Pyrus pyraster

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Perastro
Naturdenkmal Wildbirne im Hochsauerlandkreis bei Dreislar (zu Medebach) an einer Nebenstraße von der Ölfestraße.JPG
Pianta di Pyrus pyraster
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Rosidae
Ordine Rosales
Famiglia Rosaceae
Genere Pyrus
Specie P. pyraster
Nomenclatura binomiale
Pyrus pyraster
(L.) Burgsd.[1]

Il perastro o pero selvatico (Pyrus pyraster (L.) Burgsd.[1]) è una pianta appartenente alla famiglia delle Rosacee. Insieme a Pyrus caucasica (syn. P. communis subsp. caucasica) è il progenitore della comune pera coltivata e venduta in Europa (Pyrus communis subsp. communis). Tuttavia è spesso difficile distinguere il perastro dal pero comune. Può anche raggiungere i 150 anni.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La pianta può restare da adulta come un semplice arbusto alto 3-4 m, ma in condizioni idonee riesce a raggiungere lo stadio di un albero che può anche raggiungere i 20 m. I rami diventano spinosi all'apice. Le foglie sono decidue, di forma ovata con margini seghettati. I fiori hanno petali bianchi, con stami uguali alla lunghezza degli stili. La fioritura avviene nella media primavera.

Foglie di Pyrus pyraster
Foglie e tronco di un esemplare di P. pyraster all'interno del parco delle Cascine Firenze

Frutto[modifica | modifica wikitesto]

Il frutto ha forma campaniforme con diametro massimo variabile da 1 a 4 cm, di color giallo-verdastro, a volte con sfumature rosse. Matura nella tarda estate. La polpa è abbastanza dura e astringente, ma risulta sufficientemente dolce se il perastro viene raccolto a uno stadio di piena maturazione, immediatamente dopo la sua caduta a terra.

Reperti ritrovati in siti preistorici indicano che già 35.000 anni fa gli uomini ne mangiavano i frutti.[senza fonte]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il suo areale di origine va dall'Europa Centro-Occidentale al Caucaso. Non si trova in Nord Europa.

Ecofisiologia[modifica | modifica wikitesto]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

L'albero richiede i climi temperato-freschi della sua area nativa, dove si trova sia in pianura che in montagna, talvolta raggiungendo anche i 1400 m più a Sud.

Suolo[modifica | modifica wikitesto]

Come il pero comune, il perastro vegeta sia in terreni acidi e d'impasto leggero quali i bassi versanti alpini sia nei terreni sub-alcalini più prossimi al Mediterraneo, purché ricchi di sostanza organica.

Specie simili[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4522150-9
Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica
  1. ^ a b Pyrus pyraster (L.) Burgsd., dryades.units.it. URL consultato il 5 maggio 2015.