Riserva naturale Pescinello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Riserva naturale Pescinello
Tipo di areaRiserva Naturale Regionale
Codice EUAPEUAP1012
Class. internaz.SIC: IT51A0018
StatiItalia Italia
RegioniToscana Toscana
ProvinceGrosseto Grosseto
ComuniRoccalbegna
Superficie a terra149 ha
Provvedimenti istitutiviD.C.P. 71, 13.05.98 - D.D. 1490, 16.11.98
GestoreProvincia di Grosseto

La Riserva naturale di Pescinello è situata nell'alta valle dell'Albegna, tra il Monte Labbro e il paese di Roccalbegna, sulla sinistra idrografica del Fiume Albegna, e si estende per circa 149 ettari nella parte orientale della Provincia di Grosseto, ad una distanza di circa 35 km in linea d'aria da Grosseto.

La Riserva naturale, insieme a quelle del Monte Labbro a monte e del Bosco di Rocconi a valle, è inclusa nel sito di importanza comunitaria "Monte Labbro e Alta valle dell'Albegna". Una parte del territorio è interessata dal sito di interesse regionale "(SIR) Monte Labbro".

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio è di alta collina, con rilievi come Poggio Crivello e Poggio Cerrino con altezze medie superiori agli 800 m s.l.m. Il clima rientra nel tipo sub-umido, con precipitazioni medie fra i 1.000-1.100 mm. Dal punto di vista fito-climatico, secondo Pavari, la Riserva rientra nel Castanetum.

Il paesaggio della Riserva è caratterizzato da aspre pareti e spuntoni di calcare, pietraie e pascoli sassosi, con piante di grosse dimensioni. Tra le formazioni geologiche calcari vari, compreso il rosso ammonitico, a calcareniti, ad argilliti e a diapri.

Il corso d'acqua principale è rappresentato dal Fiume Albegna.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Gambero di fiume

Il corso del fiume è un ambiente ideale per la puzzola, così come per martin pescatore e merlo acquaiolo, mentre nei corsi d'acqua minori è presente il gambero di fiume e, in piccole pozze d'acqua o abbeveratoi, importanti anfibi come tritoni e ululone appenninico. Tra le specie alcune sono di interesse comunitario (Direttiva CEE 92/43) come 'Triturus cristatus, Bombina variegata, Elaphe quatuorlineata e Salamandrina terdigitata.

È presente inoltre l'istrice, oltre a vari rapaci (biancone, falco pecchiaolo, lodolaio, gheppio, albanella, astore, sparviero e poiana). Si è riscontrata la presenza di mammiferi come il gatto selvatico, la martora, il tasso, e, erratico, il lupo. Altri uccelli riscontrabili sono il gruccione e la ghiandaia marina. Numerosi sono poi i rettili fra cui il biacco, natrix, colubri, vipere e testuggini di Hermann.

Flora[modifica | modifica wikitesto]

La Riserva è caratterizzata dalla presenza di numerosi alberi monumentali debitamente catalogati e, in particolare, aceri, carpini, ornielli, roverelle, tigli, oltre a grandi agrifogli, un sambuco, un melo ed un pero.

La vegetazione principale è costituita da cedui a maggioranza di cerro e roverella con presenze di leccio e, nelle zone più umide a ridosso del fiume, da specie più igrofile come carpino bianco e nero, pioppi, olmo, nocciolo e aceri. È presente una colonia di lecci nella parete rocciosa esposta a sud di Prato Nanzi.

Le coltivazioni agricole si limitano a pascoli e prati-pascoli.

Strutture ricettive[modifica | modifica wikitesto]

Il centro visite "Casa Roccalbegna", che si trova nella località omonima, apparteneva al Consorzio agrario ed è stato acquistato dalla Provincia e completamente ristrutturato, e successivamente dato in gestione alla Pro Loco.

Al suo interno sono stati allestiti sia una sala con ampie vetrate che si affacciano sulla Rocca, che uffici per l'accoglienza dei visitatori e delle scolaresche interessate alla zona del Monte Labbro e dell'Alta Valle dell'Albegna, e in particolare le Riserve provinciali Pescinello e Rocconi. L'edificio è dotato di pannelli fotovoltaici per l'autoproduzione di energia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Davide Melini - Gli alberi monumentali della Riserva Naturale Provinciale "Pescinello" - Proposte per la conservazione. Provincia di Grosseto - Quaderni delle aree protette.
  • Federico Selvi, Paolo Stefanini, Biotopi naturali e aree protette nella Provincia di Grosseto: componenti floristiche e ambienti vegetazionali, "I quaderni delle Aree Protette", Vol. 1, cit. in maremmariservadinatura.provincia.grosseto.it. (fonte)
  • Pietro Giovacchini e Paolo Stefanini - La protezione della natura in Toscana - Siti di Importanza Regionale e fauna vertebrata della Provincia di Grosseto. Provincia di Grosseto - Quaderni delle aree protette.
  • Guido Ceccolini e Anna Cenerini - Parchi e Aree protette della Toscana - Editrice "il mio Amico", 2004.
  • Claudia Cinquemani Dragoni- Il Sacro Nemus di Roccalbegna: La Riserva Naturale del Pescinello".Rivista di Storia e tradizione del territorio "Le Antiche Dogane" genn. 2010 - Aldo Sara Editore.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]