Ophelia (film 2018)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ofelia - Amore e morte
OpheliaMovie.png
Ofelia (Daisy Ridley) in una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneRegno Unito, Stati Uniti d'America
Anno2018
Durata114 min
Rapporto2,39 : 1
Generedrammatico, sentimentale
RegiaClaire McCarthy
SoggettoLisa Klein (romanzo)
SceneggiaturaSemi Chellas
ProduttoreDaniel Bobker, Sarah Curtis, Ehren Kruger, Paul Hanson
Produttore esecutivoSasha Shapiro, Anton Lessine, Elissa Friedman, Beth Marcus, Mathew Hart
Casa di produzioneBobker/Kruger Films, Forthcoming Films
FotografiaDenson Baker
MontaggioLuke Dunkley
MusicheSteven Price
ScenografiaDave Warren
CostumiMassimo Cantini Parrini
TruccoAlessandro Bertolazzi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Ofelia - Amore e morte (Ophelia) è un film del 2018 diretto da Claire McCarthy con protagonista Daisy Ridley.

Basato sull'omonimo romanzo di Lisa Klein, è una rilettura dell'Amleto di William Shakespeare dal punto di vista del personaggio di Ofelia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel Castello di Elsinore, in Danimarca, la giovane Ofelia è la dama di compagnia favorita della regina Gertrude, sebbene non abbia origini nobili in quanto suo padre, Polonio, è un semplice consigliere.

Quando il principe Amleto ritorna al castello, egli inizia a corteggiare Ofelia ma senza troppo successo: il ritorno ai suoi studi gli impedisce quindi di iniziare una relazione con lei. Nel frattempo, Claudio, fratello del re, seduce Gertrude davanti agli occhi di Ofelia, la quale viene inviata dalla regina stessa a recuperare per lei un tonico speciale da una donna, Matilde, che vive isolata nella foresta. La sera stessa Ofelia si trova ad assistere ad una furiosa lite tra il re e la regina, ma una volta raggiunte le mura, invece di trovarvi la regina, crede di aver visto un fantasma.

Il mattino seguente il re viene trovato morto e si ipotizza a causa del morso di un serpente. Claudio gli succede al trono sposando Gertrude, mentre il giovane Amleto, rientrato infuriato a casa, si rifiuta di accettare la posizione dello zio e inizia a sospettare un complotto nei suoi confronti. Il principe trova conforto nella compagnia di Ofelia, nonostante le voci di palazzo e le raccomandazioni del fratello di lei Laerte. Una sera, Ofelia rivela ad Amleto i suoi sospetti riguardo alla regina e in gran segreto i due decidono di sposarsi nel giro di pochi giorni. La mattina dopo il matrimonio segreto, Ofelia scopre che il fantasma che aveva visto sulle mura era Claudio, il quale a sua volta scopre il matrimonio del nipote e decide di sfruttare la cosa a suo vantaggio per verificare se Amleto sia folle o stia recitando.

Quella sera, il principe inscena uno spettacolo che ricalca l'uccisione di suo padre, scatenando l'ira di Claudio il quale lo accusa di tradimento, così come Gertrude accusa Ofelia di aver allontanato suo figlio da lei.

Il padre di Ofelia, Polonio, muore, ucciso accidentalmente da Amleto, il quale lo aveva scambiato per Claudio, e una devastata Ofelia scopre che il suo amato è stato segretamente esiliato in Inghilterra e lei è stata promessa in sposa ad una delle guardie del re. Nel frattempo, Learte è rientrato dalla Francia e chiede vendetta in duello contro Amleto. La scoperta che Claudio ha pianificato l'uccisione di Amleto fa fuggire Ofelia, che finge prima di essere impazzita a corte e poi di essere annegata. Quando Orazio riesce a farla uscire dalla bara, la ragazza si rende conto di aver preso troppo veleno per fingersi morta, e solo Matilde ha l'antidoto. Prima di separarsi, i due vedono il passaggio di soldati stranieri diretti verso il castello. Ofelia raggiunge quindi la casa nella foresta dove viene curata dalla donna. Al suo risveglio, Ofelia incontra Gertrude, che le permette di rientrare a palazzo per poter dire addio ad Amleto. Quest'ultimo affronta in duello Learte, ma la spada del suo avversario è avvelenata ed entrambi muoiono. Scoperta la sua colpevolezza, Gertrude impazzisce di dolore e trafigge re Claudio al cuore, prima di avvelenarsi una volta che i soldati norvegesi hanno preso possesso del castello, spirando tra le braccia di Matilde, sua sorella.

Il film si conclude con Ofelia, che vive serenamente il suo esilio con la figlia avuta da Amleto.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate nell'aprile del 2017 e si sono concluse nel luglio dello stesso anno.[1][2] Si sono svolte interamente in Repubblica Ceca, in location storiche come il castello di Křivoklát e il borgo medioevale di Kutná Hora, e in ambienti d'epoca ricostruiti all'interno dei Barrandov Studios a Praga.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima il 22 gennaio 2018 al Sundance Film Festival.[3] Verrà distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi da IFC Films a partire dal 28 giugno 2019.[4][5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Daisy Ridley photo from ‘Ophelia’, su comingsoon.net, 22 maggio 2017. URL consultato il 23 maggio 2017.
  2. ^ a b (EN) Will Tizard, Czech locations, stages give ‘Hamlet’ reimagining ‘Ophelia’ a medieval look, su Variety, 27 luglio 2017. URL consultato il 7 maggio 2019.
  3. ^ (EN) David Edelstein, Daisy Ridley’s ‘Ophelia’ is a juicy, crowd-pleasing Shakespeare revamp, su vulture.com, 23 gennaio 2018. URL consultato il 7 maggio 2019.
  4. ^ (EN) Mike Fleming Jr., ‘Ophelia’ with ‘Star Wars’ Daisy Ridley set at IFC, su deadline.com, 9 febbraio 2019. URL consultato il 9 febbraio 2019.
  5. ^ (EN) Brian Truitt, See Daisy Ridley swap 'Star Wars' for Shakespeare in exclusive 'Ophelia' trailer, su USA Today, 29 aprile 2019. URL consultato il 29 aprile 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]