Parco nazionale del Semien

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Parco nazionale del Semien
Simien Mountains National Park
On Top of Inatye (Simien Mountains, Ethiopia).JPG
Tipo di area Parco nazionale
Codice WDPA 653
Class. internaz. Categoria IUCN II: parco nazionale
Stato Etiopia Etiopia
Regione Amhara
Superficie a terra 179 km²
Provvedimenti istitutivi 1959
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Etiopia
Parco nazionale del Semien
Parco nazionale del Semien
Sito istituzionale
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Parco Nazionale del Semien
(EN) Simien Mountains National Park
Canis simensis -Simien Mountains, Ethiopia-8.jpg
Tipo Naturale
Criterio vii , x
Pericolo 1996-2017
Riconosciuto dal 1978
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Il parco nazionale del Semien è un'area protetta situata nel nord dell'Etiopia. Con una superficie di 179 km², deve il nome alla parola amarica sämén (ሰሜን), che significa «nord». È noto principalmente per il maestoso paesaggio montano che lo contraddistingue. Il parco spazia in altitudine dai 1900 agli oltre 4500 metri sul livello del mare del Ras Dashen, che, con i suoi 4533 m, è la vetta più alta dell'Etiopia e la settima di tutto il continente africano. Il parco è stato istituito per garantire protezione a varie specie di animali endemiche e, in alcuni casi, minacciate di estinzione. Tra queste figurano il corvo imperiale beccogrosso, lo stambecco del Semien (o walia), il lupo etiope e il gelada.

Altri mammiferi qui rappresentati sono l'amadriade, il guereza, il leopardo, il caracal, la iena maculata, il tragelafo striato, la silvicapra e il saltarupe. Tra le specie di uccelli sono particolarmente degne di nota il gipeto, l'aquila di Verreaux, il lanario e la poiana augur[1].

Il parco nazionale, istituito nel 1959, è stato uno dei primi siti ad essere stati dichiarati patrimonio dell'umanità dall'UNESCO nel 1978[1]. A partire dal 1996 è stato inserito sulla lista dei patrimoni dell'umanità in pericolo, a causa della continua diminuzione del numero di esemplari di stambecco del Semien e del grande afflusso di persone che si sono stabilite all'interno del parco. L'Amministrazione del parco nazionale, tuttavia, ha assicurato che la situazione si è ormai invertita e che sono in atto progetti volti a garantire fonti di sussistenza alla popolazione locale che non arrechino danno all'ambiente. Nel 2017, il Comitato per il Patrimonio Mondiale ha deciso di togliere il parco nazionale dalla lista rossa[2].

Tra il 1967 e il 1969 ha operato all'interno del parco il celebre scrittore C. W. Nicol.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Simien National Park, su UNESCO World Heritage Centre. URL consultato il 31 maggio 2017.
  2. ^ (EN) Ethiopian World Heritage site, Simien National Park no longer in danger, whc.unesco.org, 4 luglio 2017. URL consultato il 7 luglio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN241891100 · GND: (DE4815227-4