Schladming, classificandosi 14ª in supergigante; nella stessa stagione conquistò altri due titoli mondiali juniores, vincendo le prove di discesa libera e di supergigante ad Aleyska 1989, e la Coppa Europa 1988-1989, aggiudicandosi anche la classifica di discesa libera.

Stagioni 1991-1993[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 dicembre 1990 salì per la prima volta sul podio in Coppa del Mondo, classificandosi 3ª nella combinata di Morzine; in seguito conseguì il 6º posto nella discesa libera dei Mondiali di Saalbach-Hinterglemm 1991, sua unico piazzamento iridato, e vinse la sua prima gara in Coppa del Mondo, la discesa libera di Lake Louise del 9 marzo. A fine stagione in Coppa del Mondo, dopo aver ottenuto sette podi con due vittorie, risultò 2ª sia nella classifica generale, superata di 117 punti dalla vincitrice Petra Kronberger, sia in quella di discesa libera, battuta da Chantal Bournissen di 18 punti; vinse invece la classifica di combinata, che all'epoca nom prevedeva l'assegnazione di alcun trofeo, a pari merito con Florence Masnada.

Anche nella stagione 1991-1992 s'impose nella classifica di combinata, con 85 punti di vantaggio su Miriam Vogt, mentre in quella generale fu 6ª; i suoi podi quell'anno furono cinque, con quattro vittorie tra le quali l'ultima della sua carriera, nella combinata di Grindelwald del 2 febbraio. Sebbene convocata, non riuscì invece a competere ai XVI Giochi olimpici invernali di Albertville 1992 poiché cadde durante le prove della gara di combinata, rompendosi un vertebra[2][3]. L'ultimo piazzamento della sua attività agonistica fu il 3º posto ottenuto nella discesa libera di Coppa del Mondo disputata il 22 gennaio 1993 a Haus; in seguito si infortunò al ginocchio durante le prove della discesa libera dei Mondiali di Morioka[4] e si ritirò, appena ventitreenne.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali juniores[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 2ª nel 1991
  • Vincitrice della classifica di combinata nel 1991 e nel 1992
  • 13 podi (7 in discesa libera, 1 in supergigante, 1 in slalom speciale, 4 in combinata):
    • 6 vittorie
    • 3 secondi posti
    • 4 terzi posti

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
9 marzo 1991 Lake Louise Canada Canada DH
15 marzo 1991 Vail Stati Uniti Stati Uniti DH
12 gennaio 1992 Schruns Austria Austria KB
12 gennaio 1992 Schruns Austria Austria SL
1º febbraio 1992 Grindelwald Svizzera Svizzera DH
2 febbraio 1992 Grindelwald Svizzera Svizzera KB

Legenda:
DH = discesa libera
SL = slalom speciale
KB = combinata

Coppa Europa[modifica | modifica wikitesto]

Campionati austriaci[modifica | modifica wikitesto]

Campionati austriaci juniores[modifica | modifica wikitesto]

  • 3 medaglie[1]:
    • 2 ori (discesa libera, supergigante nel 1989)
    • 1 bronzo (slalom gigante nel 1987)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (DE) Sabine Ginther, su oesv.at - ÖSV-Siegertafel, Federazione sciistica dell'Austria (Österreichischer Skiverband). URL consultato il 15 ottobre 2015.
  2. ^ (EN) Albertville: Ginther out after bad fall, in The New York Times, 12 febbraio 1992. URL consultato il 15 ottobre 2015.
  3. ^ (EN) Alpine Skiing at the 1992 Albertville Winter Games: Women's Combined, in sports-reference.com. URL consultato il 15 ottobre 2015.
  4. ^ (EN) Skiing: downhill racers struggled in uphill battle with weather, in The New York Times, 15 febbraio 1993. URL consultato il 15 ottobre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]