Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Princess Kakyuu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Principessa Kakyuu
Princess kakyuu.jpg
Kakyu nella serie TV
UniversoSailor Moon
Nome orig.火球皇女 (Kakyū ōjo)
Lingua orig.Giapponese
Alter egoSailor Kakyu
AutoreNaoko Takeuchi
StudioToei Animation
EditoreKōdansha
1ª app.1992
1ª app. inNakayoshi
Editori it.
app. it.1995
app. it. in1997
Voce orig.Sakiko Tamagawa
Voce italianaLara Parmiani
Specieumanoide di Kimmonku
SessoFemmina
Luogo di nascitaRegno d'Osmanto, Pianeta Kimonku
Abilità
  • curare i phage[1]
  • Kimonku Royal Fusion Tempest! come Sailor Kakyuu (solo manga)
  • Starlights Royal Straight Flush! come Sailor Kakyuu (solo manga)
AffiliazioneSailor Starlights

Principessa Kakyuu (火球皇女 Kakyū ōjo?) è un personaggio della serie Sailor Moon, che fa la sua comparsa nella saga finale della storia. Il suo nome può essere tradotto come "Palla di fuoco". Nell'adattamento italiano dell'anime, il nome "Kakyuu" è stato omesso, e il personaggio viene chiamato da tutti semplicemente Principessa. Sebbene in originale il titolo di Kakyuu sia in inglese (Princess), viene tradotto in italiano sia nell'anime che nel manga, dove viene chiamata Principessa Kakyuu.

Kakyuu è la prima principessa[2] del pianeta Kinmoku, un pianeta al di fuori del sistema solare inventato dall'autrice Naoko Takeuchi. Viene detto più volte che profuma di ulivo, richiamando anche i fiori degli alberi di osmanto, che sono anche un elemento ricorrente nel suo design. Il pianeta Kinmoku (in giapponese kinmokusei traducibile letteralmente come osmanto d'oro) è anche la patria delle Sailor Starlights, le guerriere guardiane della Principessa, pianeta distrutto da Sailor Galaxia. I dettagli sulla storia della Principessa variano leggermente dall'anime al manga.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In un imprecisato momento prima che la serie Sailor Moon Sailor Stars inizi, il pianeta Kinmoku viene attaccato e distrutto da Sailor Galaxia che non lascia superstiti. Kakyuu una volta arrivata sulla Terra si è rifugiata in un incensiere trovato da una bambina, ChibiChibi. Le Sailor Starlights, la seguono ma poi giunte sulla Terra ne perdono le tracce, e si mettono alla sua disperata ricerca.

Kakyuu non può rivelarsi fino al momento in cui non venne trovata dalle sue Starlights per paura che Galaxia la trovasse, ella infatti non era uscita allo scoperto pur sentendo il messaggio delle sue guerriere (le canzoni). Kakyuu si dirige verso la Terra, perché avverte l'enorme forza di una guerriera (Sailor Moon). Il vero motivo che spinge Kakyuu verso la Terra è la ricerca del Raggio della Speranza. Nel manga, Kakyuu rivela che il suo amore ha perso la vita su Kinmoku durante la lotta, e che è giunta sulla Terra poiché è lì che era diretta Galaxia, poiché sulla Terra vi era il sailor crystal più potente della galassia, il Silver Moon Crystal.

Nel manga, Principessa Kakyuu, accompagna Sailor Moon e le Sailor Starlights sulla Zero Star del Sagittario. Dopo aver assistito alla morte delle Sailor Starlights si trasforma in Sailor Kakyuu, ma viene uccisa da Sailor Chi, e le sue ultime parole sono il desiderio di rinascere in un mondo senza guerra. Nell'anime invece, la principessa Kakyuu viene uccisa da Sailor Galaxia pochissimo tempo dopo essere stata trovata dalle Sailor Starlights. Come tutti i personaggi uccisi nel corso della serie, anche la Principessa Kakyuu ritorna quando Chaos viene sconfitto.

Nell'anime è comune vedere svolazzare attorno a Kakyuu delle farfalle di luce rossa, come se fossero il suo simbolo o una manifestazione del suo potere o della sua aura.

Trasformazioni e aspetti[modifica | modifica wikitesto]

Sailor Kakyuu[modifica | modifica wikitesto]

Solamente nel manga Kakyuu è in grado di trasformarsi in Sailor Kakyuu, presentadosi come "Guerriera guardiana di Kinmoku Star[3]", si trasforma per distruggere i Garden Crystal, un conglomerato di Sailor Crystal raccolti da Shadow Galactica, e combattere contro le Star Gardener, Sailor Chi e Sailor Phi. Con il suo potere riesce a sconfiggere Sailor Phi e ad individuare il punto debole dei fantocci costruiti da Galaxia, ma viene uccisa da Sailor Chi. La sua uniforme, così come i suoi attacchi, ruotano principalmente intorno alla pianta di osmanto. La sua uniforme è infatti unica nel suo genere, e ricorda un bocciolo rosso del fiore dell'osmanto appunto.

Si trasforma con la formula: Kimonku Star Power Make Up, e utilizza due attacchi: il Starlights royal staright flash! e il Kinmoku fusion tempest!.

Attrici e Doppiatrici[modifica | modifica wikitesto]

Doppiata da Sakiko Tamagawa e in italiano da Lara Parmiani.

Nel musical del 2017 e interpretata da Asami Okamura

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Episodio 173
  2. ^ Sailor Moon-la combattente che veste alla marinara, volume 48 1997, edizioni Star Comics
  3. ^ Manga di Sailor Moon, Act 57 nuova edizione, traduzione GP Publishing
Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Anime e manga