Punta Penia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Punta Penia
Marmolada.jpg
La Punta Penia, vetta più alta della Marmolada (al centro-destra).
Stato Italia Italia
Regione Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
Veneto Veneto
Provincia Trento Trento
Belluno Belluno
Altezza 3 343 m s.l.m.
Catena Alpi
Coordinate 46°26′03.84″N 11°50′58.58″E / 46.4344°N 11.849606°E46.4344; 11.849606Coordinate: 46°26′03.84″N 11°50′58.58″E / 46.4344°N 11.849606°E46.4344; 11.849606
Data prima ascensione 28 settembre 1864
Autore/i prima ascensione Paul Grohmann, Angelo Dimai e Fulgenzio Dimai
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Punta Penia
Punta Penia
Mappa di localizzazione: Alpi
Punta Penia
Dati SOIUSA
Grande Parte Alpi Orientali
Grande Settore Alpi Sud-orientali
Sezione Dolomiti
Sottosezione Dolomiti di Gardena e di Fassa
Supergruppo Dolomiti di Fassa
Gruppo Gruppo della Marmolada
Sottogruppo Massiccio della Marmolada
Codice II/C-31.III-B.9.b

La Punta Penia (3.343 m s.l.m.) è la vetta più alta della Marmolada e di tutte le Dolomiti. Si trova sul confine tra la provincia di Trento (Trentino-Alto Adige) e la provincia di Belluno (Veneto).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La prima salita alla Punta Penia risale al 28 settembre 1864. Il primo salitore fu il viennese Paul Grohmann, il pioniere dell'alpinismo dolomitico, con le guide cortinesi Angelo Dimai e Fulgenzio Dimai, lungo l'attuale via normale o "del ghiacciaio".

Sulla vetta vi è un piccolo rifugio: Capanna Punta Penia.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Montagna Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna