Raffaele Di Sipio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raf Di Sipio con Adriano Celentano, in una scena del film Grand Hotel Excelsior

Raffaele Di Sipio, noto anche come Raf Di Sipio (Milano, 1916Milano, 1996), è stato un attore italiano.

Fan di Adriano Celentano sin dagli esordi del cantautore, viene notato dallo stesso nel 1961 quando, alla sua esibizione sul teatro dell'Ariston col brano 24 mila baci, nel corso di un momento di pausa musicale, Di Sipio irruppe in un applauso fragoroso nel bel mezzo del silenzio della sala. Da allora Celentano lo unì al proprio clan.[1]

Nella sua carriera ha lavorato sempre come caratterista nei film con Adriano Celentano. La prima apparizione risale al 1975 con Yuppi du l'ultima al 1985 con Joan Lui - Ma un giorno nel paese arrivo io di lunedì.

È apparso in tutti i film del cantautore dal 1975 in poi tranne che in L'altra metà del cielo (1976), Mani di velluto (1979), La locandiera (1980) e Sing Sing (1983).

La sua ultima apparizione è stata quella in due puntate di Fantastico del 1987-88, ossia l'edizione condotta proprio da Celentano. In alcuni film è accreditato erroneamente come Raffaele Di Sapio

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]