Renzo Cavallina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Renzo Cavallina
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Termine carriera 1955 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1940-1941Casalini? (-?)
1941-1943Parma20 (-?)
1945-1946Parma13 (-?)
1946-1947Mantova23 (-?)
1947-1949Parma18 (-3+)
1949-1950Minatori Perticara? (-?)
1950-1951Igea Virtus? (-?)
1951-1953Minatori Perticara? (-?)
1953-1954Ortona? (-?)
1954-1955Faenza? (-?)
Carriera da allenatore
1954-1955Faenza
1961-1962Bianco e Verde.svg Atripalda
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Renzo Cavallina (Ferrara, 9 agosto 19212002) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo portiere.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Esordisce in campionati professionistici nella stagione 1940-1941, durante la quale prende parte al campionato di Serie C con la Casalini Brescia. Nella stagione 1942-1943 gioca invece nel Parma, alternandosi tra i pali con Albano Corradi e Corrado Giovannini; complessivamente fra campionato e Girone Finale gioca 20 delle 29 partite a cui la sua squadra partecipa.

Stolperstein a Parma

Anche dopo la fine della Seconda guerra mondiale continua a vestire la maglia del Parma, con cui nella stagione 1945-1946 gioca 13 partite di campionato su 22 nel campionato misto di Serie B e C Alta Italia, che in quella stagione costituiva il secondo livello del calcio italiano. Nella stagione 1946-1947 veste invece la maglia del Mantova, con cui disputa 23 partite in Serie B; torna quindi al Parma, con cui disputa altri due campionati consecutivi di seconda serie: nella stagione 1947-1948 fa da riserva a Giano Pattini e subisce 3 reti in altrettante presenze, mentre nella stagione 1948-1949 (conclusasi con la retrocessione in Serie C del club ducale) gioca altre 15 partite.

Dopo una stagione in Promozione (il massimo livello dilettantistico dell'epoca) con i Minatori Perticara passa all'igea Virtus, con cui nella stagione 1950-1951 milita in Serie C. Successivamente gioca per altri due anni (il primo in Promozione ed il secondo in IV Serie) con i Minatori Perticara, per poi chiudere la carriera con Ortona e Faenza, con le cui maglie gioca per altri due anni fra Promozione e (con il Faenza) IV Serie.

In carriera ha giocato complessivamente 54 partite in Serie B. Dopo il ritiro ha allenato l'Atripalda nel campionato di Serie D 1961-1962[1].

Scompare nel 2002. In occasione del quindicesimo anniversario della sua morte Parma gli intitola un campo da calcio.[2]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Parma: 1942-1943

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Massimo D'Agostino e Alexandru Palosanu, Almanacco storico della Serie D – Stagione 1961/62, 2013, p. 292.
  2. ^ Intitolato a Renzo Cavallina un campo sportivo al Montanara, su comune.parma.it. URL consultato il 13 marzo 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]