Per Firenze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Per Firenze
Titolo originale Per Firenze
Lingua originale italiano, inglese
Paese di produzione Italia
Anno 1966
Durata 49 min
Dati tecnici B/N
Genere documentario
Regia Franco Zeffirelli
Soggetto Franco Zeffirelli
Sceneggiatura Franco Zeffirelli
Montaggio Amedeo Giomini
Musiche Roman Vlad
Costumi Anna Anni
Interpreti e personaggi

« Io sono Richard Burton. Voi perdonerete il mio italiano imperfetto, ma vorrei cercare di parlarvi senza traduzione perché quello che è accaduto in Italia e a Firenze mi riguarda profondamente. [...] Adesso Firenze ha bisogno dell'aiuto di tutti, perché Firenze appartiene al mondo, quindi è anche la mia città. »

(Richard Burton)

Per Firenze (il cui titolo viene a volte riportato anche come Alluvione di Firenze) è un film-documentario girato nel 1966 da Franco Zeffirelli e prodotto dalla RAI, nel quale viene illustrata e descritta la situazione della città di Firenze durante l'alluvione del 4 novembre 1966 e nei giorni immediatamente successivi.

La voce narrante del documentario è per buona parte quella non doppiata dell'attore gallese Richard Burton, che in quello stesso periodo partecipava assieme al regista Zeffirelli alle riprese del film La bisbetica domata.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima parte del documentario, uscito un mese esatto dopo gli avvenimenti[1], sono contenute le immagini dell'alluvione e delle conseguenze che essa ha portato nel capoluogo toscano, per poi essere mostrate anche le immediate reazioni dei cittadini e commercianti coinvolti.

Successivamente vengono riportate alcune testimonianze e mostrato il lavoro degli "angeli del fango", vale a dire le numerose persone, provenienti sia da Firenze che da tutto il mondo, che sono accorse per aiutare la città e gli abitanti a ritornare alla normalità ed a recuperare e proteggere le numerose opere d'arte. Fra gli appelli che vengono lanciati verso la fine del documentario vi è anche quello del politico statunitense Edward Kennedy, che richiede l'aiuto da parte di americani e abitanti del mondo intero per soccorrere il capitale umano ed artistico della città di Firenze.

Reazioni e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il documentario, del quale venne realizzata anche una versione in lingua inglese, fece il giro d'Italia e del mondo, dando un importante aiuto per l'ottenimento di numerosi aiuti ufficiali e non da parte di numerosi enti pubblici e privati.

Nel 2006, in occasione del quarantesimo anniversario dall'alluvione, la città di Firenze, per mano del sindaco Leonardo Domenici, ha consegnato a Franco Zeffirelli un riconoscimento ufficiale per aver aiutato il mondo a comprendere lo stato di emergenza della città in quei giorni[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]