Oleksandr Sidorenko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Oleksandr Sidorenko
RIAN archive 487096 Alexander Sidorenko, USSR Merited Master of Sports.jpg
Nazionalità URSS URSS
Nuoto Swimming pictogram.svg
Specialità 200m misti, 400m misti
Palmarès
URSS URSS
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Mosca 1980 400m misti
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Bronzo Berlino 1978 200m m
Oro Guayaquil 1982 200m m
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Bronzo Jönköping 1977 200m m
Oro Spalato 1981 200m m
Statistiche aggiornate al 4 agosto 2015

Oleksandr Oleksandrovyč Sidorenko, noto anche come Aleksandr Sidorenko (in ucraino: Олександр Олександрович Сидоренко?; Mariupol, 27 maggio 1960) è un ex nuotatore sovietico, specializzato nei misti, e vincitore della medaglia d'oro nei 400 m misti alle Olimpiadi di Mosca.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Ucraina, vinse la prima medaglia (di bronzo) in un'importante manifestazione agli europei in Svezia nel 1977 sui 200m misti, confermandosi al terzo posto l'anno successivo ai mondiali di Berlino. A Mosca 1980 il programma dei misti prevede solo la gara dei 400 metri, dove la lotta già dall'inizio pare essere ristretta a Sidorenko e all'altro sovietico, Sergej Fesenko, già vincitore due giorni prima dei 200 farfalla. Dopo una grande partenza di quest'ultimo nel "suo" stile, Sidorenko recupera a dorso e a rana accumula un vantaggio incolmabile per la pur veemente rimonta di Fesenko. Sidorenko chiude col record olimpico in 4:22.89, superando di poco più di mezzo secondo il compagno di squadra.

Nel 1981 e 1982 Sidorenko vince i 200m misti agli europei davanti a un giovane Giovanni Franceschi, e l'anno successivo si ripete ai mondiali, prima di chiudere la carriera con la medaglia d'argento alle Universiadi del 1983 di Edmonton, alle spalle dell'astro nascente della specialità, il canadese Alex Baumann.

Il 9 luglio del 1978 Sidorenko aveva anche battuto il record del mondo dei 200 misti, col tempo di 2'05"24, tuttavia tale primato durò meno di un mese, perché all'inizio di agosto lo statunitense Steve Lundquist lo batté di quasi un secondo.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]