Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Personaggi de L'Uomo Tigre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: L'Uomo Tigre.

Questa voce elenca i personaggi della serie manga e anime L'Uomo Tigre, di Ikki Kajiwara. Alcuni ricompaiono o vengono solo immaginati attraverso dei flashback in Uomo Tigre II e Tiger Mask W.

Protagonisti[modifica | modifica wikitesto]

Naoto Date[modifica | modifica wikitesto]

L'Uomo Tigre

Naoto Date (伊達 直人 Date Naoto?), ring name Uomo Tigre (タイガーマスク Taigā Masuku?), è il protagonista della serie. È un orfano cresciuto nella Chibikko House. Fuggito dall'orfanatrofio, viene assoldato dall'organizzazione criminale Tana delle Tigri, che addestra wrestler spietati e sanguinari, e sottoposto ad alcuni allenamenti disumani che lo temprano e lo formano come wrestler sleale e malvagio. Decide di usare i suo proventi per opere di bene e di non rispettare la clausola che impone ai wrestler popolari di dare metà dei loro proventi a Tana delle Tigri, venendo perciò bandito dall'organizzazione come traditore e condannato a morte. Prende dunque a gareggiare nella Japan Pro-Wrestling Association, creandosi una sorta d'alter ego, generoso da un lato e spietato dall'altro, mentre Tana delle Tigri gli continua a dare la caccia, inviandogli contro dei wrestler che sono dei veri e propri sicari con il compito di ucciderlo. Dopo aver sconfitto Tana delle Tigri, si sbarazza della sua maschera e muore investito da un autocarro nel tentativo di salvare un bambino che attraversava la strada in bicicletta, morendo così senza che nessuno venga a sapere della sua identità di wrestler. In Uomo Tigre II, la sua morte viene confermata, con la differenza che tutti conoscono la sua vera identità. Al contrario, in Tiger Mask W non è morto. Infatti, non si hanno avuto più sue notizie dalla notte in cui sparì per sempre dalla circolazione a bordo di un aereo con destinazione ignota, dopo essere stato smascherato davanti a tutti nel death match con Tiger the Great. È doppiato in giapponese da Kei Tomiyama, ma sostituito da Katsuji Mori per malattia negli episodi da 31 a 39, e da Noriko Watanabe quando era ragazzo. In italiano è interpretato da Marco Bonetti per i primi 52 episodi e da Oliviero Dinelli per i restanti. Nel film live action del 2013 è interpretato da Eiji Wentz.

Daigo Daimon[modifica | modifica wikitesto]

Daigo Daimon (大門 大吾 Daimon Daigo?), ring name Mister Fudo (ミスター不動 Misutā Fudō?), è un ex membro di Tana delle Tigri, nonché il migliore amico di Naoto, che lo considera quasi come un fratello. Nonostante sia un wrestler di Tana delle Tigri, è di animo buono, infatti non è mai diventato ufficialmente un wrestler, preferendo lavorare nell'organizzazione come allenatore, anche se come wrestler è praticamente allo stesso livello di Naoto. Il loro primo match è in realtà uno scontro: ingaggiato da Tana delle Tigri, combatte Naoto sotto le spoglie di Mister Fudo, un pro-wrestler che indossa la maschera del demone della tradizione buddhista giapponese che rappresenta il fuoco. Dopo aver chiarito tutto, i due ritornano amici come un tempo. Dopo aver tradito Tana delle Tigri per fare fronte comune con Naoto farà vari lavori, inoltre andrà a vivere con Arashi, il quale gli insegnerà il judo migliorando la sua tecnica, poi combatterà insieme all'Uomo Tigre unendosi alla Japan Pro-Wrestling Association. Riuscirà ad uccidere i capi della tana, Big Tiger e Black Tiger, morendo però all'ospedale Seimei per le ferite riportate. Nell'episodio 33 di Tiger Mask W viene solo ricordato attraverso un flashback. È doppiato in giapponese da Kazuya Tatekabe, mentre da Yonehiko Kitagawa nell'episodio 15, e in italiano da Gabriele Carrara e Giovanni Brusatori.

