Renato Sandri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Renato Sandri
Renato Sandri VI.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
In carica
LegislaturaIV, V, VI, VII Legislatura
Gruppo
parlamentare
Comunista
CollegioMantova
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politicoPartito Comunista Italiano
Titolo di studioLicenza media superiore
Professionepubblicista

Renato Sandri (Marcaria, 27 luglio 1926Mantova, 13 luglio 2019) è stato un politico, partigiano e saggista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 17 anni raggiunse i Monti Lessini sopra Verona partecipando alla Resistenza meritandosi la medaglia di bronzo al valor militare.[1] Il 25 aprile 1945 era a Milano guardia del corpo di Sandro Pertini. Fu il primo presidente dell'ANPI di Mantova. Dal 1964 al 1980 ha seguito gli eventi dell'America Latina in qualità di membro della sezione esteri del Partito Comunista Italiano. Fu amico personale di Salvador Allende e pochi giorni prima del golpe di Pinochet fu insignito dell'ordine di O'Higgins, massima onorificenza cilena.[1]

Deputato al Parlamento italiano per quattro legislature (1963-1979), è stato anche membro del parlamento europeo dal 1972 al 1979.

Pubblicistica[modifica | modifica wikitesto]

In trent'anni di ricerca ha raccolto una ricca serie di testimonianze sulla Resistenza italiana ed europea.

Ha pubblicato per Einaudi, con Enzo Collotti e Frediano Sessi Il Dizionario della Resistenza" ISBN 88-06-14689-0.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Sandro Mortari, Una lunga vita da partigiano. Addio al compagno Sandri, in Gazzetta di Mantova, 14 luglio 2019, p. 10.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Roberto Borroni, Renato Sandri un italiano comunista, Mantova, Tre Lune, 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN64133836 · ISNI (EN0000 0001 1935 4288 · J9U (ENHE987009960710105171 · WorldCat Identities (ENviaf-64133836