Riserva naturale Pescinello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Riserva naturale Pescinello
Tipo di areaRiserva Naturale Regionale
Codice EUAPEUAP1012
Cod. Natura 2000 IT51A0018
Class. internaz.SIC
StatiItalia Italia
RegioniToscana Toscana
ProvinceGrosseto Grosseto
ComuniRoccalbegna
Superficie a terra149 ha
Provvedimenti istitutiviD.C.P. 71, 13.05.98 - D.D. 1490, 16.11.98
GestoreProvincia di Grosseto

La Riserva naturale di Pescinello è situata nell'alta valle dell'Albegna, tra il Monte Labbro e il paese di Roccalbegna, sulla sinistra idrografica del Fiume Albegna, e si estende per circa 149 ettari nella parte orientale della Provincia di Grosseto, ad una distanza di circa 35 km in linea d'aria da Grosseto.

La Riserva naturale, insieme a quelle del Monte Labbro a monte e del Bosco di Rocconi a valle, è inclusa nel sito di importanza comunitaria "Monte Labbro e Alta valle dell'Albegna". Una parte del territorio è interessata dal sito di interesse regionale "(SIR) Monte Labbro".

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio è di alta collina, con rilievi come Poggio Crivello e Poggio Cerrino con altezze medie superiori agli 800 m s.l.m. Il clima rientra nel tipo sub-umido, con precipitazioni medie fra i 1.000-1.100 mm. Dal punto di vista fito-climatico, secondo Pavari, la Riserva rientra nel Castanetum.

Il paesaggio della Riserva è caratterizzato da aspre pareti e spuntoni di calcare, pietraie e pascoli sassosi, con piante di grosse dimensioni. Tra le formazioni geologiche calcari vari, compreso il rosso ammonitico, a calcareniti, ad argilliti e a diapri.

Il corso d'acqua principale è rappresentato dal Fiume Albegna.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Gambero di fiume

Il corso del fiume è un ambiente ideale per la puzzola, così come per martin pescatore e merlo acquaiolo, mentre nei corsi d'acqua minori è presente il gambero di fiume e, in piccole pozze d'acqua o abbeveratoi, importanti anfibi come tritoni e l'ululone appenninico. Tra le specie alcune sono di interesse comunitario (Direttiva CEE 92/43) come Triturus cristatus, Bombina variegata, Elaphe quatuorlineata e Salamandrina terdigitata.

È presente inoltre l'istrice, oltre a vari rapaci (biancone, falco pecchiaolo, lodolaio, gheppio, albanella, astore, sparviero e poiana). Si è riscontrata la presenza di mammiferi come il gatto selvatico, la martora, il tasso, e, erratico, il lupo. Altri uccelli riscontrabili sono il gruccione e la ghiandaia marina. Numerosi sono poi i rettili fra cui il biacco, natrix, colubri, vipere e testuggini di Hermann.

Flora[modifica | modifica wikitesto]

La Riserva è caratterizzata dalla presenza di numerosi alberi monumentali debitamente catalogati e, in particolare, aceri, carpini, ornielli, roverelle, tigli, oltre a grandi agrifogli, un sambuco, un melo ed un pero.

La vegetazione principale è costituita da cedui a maggioranza di cerro e roverella con presenze di leccio e, nelle zone più umide a ridosso del fiume, da specie più igrofile come carpino bianco e nero, pioppi, olmo, nocciolo e aceri. È presente una colonia di lecci nella parete rocciosa esposta a sud di Prato Nanzi.

Le coltivazioni agricole si limitano a pascoli e prati-pascoli.

Strutture ricettive[modifica | modifica wikitesto]

Il centro visite "Casa Roccalbegna", che si trova nella località omonima, apparteneva al Consorzio agrario ed è stato acquistato dalla Provincia e completamente ristrutturato, e successivamente dato in gestione alla Pro Loco.

Al suo interno sono stati allestiti sia una sala con ampie vetrate che si affacciano sulla Rocca, che uffici per l'accoglienza dei visitatori e delle scolaresche interessate alla zona del Monte Labbro e dell'Alta Valle dell'Albegna, e in particolare le Riserve provinciali Pescinello e Rocconi. L'edificio è dotato di pannelli fotovoltaici per l'autoproduzione di energia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Davide Melini - Gli alberi monumentali della Riserva Naturale Provinciale "Pescinello" - Proposte per la conservazione. Provincia di Grosseto - Quaderni delle aree protette.
  • Federico Selvi, Paolo Stefanini, Biotopi naturali e aree protette nella Provincia di Grosseto: componenti floristiche e ambienti vegetazionali, "I quaderni delle Aree Protette", Vol. 1, cit. in maremmariservadinatura.provincia.grosseto.it. (fonte)
  • Pietro Giovacchini e Paolo Stefanini - La protezione della natura in Toscana - Siti di Importanza Regionale e fauna vertebrata della Provincia di Grosseto. Provincia di Grosseto - Quaderni delle aree protette.
  • Guido Ceccolini e Anna Cenerini - Parchi e Aree protette della Toscana - Editrice "il mio Amico", 2004.
  • Claudia Cinquemani Dragoni- Il Sacro Nemus di Roccalbegna: La Riserva Naturale del Pescinello".Rivista di Storia e tradizione del territorio "Le Antiche Dogane" genn. 2010 - Aldo Sara Editore.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]