Richmond (Texas)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Richmond
city
(EN) City of Richmond
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Texas.svg Texas
ConteaFort Bend
Amministrazione
SindacoEvalyn (Wendt) Moore
Territorio
Coordinate29°34′50.88″N 95°45′47.16″W / 29.5808°N 95.7631°W29.5808; -95.7631 (Richmond)Coordinate: 29°34′50.88″N 95°45′47.16″W / 29.5808°N 95.7631°W29.5808; -95.7631 (Richmond)
Altitudine28 m s.l.m.
Superficie11,09 km²
Abitanti11 679 (2010)
Densità1 053,11 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale77406, 77407, 77469
Prefisso281/346/713/832
Fuso orarioUTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Richmond
Richmond
Richmond – Mappa
Sito istituzionale

Richmond è un comune (city) degli Stati Uniti d'America e capoluogo della contea di Fort Bend nello Stato del Texas. La popolazione era di 11.679 abitanti al censimento del 2010. Fa parte dell'area metropolitana di Houston-The Woodlands-Sugar Land.

Anche se è il capoluogo della contea, che contiene la maggior parte degli uffici governativi locali e il centro storico dell'area, è in realtà una delle città più piccole dell'area. La vicina Sugar Land è la città più grande della contea.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Richmond è situata a 29°34′51″N 95°45′47″W / 29.580833°N 95.763056°W29.580833; -95.763056 (29.580921, -95.763000)[1].

Secondo lo United States Census Bureau, la città ha una superficie totale di 11,09 km², dei quali 10,17 km² di territorio e 0,91 km² di acque interne (8,22% del totale).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio del 1822 un gruppo di dodici o quindici uomini guidati da William W. Little si accampò nelle vicinanze della città attuale e furono presto seguiti da altri membri degli Old Three Hundred di Stephen F. Austin. Un forte in tronchi costruito alla curva del fiume Brazos divenne il nucleo di un insediamento, che divenne noto come Fort Bend, o "Fort Settlement". La comunità fu evacuata nel 1836 durante il Runaway Scrape. Agli inizi del 1837 la città di Richmond fu fondata da Robert Eden Handy e dal suo socio in affari, William Lusk, e già ad aprile i soci stavano pubblicizzando per vendere lotti nella città. Prendendo il nome da Richmond, in Inghilterra, la città fu incorporata per la prima volta dalla Repubblica del Texas nel maggio 1837; a dicembre, quando si formò la contea di Fort Bend, Richmond divenne la sede del governo. Nel gennaio 1839 fu organizzata una chiesa episcopale metodista, e ad aprile iniziò la pubblicazione del primo giornale della città, il settimanale Richmond Telescope and Texas Literary Register. I primi abitanti della città comprendevano alcuni dei più famosi texani del periodo, tra cui Erastus (Deaf) Smith e Jane Long; Mirabeau B. Lamar visse in una piantagione entro i confini attuali della città. Nel 1851 Richmond comprendeva un tribunale in mattoni, due negozi, una sala massonica, la chiesa metodista e la Richmond Male and Female Academy. Un'epidemia di febbre gialla attraversò Richmond nel 1853, ma il suo futuro sembrava assicurato nel 1855, quando la Buffalo Bayou, Brazos and Colorado Railway estese i suoi binari nella città. Nel 1859 la città era un prospero centro di spedizione e mercato per le piantagioni di cotone della zona ed era cresciuta fino a includere un magazzino del cotone e due hotel; era in costruzione anche un edificio in mattoni per altri negozi[2].

Sebbene un certo numero di uomini di Richmond e dell'area circostante si unirono alle compagnie confederate durante la guerra civile americana, e l'economia locale cadde in declino, in altri modi la città stessa rimase in gran parte isolata dal conflitto. Dopo la fine della guerra, molti schiavi emancipati dalle piantagioni circostanti iniziarono a trasferirsi nei dintorni di Richmond; nel 1866 fu fondata a Richmond un'agenzia dell'Esercito federale per la libertà, e nel 1867 vi fu assegnata una compagnia di truppe federali. Alleati con repubblicani bianchi, i neri della zona controllavano la politica locale fino al 1889, quando i bianchi nella zona presero il controllo dopo la guerra di Jaybird-Woodpecker[2].