Kentaro Takaoka[modifica | modifica wikitesto]

Kentaro Takaoka (高岡 拳太郎 Takaoka Kentarō?), ring name Yellow Devil (イエロー・デビル Ierō Debiru?, lett. "Diavolo giallo"), è un ragazzo giapponese che a 15 anni decide di fare una scelta: iscriversi a Tana delle Tigri per dare alla madre malata e alla sorellina un futuro migliore. Durante l'addestramento, succede però una disgrazia: la madre muore e Mister X, cogliendo al volo l'occasione, spaccia l'Uomo Tigre per la causa diretta della sua scomparsa. Così il suo odio per Naoto cresce sempre di più fino a volerlo affrontare in uno death match all'ultimo sangue. Alla fine, Naoto riesce a fargli capire chi è il vero cattivo: Mister X. Così diventa un altro inseparabile amico de l'Uomo Tigre. Finirà infortunato nel death match con Tiger the Great, il capo di Tana delle Tigri. È il coprotagonista maschile di Tiger Mask W, ambientato più di quarant'anni dopo, ormai anziano e invalido per tornare a combattere. È doppiato in giapponese da Ryōichi Tanaka, mentre da Osamu Ichikawa quando era ragazzo, e in italiano da Marco Joannucci.

Tana delle Tigri[modifica | modifica wikitesto]

Tana delle Tigri (虎の穴 Tora no ana?, lett. "Foro della tigre") è un'organizzazione criminale specializzata nel raccogliere orfani in tutto il mondo per allenarli a diventare pro-wrestler. Un vero covo di belve, i metodi di addestramento sono brutali e spesso inumani. Il metodo con cui l'organizzazione alleva i propri discepoli è quello della violenza e del combattimento scorretto, e questi, una volta divenuti professionisti, devono versare all'organizzazione il 50% dei propri guadagni, pena l'essere considerati dei traditori e subire la sentenza di morte eseguita sia sul ring, per opera di altri wrestler inviati dalla stessa organizzazione, o in alcuni casi per mano di sicari dell'organizzazione. Il quartier generale si trova in Germania, in cima a un'impervia montagna sulle Alpi meridionali, al confine con la Svizzera. Al vertice si trovano tre amministratori. Nel manga, invece, ne vengono mostrati quattro. Con la morte di Grande Tigre, finirà di esistere. Mister X era morto il giorno prima rimanendo vittima di un suo stesso attentato ai danni di Tiger Mask. Con la morte del promotore e del sovrintendente, gli amministratori si vedono costretti a dichiarare fallimento e chiudere la sede centrale. Nel manga la sorte e il ruolo dell'organizzazione è leggermente differente. Dopo essere stata letteralmente espugnata da Tiger Mask e dagli altri pro-wrestler giapponesi, scompare dalla storia e non viene fatta più menzione di Mister X e dei quattro amministratori, che erano riusciti a fuggire in elicottero.

Mister X[modifica | modifica wikitesto]

Mister X (ミスターX Misutā X?) è il principale antagonista della serie. È un uomo dalla pelle violacea e dall'abbigliamento ricercato: cappello a cilindro, monocolo, smoking elegante, mantello e bastone da passeggio. Lavora per conto di Tana delle Tigri ed è incaricato di ricondurre all'ordine e all'obbedienza i traditori che vi sfuggono e a organizzare tutti gli incontri-espedienti per ucciderli. Non si conosce nulla della sua vita privata se non che è uno spregevole e vigliacco impresario dei lottatori, che cerca sempre di sbarazzarsi dell'Uomo Tigre. Capace di incutere terrore persino ai combattenti più potenti, non esita a servirsi, a volte anche al di fuori degli incontri, di metodi crudeli ed efferati per portare a termine il proprio compito. La sua incombente figura rappresenta per Naoto un incubo costante: solo alla fine della serie (nell'anime e non nel manga) morirà in un incidente stradale, tentando di eliminarlo. È doppiato in giapponese da Hidekatsu Shibata e in italiano da Nino Scardina.

Grande Tigre[modifica | modifica wikitesto]

Grande Tigre (ビッグ・タイガー Big Tiger?), conosciuto anche come Boss (ボス Bosu?) o Mistero Nero (ミラクル3 Miracle 3?), è il capo dell'organizzazione. Fino a qualche anno prima dell'inizio della storia era un fenomenale wrestler che combatteva smascherato, con il ring name di Grande Tigre. Dopo essersi ritirato e aver conquistato un ruolo al vertice del mondo della criminalità legato alla lotta libera, deciderà di ritornare sul ring per affrontare l'Uomo Tigre il giorno dopo la morte di Mister X. In un primo momento veste i panni di Mistero Nero, un lottatore mascherato che riunisce in sé forza, tecnica e abilità nelle scorrettezze. Vince però i suoi incontri sempre in modo pulito ottenendo forti consensi del pubblico e scuotendo la sicurezza dell'Uomo Tigre. Solo quando sarà convinto di aver studiato l'Uomo Tigre a sufficienza e sicuro di batterlo, rivelerà in pieno le sue potenzialità assassine e cambiata la sua calzamaglia nero/viola con una da tigre bianca, riassumerà il suo vecchio nome Grande Tigre e dopo aver ridotto in fin di vita il giovane Ken Takaoka lancerà la sua sfida finale a Naoto. Nello scontro con l'Uomo Tigre, verrà massacrato, appeso al lampadario e infine stritolato dalla caduta di questo e trafitto dalle schegge di vetro.

Nel manga, sebbene compaia Miracle 3, non compaiono né Grande Tigre né il Boss. Infatti, nel manga Miracle non è il capo dell'organizzazione ma ne è solo un emissario, inoltre si tratta di tre lottatori simili in corporatura e con la stessa maschera che, esperti rispettivamente in forza, tecnica e scorrettezze si sostituiscono tra loro lungo l'incontro dando l'impressione che Miracle sia esperto in tutte e tre le tecniche e instancabile. Nell'anime è doppiato in giapponese da Taimei Suzuki e in italiano da Renato Montanari.

Re delle Tigri[modifica | modifica wikitesto]

Re delle Tigri (キング・タイガー Kingu Taigā?) costituisce, insieme a Tigre Nera e Grossa Tigre, il terzetto di dirigenti mascherati della Tana delle Tigri. Viene considerato il lottatore più forte esistente al mondo, poi ritiratosi perché nessun rivale era in grado di tenergli testa. È maestro indiscusso di scorrettezze, pur possedendo un elevato livello di tecnica e un'ottima forza fisica e rapidità. Secondo per doti da lottatore e in gerarchia solo a Grande Tigre, indossa una maschera di tigre con un orecchio strappato, un vestito rosso che gli copre una metà del busto e stivali da lotta neri. Disputa contro l'Uomo Tigre un combattimento sanguinoso, al termine del quale morirà cadendo dal ring e conficcandosi nella schiena su un tavolo spaccato e, prima di morire, rivelerà al suo nemico mortale che altri lottatori sono pronti a ucciderlo. È doppiato in giapponese da Masao Nakasone e in italiano da Diego Michelotti.

Grossa Tigre[modifica | modifica wikitesto]

Grossa Tigre (ビッグ・タイガー Biggu Taigā?) è, insieme a Tigre Nera, uno degli amministratori di Tana delle Tigri. Insieme al compagno erano conosciuti come i più crudeli e sanguinari lottatori in tutta l'Europa e il Nord America. Insieme a Tigre Nera affronta in un tag match l'Uomo Tigre e Mr. Fudo, dando vita a un combattimento molto sleale e sanguinario. Utilizza un filo di metallo temperato per soffocare Naoto e un pugnale borchiato contro Daimon. Con l'Uomo Tigre a terra e Mr. Fudo intrappolato nel ring, i due dirigenti si apprestano a dare loro il colpo di grazia: ma le luci del ring si spengono, Fudo riesce a spostarsi (spezzandosi la gamba) e i due si colpiscono a vicenda con le proprie armi. È doppiato in giapponese da Yonehiko Kitagawa e in italiano da Giorgio Del Bene.

Tigre Nera[modifica | modifica wikitesto]

Tigre Nera (ブラック・タイガー Burakku Taigā?) è, insieme a Grossa Tigre, uno degli amministratori di Tana delle Tigri. La sua potenza si basa sull'agilità, infatti è il più veloce delle tre Tigri. Insieme a Grossa Tigre affronta i traditori dell'organizzazione Naoto e Daimon in un match mortale, che lo vede alla fine soccombere ucciso dal suo stesso compagno. È doppiato in giapponese da Kenji Nakagawa.

Personaggi reali[modifica | modifica wikitesto]

Giant Baba[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Shohei Baba.

Giant Baba (ジャイアント馬場 Jaianto Baba?) è un pro-wrestler che nell'anime spesso fa da spalla all'Uomo Tigre, ed è sempre pronto a dispensare i suoi consigli da buon veterano del wrestling. Partecipa al torneo organizzato da Miter X sotto il nome di Grande Zebra (ザ・グレイト・ゼブラ Za Gureito Zebura?). È doppiato in giapponese da Shingo Kanemoto e in italiano da Bruno Cattaneo.

Antonio Inoki[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Antonio Inoki.

