Piani di Bobbio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Piani di Bobbio
stazione sciistica
Piani di Bobbio – Veduta
Panorama dalle piste di sci dei Piani di Bobbio, in primo piano la sciovia Ongania
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Lecco-Stemma.png Lecco
ComuneBarzio-Stemma.png Barzio
Territorio
Coordinate45°57′36.7″N 9°29′32″E / 45.960194°N 9.492222°E45.960194; 9.492222 (Piani di Bobbio)Coordinate: 45°57′36.7″N 9°29′32″E / 45.960194°N 9.492222°E45.960194; 9.492222 (Piani di Bobbio)
Altitudine1 662 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale23816
Prefisso0341
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Piani di Bobbio
Piani di Bobbio

I Piani di Bobbio sono una stazione sciistica della Valsassina, in provincia di Lecco. Nell'Alto Medioevo i terreni erano di proprietà dell'Abbazia di San Colombano di Bobbio, che l'utilizzava per l'alpeggio estivo del proprio bestiame, da cui il nome attuale.

Situati nel territorio del comune di Barzio, si trovano al confine con la provincia di Bergamo; le piste da sci dei Piani di Bobbio e quelle di Valtorta fanno infatti parte di un unico comprensorio sciistico. La zona è inoltre rinomata per i numerosi sentieri, che comprendono anche le vie ferrate sul Gruppo dei Campelli. Qui sorge anche il Santuario della Regina dei Monti e delle Funivie.

Il comprensorio per lo sci[modifica | modifica wikitesto]

La trasformazione sciistica[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni cinquanta i Piani di Bobbio, grazie alla costruzione, prima della seggiovia e poi della più moderna cabinovia proveniente da Barzio, diventano meta di numerosi turisti, soprattutto lecchesi e milanesi, che in inverno salgono ai Piani di Bobbio, per praticare sport invernali. È così che a partire dagli anni cinquanta sorgono i primi moderni impianti di risalita. Grazie alla presenza sempre più massiccia di turisti e sciatori, alla fine degli anni ottanta, si decide di collegare le piste del versante lecchese dei Piani di Bobbio a quelle del versante bergamasco di Valtorta. Si viene a creare così un unico comprensorio sciistico di 35 km di piste e rinnovando, negli anni, la maggior parte degli impianti di risalita. Nel 1998 viene realizzata la prima seggiovia quadriposto.

Nel 2007 viene aperta una seconda seggiovia quadriposto, la Camosci, sostitutiva di due vecchie sciovie "Casari 2000" e "Ausilia". Negli anni seguenti le presenze nella stazione sciistica aumentano notevolmente, e questa si afferma come una tra le maggiori località lombarde. Nel 2010 la vecchia seggiovia di Valtorta viene sostituita con una nuovissima seggiovia quadriposto ad agganciamento automatico. Per la stagione invernale 2014-15 la storica seggiovia monoposto Orscellera (tra le più vecchie dell'intero arco alpino, risalente infatti al 1961) è stata sostituita con un nuovo impianto. La "Nuova Orscellera", è una seggiovia quadriposto con partenza nella zona della stazione a valle della seggiovia Fortino ed arrivo a monte invariato rispetto al vecchio impianto.

I progetti futuri[modifica | modifica wikitesto]

Tra i progetti per i prossimi anni, anche se al momento non si hanno evidenze precise, si ricordano

1) Seggiovia quadriposto "Nava -Bobbio", che dovrebbe servire la parte alta della pista di rientro a Barzio, già in funzione fino agli anni 80-90 poi abbandonata per lo scarso innevamento e per l'interruzione dei lavori per la messa in sicurezza.

2) Seggiovia quadriposto "Megoffi", che consentirebbe di ampliare il comprensorio sciistico con nuove piste ai piedi dello Zuccone Campelli in un'area di particolare bellezza paesaggistica.

Impianti e piste[modifica | modifica wikitesto]

Impianti di risalita attualmente in esercizio[modifica | modifica wikitesto]

  • Cabinovia Barzio-Bobbio, costruita dalla ditta Agamatic nel 1993
  • Seggiovia quadriposto Nuova Orscellera, costruito dalla ditta Doppelmayr nel 2014
  • Skilift Ongania, costruito dalla ditta MEB nel 2005.
  • Seggiovia quadriposto Camosci, costruita dalla ditta Doppelmayr nel 2007
  • Skilift Capanno, costruito dalla ditta Doppelmayr nel 1986
  • Seggiovia quadriposto Fortino, costruita dalla ditta Doppelmayr nel 1998
  • Skilift Chiesetta, costruito dalla ditta Leitner nel 2005
  • Seggiovia quadriposto Ceresola-Bobbio, costruita dalla ditta Doppelmayr nel 2010
  • Tapis roulant Ceresola
  • Tapis roulant BOB 1
  • Tapis roulant BOB 2
  • Tapis roulant SnowPark, a servizio dello Snowpark realizzato nella parte alta della seggiovia Fortino.

Piste di sci alpino[modifica | modifica wikitesto]

Ecco un elenco delle piste di sci alpino del comprensorio sciistico di Barzio-Piani di Bobbio-Valtorta.

Piste servite dalla seggiovia Nuova Orscellera

  • Orscellera 1 (pista rossa)
  • Orscellera Super (pista nera)

Piste servite dallo skilift Ongania (piste rosse)

  • Pesciola
  • Ongania (campo gara)

Piste servite dalla seggiovia Camosci (piste rosse)

  • Campelli (Marmotte)
  • Camosci (variante della Campelli)

Piste servite dallo skilift Capanno

  • Ceresola (parte terminale della Cedrino)
  • Variante pista Cedrino (pista rossa)

Piste servite dalla seggiovia Fortino (piste blu)

  • Baite
  • Fortino (variante della Baite)
  • Skiweg Fortino

Piste servite dallo skilift Chiesetta

  • Chiesetta (pista blu)

Piste servite dalla seggiovia Chiavello

  • Nube Bianca (pista rossa)
  • Tre Signori (pista nera)
  • Cedrino (pista nera)
  • Valtorta
  • Skiweg Chiavello-Piani di Bobbio
  • Variante Tre Signori (prima parte Tre Signori e seconda Nube Bianca) (pista nera)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN241231609
Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia