Regola del 6+5

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La regola del 6+5 è stata una proposta avanzata dalla FIFA nel 2008, ma ufficialmente mai approvata.

Panoramica[modifica | modifica wikitesto]

Al meeting di Sydney del 29 e 30 maggio 2008, la FIFA avanzò l'idea con l'obiettivo di restaurare l'identità nazionale nei club con un crescente numero di stranieri.[1] L'argomento era già stato discusso nel 2007, per bocca di Joseph Blatter (all'epoca presidente della FIFA).[2]

Dal punto di vista regolamentare disponeva quanto segue:

  • Al calcio d'inizio ogni squadra deve schierare in campo almeno 6 calciatori della nazione di appartenenza: per esempio, una società di Serie A dovrà schierare 6 o più italiani.[3]
  • Non sono imposte restrizioni riguardo al numero di stranieri, in panchina oppure in rosa, neanche per le sostituzioni: potenzialmente, la formazione può terminare l'incontro con 8 calciatori non nazionali.[4]

Risoluzione adottata dal congresso FIFA[modifica | modifica wikitesto]

Il congresso FIFA[5] , nel corso di tale incontro ha deciso:

  1. il pieno supporto agli obiettivi del "6+5",
  2. su richiesta dei presidenti FIFA e UEFA di continuare a cercare per l'Europa, insieme con il mondo dello sport - protagonisti del calcio, ma anche il CIO - tutti i possibili modi per raggiungere, nei limiti della legge, questi obiettivi.
  3. di dare il mandato al Presidente FIFA, se necessario, di fare passi simili negli altri continenti della Confederazione.[6][7]

Origini del 6+5[modifica | modifica wikitesto]

  1. Le basi del calcio sono l'armonia e l'equilibrio fra le squadre nazionali e le squadre di club.
  2. La perdita delle identità nazionali da parte dei club sta danneggiando le prime e ha portato ad una grande diseguaglianza fra i secondi, accentuata già dal divario economico fra le varie squadre; tutto ciò ha portato ad una riduzione della competitività delle competizioni fra club e ad una maggiore prevedibilità dei loro risultati
  3. La regola salvaguarda
    1. la maturazione e lo sviluppo dei giovani giocatori,
    2. dei club e
    3. i valori della motivazione e dell'impegno nel calcio, particolarmente nei giocatori giovani, fondamentali per la protezione delle nazionali e per la restaurazione dell'equilibrio finanziario fra i vari club.
  4. Lo sviluppo universale del calcio non proseguirà se verranno incrementate le diseguaglianze fra i vari continenti, stati e protagonisti del calcio.

Calendario del 6+5[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto prevedeva un'applicazione graduale della regola:

  1. 4+7 per la stagione 2010-11
  2. 5+6 per la stagione 2011-12
  3. 6+5 per la stagione 2012-13

Reazioni dell'Unione Europea[modifica | modifica wikitesto]

La regola del 6+5 è stata più volte descritta come illegale dall'Unione europea ed è stata rifiutata dal Parlamento Europeo il 9 maggio.[8] La regola viola gli Articoli 48 del Trattato Europeo e del regolamento Bosman.[9] Blatter ha incontrato i rappresentanti delle federazioni europee per spiegare la nuova regola e per garantirgli supporto il 22 luglio 2008.[10]

Ad un convegno informale fra i ministri dello sport europei a Biarritz il 27 e 28 novembre 2008, la FIFA ha ancora cercato supporto per la propria proposta. In una dichiarazione finale i ministri hanno espresso la loro volontà di "incoraggiare le discussioni sulle iniziative portate avanti dalle federazioni internazionali per incoraggiare i club ad utilizzare giocatori del proprio paese, nel rispetto delle norme UE, per rafforzare l'identità nazionale dello sport professionistico."[11]

Mentre la FIFA espresse la propria soddisfazione per il proseguimento dei dialoghi,[12], i commissari UE ribadivano il loro punto, cioè che la regola del 6+5 "è basata su una discriminazione sul piano della nazionalità, e questo va contro i principi dell'UE".[13]

L'istituto indipendente per gli affari europei (INEA) è stato incaricato dalla FIFA di scoprire dove la regola può essere in contrasto con le norme UE.[14] Il 26 febbraio 2009 l'INEA rilasciò una dichiarazione che asseriva la compatibilità della regola del 6+5 con le norme europee.[15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mauro Valeri, Che razza di tifo: dieci anni di razzismo nel calcio italiano, Roma, Donzelli Editore, 2010, p. 202, ISBN 9788860364722.
  2. ^ Alessandro Gnocchi e Mario Palmaro, Il secondo tragico manuale di sopravvivenza per interisti, Casale Monferrato, Edizioni Piemme, 2008, p. 130, ISBN 9788838468285.
  3. ^ Neanche un italiano nella squadra di Moratti, in la Repubblica (Milano), 7 novembre 2007, p. 58.
  4. ^ Andrea Sorrentino, Il boom dei calciatori stranieri Bravi o scarsi, chi li ferma più?, repubblica.it, 11 gennaio 2008.
  5. ^ (EN) FIFA Congress supports objectives of 6+5, FIFA. URL consultato l'11 gennaio 2009.
  6. ^ Calcio, Fifa decide a maggioranza "Non più di 5 stranieri in campo", repubblica.it, 30 magggio 2008.
  7. ^ Fabio Licari, Tetto stranieri: la Fifa dice 5, gazzetta.it, 30 maggio 2008.
  8. ^ (EN) Darren Ennis, stop per Blatter, regola del 6+5 bocciata, The Independent, 8 maggio 2008. URL consultato l'11 agosto 2008.
  9. ^ (EN) Ian Lynam, Proposta del 6+5, worldsportlawreport, 6 dicembre 2006. URL consultato l'11 agosto 2008.
  10. ^ (EN) convegno FIFA e EPFL sul 6+5, FIFA.com, 22 luglio 2008. URL consultato l'11 agosto 2008.
  11. ^ (EN) l'UE non appoggia il 6+5 ma discuterà del piano UEFA, Reuters, 28 novembre 2008. URL consultato il 2 dicembre 2008 (archiviato dall'url originale il 3 gennaio 2009).
  12. ^ (EN) soddisfazione della FIFA per il convegno dei ministri dello sport UE, FIFA, 1º dicembre 2008. URL consultato il 2 dicembre 2008.
  13. ^ (FR) Statement of commissioners Ján Figel and Vladimir Špidla, European Commission, 28 novembre 2008. URL consultato il 2 dicembre 2008.
  14. ^ (EN) Champions League - Regola del 6+5 sotto esame[collegamento interrotto], Eurosport UK, 26 febbraio 2009. URL consultato il 26 febbraio 2009.
  15. ^ (EN) L'opinione degli esperti sulla compatibilità del 6+5 con le leggi europee (PDF), INEA Online, 26 febbraio 2009. URL consultato il 26 febbraio 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) FIFA, fifa.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio