Rally del Friuli e delle Alpi Orientali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un momento dell'edizione 1975 dell'allora Rally delle Alpi Orientali, con la coppia Pregliasco-Sodano su Lancia-Alitalia Beta Coupé.

Il Rally del Friuli Venezia Giulia (noto anche come Rally Alpi Orientali) è un rally automobilistico che si svolge annualmente nell'ultimo weekend di agosto nella regione del Friuli-Venezia Giulia tra le valli dei fiumi Natisone e Torre, toccando le città di Udine, Civdale del Friuli e Gemona del Friuli. In precedenza la gara ha assunto prima la denominazione "Rally Alpi Orientali", poi "Rally del Friuli" e, dal 2013, per rafforzare il legame col territorio ha cambiato nome in Rally del Friuli Venezia Giulia.

Il rally è organizzato dalla Scuderia Friuli ACU in collaborazione con l'ACU, Automobile Club di Udine.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini di questo rally risalgono al 1956, quando l'Automobile Club di Udine organizzò il primo Rallye di Lignano. La gara continuò a svolgersi anche negli anni seguenti e nel 1965, per la sua decima edizione, cambiò il nome in Rallye di Lignano e Gorizia. Per il 1966 fu scelta la nuova denominazione Rally delle Alpi Orientali, considerata come seconda edizione della nuova organizzazione congiunta tra AC Udine e AC Gorizia.

Il rally divenne appuntamento fisso del Campionato Italiano, raggiungendo anche la validità europea ma, a causa del terremoto che colpì gravemente il Friuli, l'edizione del 1976 fu cancellata mentre quella dell'anno seguente fu accorpata al Rally Campagnolo, disputato nel vicentino. La gara ritornò per il 1978 (la famosa edizione dei "bidoni") salvo poi venire soppressa per diversi anni.

Lo storico nome ritornò nel 1987 quando la Scuderia Friuli, organizzatrice del Rally Festival di Majano, aggiunse la denominazione di Coppa Alpi Orientali alla propria gara. L'abbinamento durò fino al 1993 quando il rinato Rally Alpi Orientali tornò ad essere organizzato autonomamente e con una numerazione che considerava tutte le edizioni della gara friulana fin dal 1956.

Nel 1995 al rally moderno venne abbinato il rally storico, denominato Rally Alpi Orientali Historic, che mantiene la propria "indipendenza" dalla gara moderna ed è valida per i campionati italiano ed europeo di categoria.

Le vetture che hanno fatto la storia dei rally sfrecciano lungo le strade friulane. La gara storica vale per i campionati Italiano ed Europeo

È il 2020 invece il primo anno di svolgimento dell’Alpi Orientali Classic, gara di Regolarità Sport che va ad affiancare la versione rallistica della gara.

Tuttavia l'emergenza dovuta al "Covid19" costringe gli organizzatori a rinviare le manifestazioni al 2021.

Nel 2006 il nome divenne Rally del Friuli e delle Alpi Orientali e nel 2013 è stato ulteriormente cambiato nell'attuale "Rally del Friuli Venezia Giulia".

Tra le prove classiche di questo rally ricordiamo la Masarolis, la Matajur, la Subit/Porzus, la Erbezzo e la Trivio. Quest'ultima è caratterizzata da salite, discese, dossi, tornanti e curve lente/veloci e si contraddistingue per il Trivio, un'inversione a U che richiama ogni anno molti appassionati.

Caratteristica principale di queste prove sono gli asfalti molto abrasivi, che uniti alla tecnicità delle prove mettono ogni anno a dura prova vetture ed equipaggi che partecipano sempre numerosi alla gara.

Nel 2019 il rally moderno è stato vinto dall'equipaggio composto da Luca Rossetti ed Eleonora Mori su Citroen C3 R5 mentre il rally storico è stato vinto da Da Zanche a bordo di una Porsche 911 Gr. B.

Il maggior numero di vittorie in questa gara è detenuto da Paolo Andreucci con 4 vittorie davanti a Claudio De Cecco, Sandro Munari, Barbasio, Giandomenico Basso, Luca Rossetti e Renato Travaglia che seguono a quota 3.

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Anno Equipaggio Vettura Nome
1956 Gio Batta De Villa Fiat 600 Rally di Lignano
1957 Giuseppe Pegolini Lancia Aurelia
1958 Luigi Marsaglia Fiat 1100
1959 Giulio Sferella Alfa Romeo Giulia TI
1960 Mario Angiolini NSU Prinz
1961 Giuseppe Pegolini Alfa Romeo Giulietta
1962 Giorgio Superti Alfa Romeo Giulietta SZ
1963
1964 Fabio Rella Alfa Romeo Giulietta
1965 Mario De Villa Lancia Fulvia 2C Berlina Rally di Lignano e Gorizia
1966 Arnaldo Cavallari Alfa Romeo Giulia GTA Rally Alpi Orientali
1967 Sandro Munari - Luciano Lombardini Lancia Fulvia HF
1968 Sandro Munari - Daniele Audetto Lancia Fulvia HF
1969 Sandro Munari - John Davenport Lancia Fulvia HF
1970 Amilcare Ballestrieri - Daniele Audetto Lancia Fulvia HF
1971 Sergio Barbasio - Piero Sodano Lancia Fulvia HF
1972 Sergio Barbasio - Piero Sodano Lancia Fulvia HF
1973 Sergio Barbasio - Gino Macaluso Fiat 124 Abarth
1974 Fulvio Bacchelli - Bruno Scabini Fiat X1/9 Proto
1975 Bobo Cambiaghi - Emanuele Sanfront Fiat 124 Abarth
1976 non disputato
1977 abbinato al Rally Campagnolo
1978 Tony Carello - Maurizio Perissinot Lancia Stratos HF Rally Alpi Orientali
1979-1986 non disputato
1987 "Pau" - Flavio Zanella Lancia Rally 037 Rally Festival di Majano
Coppa Alpi Orientali
1988 Antonillo Zordan - Marco Marchetti Ford Sierra RS Cosworth
1989 "Susy" - Alessandro Billiani Lancia Delta Integrale
1990 Roberto Cimolai - Luigi Vazzoler Lancia Delta Integrale
1991 Renato Travaglia - Emiliano Castioni BMW M3
1992 Franco Savio - Renato Spoletti Ford Sierra Cosworth 4x4
1993 Claudio De Cecco - Giorgio Sincerotto Lancia Delta HF Rally Alpi Orientali
1994 Kurt Göttlicher - Michael Moser Ford Escort RS Cosworth
1995 Raimund Baumschlager - Ernest Loidl Nissan Sunny GTI
1996 Piergiorgio Deila - Claudio Vischioni Peugeot 306 S16
1997 Piergiorgio Deila - Claudio Vischioni Peugeot 306 S16
1998 Andrea Dallavilla - Danilo Fappani Subaru Impreza WRX
1999 Andrea Aghini - Loris Roggia Toyota Corolla WRC
2000 Piero Longhi - Lucio Baggio Toyota Corolla WRC
2001 Renato Travaglia - Flavio Zanella Peugeot 206 WRC
2002 Claudio De Cecco - Alberto Barigelli Subaru Impreza WRC
2003 Claudio De Cecco - Alberto Barigelli Peugeot 206 WRC
2004 Giandomenico Basso - Mitia Dotta Fiat Punto S1600
2005 Piero Longhi - Maurizio Imerito Subaru Impreza STI
2006 Paolo Andreucci - Anna Andreussi Fiat Grande Punto Abarth S2000 Rally del Friuli e Alpi Orientali
2007 Giandomenico Basso - Mitia Dotta Fiat Grande Punto Abarth S2000
2008 Luca Rossetti - Matteo Chiarcossi Peugeot 207 S2000
2009 Renato Travaglia - Lorenzo Granai Peugeot 207 S2000
2010 Paolo Andreucci - Anna Andreussi Peugeot 207 S2000
2011 Luca Rossetti - Matteo Chiarcossi Fiat Grande Punto Abarth S2000
2012 Paolo Porro - Paolo Cargnelutti Ford Focus WRC
2013 Umberto Scandola - Guido D'Amore Škoda Fabia S2000 Rally del Friuli Venezia Giulia
2014 Paolo Andreucci - Anna Andreussi Peugeot 208 T16 R5
2015 Paolo Andreucci - Anna Andreussi Peugeot 208 T16 R5
2016 Giandomenico Basso - Lorenzo Granai Ford Fiesta R5
2017 Stefano Albertini - Danilo Fappani Ford Fiesta RS WRC
2018 Stefano Albertini - Danilo Fappani Ford Fiesta RS WRC
2019 Luca Rossetti - Eleonora Mori Citroën C3 R5
2020 Non disputato causa "Covid19"

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]