Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Piano Forest - Il piano nella foresta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Piano forest - Il piano nella foresta
Piano Forest.jpg
Il pianoforte abbandonato nella foresta
Titolo originalePiano no Mori (ピアノの森?)
Lingua originalegiapponese
Paese di produzioneGiappone
Anno2007
Durata101 min
Rapporto1.85:1
Genereanimazione
RegiaMasayuki Kojima
SoggettoMakoto Isshiki (manga)
SceneggiaturaRyuta Hourai
ProduttoreMiho Ichii, Rika Tsuruzaki, Tatsuji Yamazaki, Yuichiro Saito
Produttore esecutivoJun'ichi Kitagawa, Takashi Kamikura
Casa di produzioneMadhouse
FotografiaRumi Ishiguro
StoryboardMasayuki Kojima, Nobuo Tomizawa, Toshihiko Masuda, Yuichiro Yano, Yuzo Sato
Art directorKazuki Higashiji, Toshiharu Mizutani
Character designShigeru Fujita
AnimatoriShigeru Fujita
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Piano Forest - Il piano nella foresta (ピアノの森 Piano no Mori?) è un film anime del 2007 diretto da Masayuki Kojima e prodotto dallo studio di animazione giapponese Madhouse. Alla colonna sonora ha collaborato il pianista Vladimir Davidovič Aškenazi.

Il film è stato presentato per la prima volta al di fuori del Giappone il 19 gennaio 2008 al Future Film Festival di Bologna, in versione con audio originale e sottotitoli in italiano; nel 2009 è stato distribuito in Italia per il mercato home video da Kazé.

Piano no Mori
ピアノの森
(Piano no Mori)
Manga
AutoreMakoto Isshiki
EditoreKōdansha
1ª edizione6 agosto 1999

Il film è la trasposizione cinematografica del manga Piano no Mori di Makoto Isshiki, serializzato dal 1998 dall'editore giapponese Kōdansha inizialmente su Young Magazine Uppers (ヤングマガジンアッパーズ?) poi sul settimanale Shūkan Mōningu (週刊モーニング?). La serializzazione del manga è stata irregolare, è stata sospesa nel 2002 ed è ripresa nel 2006. I capitoli del fumetto sono stati raccolti in 22 volumi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Shûhei Amamiya è un ragazzo delle elementari proveniente da una famiglia benestante di musicisti. Si è appena trasferito da Tokyo con la madre in una piccola città per accudire la nonna malata ed ha quindi dovuto cambiare scuola ed amicizie. Suona il pianoforte da quando era molto piccolo per molte ed interminabili ore al giorno, ma non lo fa per divertimento perché si è reso subito conto che il suo destino e la sua missione è di diventare un grande pianista come il padre o forse anche di più: il più grande pianista del Giappone.

Kai Ichinose è invece un ragazzino spensierato sempre pronto ad azzuffarsi con i compagni di classe. Proviene da una famiglia disagiata (sua madre è una prostituta), frequenta saltuariamente la scuola e sembrerebbe che la musica classica fosse l'ultimo dei suoi interessi, ma quando Shûhei lo sente suonare il misterioso grande pianoforte abbandonato nella foresta vicino alla città capisce subito quanto sia grande il talento dell'amico.

Quando il grande maestro di pianoforte Sosuke Ajino rifiuta di seguire Shûhei, ma decide di insegnare a Kai i rudimenti della musica (il ragazzo non sa leggere neppure gli spartiti) per portarlo al concorso pianistico nazionale, Shûhei Amamiya se la prende un po' ma capisce che in fondo la scelta del maestro è quella giusta.

Al concorso pianistico si presenta anche Shûhei: la sua è un'esecuzione perfetta eseguita con estrema perizia, che lo fa arrivare al primo posto. Kai invece, con la sua esecuzione istintiva, geniale e in parte sregolata non riesce neppure a qualificarsi per le finale nazionale. Quando però Kai si congratula sinceramente con l'amico, Shûhei che ha ascoltato rapito la sua incredibile esecuzione, si rende conto con tristezza che nonostante tutta la sua ferrea disciplina e i sacrifici passati e futuri per migliorare la sua tecnica, non sarebbe mai diventato il più grande pianista del Giappone, sarebbe stato sempre inferiore a Kai, per il cui immenso talento forse anche l'intero Giappone sarebbe presto diventato troppo piccolo.

Manga[modifica | modifica wikitesto]

VolumiData di prima pubblicazione
Giapponese
1Volume 16 agosto 1999
ISBN 978-4-06-346030-8
2Volume 26 agosto 1999
ISBN 978-4-06-346031-5
3Volume 38 ottobre, 1999
ISBN 978-4-06-346040-7
4Volume 47 aprile 2000
ISBN 978-4-06-346056-8
5Volume 57 agosto, 2000
ISBN 978-4-06-346067-4
6Volume 67 marzo 2001
ISBN 978-4-06-346097-1
7Volume 77 settembre, 2001
ISBN 978-4-06-346118-3
8Volume 817 maggio 2002
ISBN 978-4-06-346142-8
9Volume 98 novembre 2002
ISBN 978-4-06-346169-5
10Volume 1022 luglio 2005
ISBN 978-4-06-372449-3
11Volume 1122 dicembre 2005
ISBN 978-4-06-372483-7
12Volume 1221 aprile 2006
ISBN 978-4-06-372509-4
13Volume 1322 dicembre 2006
ISBN 978-4-06-372554-4
14Volume 1422 giugno 2007
ISBN 978-4-06-372610-7
15Volume 1523 maggio 2008
ISBN 978-4-06-372675-6
16Volume 1621 agosto 2009
ISBN 978-4-06-372752-4
17Volume 1723 marzo 2010
ISBN 978-4-06-372881-1
18Volume 1823 luglio 2010
ISBN 978-4-06-372917-7
19Volume 1922 novembre, 2010
ISBN 978-4-06-372917-7
20Volume 2023 settembre, 2011
ISBN 978-4-06-372980-1
21Volume 2122 novembre 2011
ISBN 978-4-06-387022-0
22Volume 2223 agosto 2012
ISBN 978-4-06-387099-2

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]