Riserva naturale delle Sorgenti del Belbo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Riserva naturale delle Sorgenti del Belbo
Sorgenti belbo cartello.jpg
Tipo di areaSito di interesse comunitario
Codice WDPA162018
Class. internaz.IT1160007
StatiItalia Italia
RegioniPiemonte
ProvinceCuneo
ComuniCamerana, Montezemolo, Saliceto
Superficie a terra166,09 ha
Provvedimenti istitutivi1993[1], D.M. 25 marzo 2005
GestoreEnte di gestione delle aree protette delle Alpi Marittime
Sito istituzionale

La Riserva naturale delle Sorgenti del Belbo è un sito di interesse comunitario della Regione Piemonte istituita con Decreto Ministeriale 25 marzo 2005, ai sensi della Direttiva 92/43/CEE (Direttiva Habitat). Comprende un territorio di 166,09 ha ricadente nei territori dei comuni di Montezemolo, Camerana, Saliceto, nella zona dell'Alta Langa.

La flora[modifica | modifica wikitesto]

Il bosco delle querce[modifica | modifica wikitesto]

Le querce della Riserva sono:

Sono anche frequenti il ciliegio selvatico, l'acero campestre, il pioppo tremulo, il ciavardello. Lungo i meandri del torrente Belbo dominano il carpino bianco e l'ontano nero. Nel piano arbustivo sono presenti il ginepro, il biancospino, il prugnolo, il pero selvatico, il ligustro e la fusaggine. In primavera,nel sottobosco, ci sono spettacolari fioriture di anemone dei boschi a cui si accompagnano i mughetti, il sigillo del Salomone e la pulmonaria. Ci si può anche imbattere in due specie particolari: il fior di stecco e il giaggiolo susinario.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: www.parks.it

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]