Omar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Omar (disambigua).

Omar è un nome proprio di persona italiano maschile[1][2][3].

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una ripresa dell'arabo عمر (Omar, o più propriamente ʿUmar): è basato sul sostantivo عمر ('umr), che vuol dire "vita", "fioritura"[2][4][5] (da una radice comune al nome Ammar), quindi il suo significato è interpretabile come "fiorente", "prosperoso", "popoloso", "pieno di vita", "grande"[2][3][5], simile a quello dei nomi Prospero e Fiorenzo. Alcune fonti lo riconducono invece al verbo amara ("edificare"), col senso di "costrutture"[6].

Va notato che אוֹמָר (Omar) è anche un nome ebraico, portato nell'Antico Testamento da uno dei figli di Elifaz (primogenito di Esaù, Gn36:11,15), che talvolta viene ricondotto alla stessa radice semitica[4], talaltra viene interpretato come "colui che parla", "eloquente"[7][8]. Inoltre, successivamente, Omar si è confuso anche con i nomi Omero[4] e Audomaro[6][4].

Particolarmente diffuso nel mondo arabo, il nome è stato portato da ʿUmar ibn al-Khaṭṭāb, uno dei compagni di Maometto, che divenne il secondo califfo islamico ed è considerato uno dei fondatori dello stato musulmano[2]. Altra figura celebre con questo nome fu ʿUmar Khayyām, uno dei maggiori matematici, astronomi e poeti dell'epoca medievale[9].

L'entrata di questo nome nell'onomastica italiana è dovuta a diversi fattori: in parte si tratta di una moda esotica, ma sono da considerare anche ragioni storiche, letterarie, teatrali e cinematografiche[1]; importante in tal senso la fama del già citato ʿUmar Khayyām[3] (a cui peraltro si deve anche parte dell'utilizzo del nome nei paesi anglofoni[9]), ma vanno ricordati anche il protagonista di un romanzo cavalleresco inserito ne Le mille e una notte[1] e personaggi dello spettacolo come l'attore egiziano Omar Sharif e il calciatore argentino Omar Sívori (che fra gli anni Cinquanta e Sessanta godette di larga popolarità nel Bel Paese)[3]. Il nome viene comunque considerato raro[3], e secondo dati raccolti neglli anni Settanta, era diffuso principalmente al Centro-Nord, specie in Emilia-Romagna[1].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

Il nome è adespota, cioè non è portato da alcun santo. L'onomastico quindi si festeggia il giorno di Ognissanti, che è il 1º novembre.

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Persone di nome Omar.

Variante Oumar[modifica | modifica wikitesto]

Variante Ömer[modifica | modifica wikitesto]

Variante ʿUmar[modifica | modifica wikitesto]

Variante Umar[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d De Felice, p. 51.
  2. ^ a b c d e f g h i (EN) Umar, su Behind the Name. URL consultato il 13 dicembre 2019.
  3. ^ a b c d e La Stella T., p. 275.
  4. ^ a b c d e f Sheard, p. 433.
  5. ^ a b c Ahmed, p. 214.
  6. ^ a b c d e Albaigès i Olivart, p. 191.
  7. ^ (EN) Omar (2), su Behind the Name. URL consultato il 13 dicembre 2019.
  8. ^ Holman References, p. 264.
  9. ^ a b (EN) Omar (1), su Behind the Name. URL consultato il 13 dicembre 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi