Ploumanac'h

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ploumanac'h
frazione
Ploumanac'h – Stemma
Ploumanac'h – Veduta
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneBlason de Bretagne 3d.svg Bretagna
DipartimentoBlason département fr Côtes-d’Armor.svg Côtes-d'Armor
ArrondissementLannion
CantonePerros-Guirec
ComunePerros-Guirec
Territorio
Coordinate48°50′N 3°29′W / 48.833333°N 3.483333°W48.833333; -3.483333 (Ploumanac'h)Coordinate: 48°50′N 3°29′W / 48.833333°N 3.483333°W48.833333; -3.483333 (Ploumanac'h)
Abitanti
Altre informazioni
LingueFrancese
Cod. postale22700
Prefisso+33
Fuso orarioUTC+1
Targa22
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Ploumanac'h
Ploumanac'h
Sito istituzionale

Ploumanac'h (pron. francese: /plumanak/ o /plumana/; pron. bretone: /pluˈmãːnax/) è un piccolo centro portuale francese e una delle più famose località balneari della Costa di Granito Rosa (fr. Côte de Granit Rose; bret. Aod ar Vein Ruz), la celebre costa sulla Manica della Bretagna settentrionale (Francia nord-occidentale). Ex-villaggio di pescatori[1], è – dal punto di vista amministrativo – un ex-comune e ora distretto di Perros-Guirec, comune dell'arrondissement di Lannion, nel dipartimento delle Côtes-d'Armor e nella provincia storica del Trégor.

La località è famosa per la scogliera della Pointe de Squewel (in bretone: Ar Skevell), con il faro (chiamato in lingua bretone Mean ruz, ovvero "pietra rossa") e – soprattutto – le enormi formazioni rocciose in granitorosa”, che – per loro forme, modellate dai venti, dalle piogge e dalle maree – hanno anche assunto nomi particolari come “Castello del diavolo” (Château de Diable), “Cappello di Napoleone” (Chapeau de Napoleon), Silhouette de Saint-Yves, “Il Coniglio”, ecc.[2] È stato eletto il villaggio preferito dai francesi in un concorso indetto nel 2015 dall'emittente France 2.[3]

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Ploumanac'h: la Pointe de Squewel
Le scogliere di Ploumanac’h
Ploumanac'h: altra immagine del faro di Ploumanac'h alla Pointe de Squewel
Ploumanac'h: L'Oratorio di San Guirec (Oratoire de Saint Guirec)

Ploumanac'h si trova nella parte centrale della costa settentrionale della Bretagna, tra le località di Trégastel e Perros-Guirec (sede del comune, a ca. 4 km ad est di Ploumanac'h), altri famosi centri della Costa di Granito Rosa, e a qualche km a nord di Lannion.[4][5]

Oltre che dalle normali strade, Ploumanac'h è unita a Perros-Guirec anche da un sentiero, percorribile solamente a piedi e chiamato Sentier des Douaniers, ovvero “Sentiero dei doganieri”.[6] Il nome fa riferimento al fatto che all'inizio del XIX secolo era un sentiero pattugliato dai doganieri e creato appositamente per controllare pirati e contrabbandieri.

Al largo di Ploumanac'h si trova l'arcipelago delle Sept-Îles.[4][5]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto 1594, il castello di Ploumanac'h entrò in possesso del maresciallo Aumont, che era comandante in Bretagna alle dipendenze di re Enrico IV.[7]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Oratorio di San Guirec[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Oratorio di San Guirec.

Sulla spiaggia di Ploumanac'h si trova l'oratorio di San Guirec, un oratorio dedicato al santo bretone di origine gallese Guirec e realizzato nell'XI o agli inizi del XII secolo oppure nel corso del XIII secolo.[8][9][10]

Cappella di San Guirec[modifica | modifica wikitesto]

Nei pressi dell'oratorio, si trova anche una cappella dedicata sempre a San Guirec e risalente al XIV secolo.[9]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Faro di Ploumanac'h[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Faro di Ploumanac'h.

Altro edificio famoso di Ploumanac'h è il faro, situato nella Pointe du Squewel e costruito nel 1948.[11][12]

Maison du Litoral[modifica | modifica wikitesto]

Un altro edificio d'interesse è la Maison du Litoral , che contiene materiale informativo sulle rocce, la fauna e la flora locali.[13]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ cfr. p. es. A.A.V.V., Bretagna, Dorling Kindersley, London, 2003 - Mondadori, Milano, 2004, p. 95
  2. ^ Patitz, Alex, Guida Marco Polo - Bretagna, trad. italiana a cura di Cinzia Seccamani, Mairs Geographischer Verlag, Ostfildern - Istituto Geografico De Agostini, Novara, 1999
  3. ^ Village préferé des Français. À Ploumanac'h on y croit! su Le Télégramme
  4. ^ a b Bretagna, London - Milano, Dorling Kindersley - Mondadori, 2003-2004, p. 88.
  5. ^ a b (DE) Bretagne Inseln Sept Îles, su Bretagne Tipp. URL consultato il 24 agosto 2019.
  6. ^ Patitz, Alex, op. cit.;
    http://france-for-visitors.com/brittany/perros-guirec-and-ploumanac-h.html
  7. ^ ETYMOLOGIE et HISTOIRE de PERROS-GUIREC su Info.Bretagne
  8. ^ (FR) Oratoire de Saint-Guirec, su Patrimoine.bzh. URL consultato il 6 agosto 2019.
  9. ^ a b (FR) Chapelle et oratoire de Saint-Guirec, su Côtes d'Armor.com. URL consultato il 7 agosto 2019.
  10. ^ (FR) Oratoire de Saint-Guirec, su Pop.culture.gouv.fr. URL consultato il 7 agosto 2019.
  11. ^ Phare de Ploumanac'h[collegamento interrotto] su Patrimoine Régione Bretagne
  12. ^ Phare de Men Ruz Archiviato il 12 novembre 2014 in Internet Archive. su Perros-Guirec.eu
  13. ^ A.A.V.V., Bretagna, op. cit., p. 95

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]