Ron Cobb

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ronald Cobb, noto come Ron Cobb (Los Angeles, 1937), è un artista, scenografo e disegnatore statunitense.

Appartiene a una categoria di concept artist solitamente definiti "futuristi visuali".

Biografia[modifica | modifica sorgente]

All'età di 18 anni, senza alcuna formazione di base nel campo dell'illustrazione grafica, viene assunto come artista per le animazioni ai Walt Disney Studios di Burbank, California.

In seguito diventa artista emergente per il film d'animazione La bella addormentata nel bosco (1959), l'ultimo film della Disney interamente colorato a mano.

L'anno successivo cui viene arruolato nell'esercito americano. I primi due anni consegna documenti segreti nella zona di San Francisco, e nel 1963 viene spedito in Vietnam come disegnatore per la segnaletica. Una volta congedato, inizia a lavorare come artista freelance e collabora con il Los Angeles Free Press nel 1965, nel quale compaiono giornalmente sue vignette a sfondo politico. La paga è comunque scarsa, e Cobb continua a cercare lavoro altrove. Tra i vari lavori, disegna la copertina dell'album dei Jefferson Airplane, After Bathing at Baxter's, del 1967. Inoltre collabora alla creazione del film cult di fantascienza Dark Star (1974) disegnando l'aspetto esteriore della nave spaziale.

Nel 1972 si trasferisce a Sydney, in Australia. Nel 1975 l'editore indipendente Wild & Woolley pubblica un best of delle sue prime raccolte di vignette nel libro Cobb Book, seguito da Cobb Again del 1978. Le sue più importanti opere saranno raccolte nel libro Colorvision, formato maxi a colori che include gran parte dei suoi lavori per i film Guerre stellari (1977), Alien (1979) e Conan il barbaro (1982), la prima pellicola in cui compare come "production designer".

Collabora inoltre alla produzione artistica di altri film, come Giochi stellari (1984), Leviathan (1989), così come alla concezione visiva di film come Scuola di geni (1985), Ritorno al futuro (1985), Aliens - Scontro finale (1986), The Abyss (1989), Atto di forza (1990), True lies (1994), Il sesto giorno (2000), Come cani e gatti (2001), Southland Tales - Così finisce il mondo (2006) e Garbo, da lui diretto.

Dopo Incontri ravvicinati del terzo tipo, Steven Spielberg offre a Cobb l'opportunità di dirigere un sequel, inizialmente pensato come un thriller oscuro dal titolo Night Skies. Cobb scrive una prima bozza, ma in seguito sorgeranno problemi con gli effetti speciali, che avrebbero richiesto una riscrittura intera del copione.

Nel 1980 Spielberg rielaborerà la bozza di Cobb per Night Skies in una versione più personale, che intitolerà E.T. l'extra-terrestre. In seguito, Cobb riceverà un compenso di partecipazione.

A lui si devono i bizzarri personaggi della "cantina" di Guerre stellari, gli interni ed esterni di Alien e Aliens - Scontro finale, incluso il Dropship, la DeLorean di Ritorno al futuro, le scenografie di Conan il barbaro e Atto di forza, e i props tecnologici de Il sesto giorno e tanti altri film.

Insieme ai colleghi Syd Mead e Chris Foss, può essere considerato tra i più illustri futuristi visuali di sempre.

Produzioni artistiche[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

  • Garbo (1992)

Scenografo[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Artista concettuale[modifica | modifica sorgente]

Direttore effetti visivi[modifica | modifica sorgente]

Disegnatore e fumettista[modifica | modifica sorgente]

  • RCD-25 (Sawyer Press, 1967)
  • Mah Fellow Americans (Sawyer Press, 1968)
  • Raw Sewage (Price Stern, 1971)
  • My Fellow Americans (Price Stern, 1971)
  • Cobb Book (Wild & Woolley, 1975)
  • Cobb Again (Wild & Woolley, 1978)
  • Colorvision (Wild & Woolley, 1981)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 67980683