Prima della guerra civile americana, Richmond divenne un centro dell'"impero del bestiame" che si sviluppò tra i fiumi Brazos e Colorado; i bovini venivano marchiati su gamme appena ad ovest della città prima di essere inviati a nord verso i centri del mercato nel Midwest. Nel 1878 la Gulf, Colorado and Santa Fe Railway estese i suoi binari attraverso l'area ma bypassò Richmond; una nuova comunità rivale chiamata Rosenberg fu costruita sulla ferrovia a tre miglia dalla città vecchia. Nel 1884 vivevano 2.000 persone a Richmond. Nello stesso anno, insieme al tribunale e alle quattro chiese, la città aveva una banca, zuccherifici e raffinerie e sei scuole. Cotone, mais, bestiame, pellicce, zucchero e melassa venivano spediti dalla città. Un ponte di legno sul Brazos fu costruito a Richmond intorno al 1888, e quando crollò cinque anni dopo fu sostituito da una struttura in acciaio più robusta. Tuttavia, in parte a causa della concorrenza di Rosenberg e di altre nuove città che crescevano nella contea in quel periodo, la popolazione di Richmond scese a 1.500 nel 1890 e 1.180 nel 1904. Un enorme alluvione circondò la città nel 1899. L'economia di Richmond rimase dipendente dall'agricoltura fino agli anni 1920, quando iniziò la produzione del petrolio nella contea. Nel 1934 c'erano otto giacimenti di produzione e una miniera di zolfo entro un raggio di otto miglia dalla città. Durante gli anni 1930 i marciapiedi furono estesi attraverso gran parte della città, e fu costruita una grande piscina comunale; i cittadini di Richmond approvarono anche un pacchetto obbligazionario che finanziò una serie di altri miglioramenti civici, tra cui un nuovo municipio, un moderno sistema idrico e nuove attrezzature antincendio. Sebbene la produzione agricola locale abbia sofferto durante la grande depressione, i coltivatori del cotone circostanti sostenevano ancora due grandi sgranatrici di cotone a Richmond, e la città aveva anche un grande impianto di pompaggio che riforniva di acqua le risaie della zona. Nonostante i miglioramenti, un viaggiatore che attraversava la città negli anni 1930 continuava a ritenere che le "belle vecchie residenze di legno bianche di tipo piantagione" di Richmond davano alla città "l'aria del profondo Sud". La popolazione della città passò da 1.273 nel 1920 a 1.432 nel 1930 e 2.026 al 1940. A partire dalla fine degli anni 1940 la gente cominciò a trasferirsi nell'area di Richmond-Rosenberg per recarsi a lavoro a Houston, e la tendenza si intensificò durante e dopo gli anni 1950. Di conseguenza, la popolazione della città crebbe rapidamente, passando da 2.026 nel 1950 a 3.668 nel 1960, a 5.777 nel 1970 e 9.692 nel 1980. Mentre Richmond e Rosenberg crescevano insieme, le città collaboravano sempre più a progetti di sviluppo e pianificazione. Nel 1990 c'erano 9.801 persone che vivevano a Richmond. La popolazione raggiunse i 11.081 abitanti nel 2000. Punti di interesse storico a Richmond includono il Morton Cemetery, la 1883 John Moore Home, il Long-Smith Cottage, il McFarlane Visitors Center, lo storico tribunale della contea, molte case storiche, il Confederate Museum e il Fort Bend Historical Museum[2].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento[3] del 2010, la popolazione era di 11.679 abitanti.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2010, la composizione etnica della città era formata dal 60,56% di bianchi, il 17,99% di afroamericani, lo 0,87% di nativi americani, l'1,04% di asiatici, lo 0,03% di oceanici, il 17,02% di altre razze, e il 2,48% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque razza erano il 55,42% della popolazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Texas Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Texas