Antonio Inoki (アントニオ猪木 Antonio Inoki?) è un pro-wrestler con un ruolo secondario nella serie. È stato l'unico a sconfiggere l'Uomo Tigre. Dopo questo avvenimento è diventato il migliore amico dell'Uomo Tigre. È doppiato in giapponese da Masako Nakasone, mentre da Yonehiko Kitagawa nell'episodio 31, e in italiano da Renato Montanari.

Saka Sakaguchi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Seiji Sakaguchi.

Seiji Sakaguchi (坂口 征二 Sakaguchi Seiji?) è un pro-wrestler che partecipa ai campionati mondiali insieme all'Uomo Tigre e Inoki, ma viene battuto in semifinale da Bill il quale aveva usato delle scorrettezze per portarsi in vantaggio. È doppiato in giapponese da Kazuya Tatekabe.

Kintaro Ohki[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Kintaro Ohki.

Kintaro Ohki (大木 金太郎 Ōki Kintarō?), noto anche come Kim-il (キム・イル Kimu Iru?), è il rappresentante della Corea del Sud ai campionati asiatici, sviluppa con l'Uomo Tigre una profonda amicizia. Viene attaccato una prima volta da Mister Question perdendo i sensi. Durante i campionati sconfigge Carmen Z e due giorno dopo, sempre nell'anime, affronta, stavolta sul ring, Mister Question subendo una nuova sconfitta senza essere in grado di usare il suo Colpo di Testa Mortale. È doppiato in giapponese da Kōsei Tomita e in italiano da Claudio Trionfi.

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Kenta (健太 Kenta?) è un bambino orfano della Chibikko House. Ha un carattere irruente e ribelle, ed è considerato come il bullo della situazione. Stravede per l'Uomo Tigre e segue tutti i suoi match; non prova invece simpatia per Naoto, anzi lo detesta perché lo considera un figlio di papà. È doppiato in giapponese da Masako Nozawa e in italiano da Marco Joannucci e Gabriella Andreini.
  • Ruriko Wakatsuki (若月 ルリ子 Wakatsuki Ruriko?) è la direttrice dell'orfanotrofio Chibikko House e la sorella minore di Akira. È segretamente innamorata di Naoto. È doppiata in giapponese da Nana Yamaguchi per i primi 77 episodi, sia da ragazza che da adulta, e da Michiko Nomura per i restanti, poiché Yamaguchi era in parto. In italiano è interpretata da Liù Bosisio, Beatrice Margiotti e Gabriella Andreini. Nel film live action del 2013 è interpretata da Natsuna Watanabe.
  • Yoko Takaoka (高岡洋子 Takaoka Yōko?) è la sorella minore di Ken. Nel settimo episodio di Tiger Mask W viene solo ricordata attraverso un flashback. Ha avuto una figlia, Haruna Takaoka, energica e iperattiva. È doppiata in giapponese da Reiko Katsura, Mariko Takigawa negli episodi 34 e 79, Kazuko Sugiyama nell'episodio 86.
  • Toranosuke Arashi (嵐 虎之介 Arashi Toranosuke?), soprannominato Arashi Judan (嵐十段 Arashi Jū-dan?), è un anziano maestro di arti marziali che vive a Kyoto, fondatore dell'Arashi Dojo. Conoscente dell'Uomo Tigre e Daimon, aiuta spesso i due nei momenti bui, e Daimon gli ha rivelato la vera identità dell'Uomo Tigre. Nell'episodio 31 di Tiger Mask W, ambientato più di quarant'anni dopo, viene confermata la sua morte da tanti anni e il suo vero successore come terzo maestro del dojo è Issei Handa. Osamu Umano/Gotoku Arashi era un suo discepolo, ma è un imbroglione che cerca sempre di spillare soldi agli sprovveduti, finché Handa non gli da una lezione sconfiggendolo. È doppiato in giapponese da Yonehiko Kitagawa e in italiano da Carlo Allegrini.
  • Kotaro Wakatsuki (若月光太郎 Wakatsuki Kōtarō?) è il defunto padre di Akira e Ruriko. Aprì per primo la Chibikko House. È doppiato in giapponese da Masao Nakasone. Nel film live action del 2013 è interpretato da Yōichi Nukumizu.
  • Sadamasa Takaoka (高岡貞昌 Takaoka Sadamasa?) è la defunta madre di Kentaro e Yoko. Muore sotto i ferri in ospedale. È doppiata in giapponese da Nana Yamaguchi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]