Onagraceae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Onagracee
Epilobum augustifolium Aug2003.jpg
Fiori di Epilobium angustifolium
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Myrtales
Famiglia Onagraceae
Juss., 1789
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiospermae
(clade) Eudicotiledoni
Ordine Myrtales
Famiglia Onagraceae
Generi

Sono indicati con un asterisco
i generi spontanei nella flora italiana

Le Onagracee (Onagraceae Juss., 1789) sono una famiglia di piante Angiosperme Dicotiledoni, ad habitus prevalentemente arbustivo ed erbaceo (qualche genere non italiano è arboreo), diffuse in tutti i continenti e in tutti i tipi di clima.
La famiglia comprende una ventina di generi e circa 640 specie di cui alcune (es. Fuchsia) sono belle piante coltivate. La famiglia prende il nome dal genere Onagra (oggi noto come Oenothera), descritto nel 1836 da John Lindley.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

I fiori sono ermafroditi, per lo più con 4 sepali e 4 petali, gli stami sono 8. L'ovario, infero, è formato da 4 carpelli. I frutti sono vari. I semi sono piccoli e in alcuni generi (es. Epilobium) presentano dei peli che aiutano la dispersione ad opera del vento.

Le foglie sono opposte o spiralate, nella maggior parte dei generi semplici e di forma lanceolata. L'impollinazione è entomogama.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]