Oderah Anosike

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oderah Anosike
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nigeria Nigeria
Altezza 203 cm
Peso 109 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Centro
Squadra Brindisi
Carriera
Giovanili
2009-2013 Siena Saints
Squadre di club
2013-2014 V.L. Pesaro 30 (432)
2014 Strasburgo 6 (27)
2014-2015 Scandone Avellino 30 (344)
2015 Saski Baskonia
2015 AEK Atene
2016- Brindisi 0 (0)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 6 giugno 2015

Oderah "O.D." Anosike (New York, 3 gennaio 1991) è un cestista statunitense con cittadinanza nigeriana, figlio di genitori nigeriani[1]. La sorella Nicky è anch'essa cestista, attualmente nella WNBA.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Di ruolo centro, Anosike ha disputato 4 stagioni a livello di college con la maglia dei Saints di Siena College. Ha chiuso le ultime due stagioni in testa alla classifica dei rimbalzisti offensivi, difensivi e totali in Metro Atlantic Athletic Conference, e figurando ai vertici anche di quelle assolute NCAA.

Chiusa la carriera universitaria, si è trasferito in Serie A con la maglia della Victoria Libertas Pesaro.

Deve il suo soprannome "O.D." al periodo della scuola d'infanzia: poiché i suoi amici non riuscivano a pronunciare al meglio il nome Oderah, si limitavano alle prime due lettere del nome stesso[1].

Il 15 luglio 2014 viene ufficializzato il passaggio alla Felice Scandone Basket Avellino[2].

Il 24 Agosto 2015 firma in Spagna con Saski Baskonia[3].

Il 10 Ottobre firma 2015 in Grecia con l'AEK Atene [4].

Il 7 Gennaio 2016 torna in Italia firmando con l' Enel Brindisi[5] .

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Jack Styczynski, Siena Rebounder Jumps Out of a Shadow, in The New York Times, 21 febbraio 2012. URL consultato il 16 novembre 2013.
  2. ^ Oderah Anosike è il nuovo centro della Sidigas Avellino, su legabasket.it.
  3. ^ O.D. Anosike firma al Laboral Kutxa, su Sportando.
  4. ^ O.D. Anosike lascia il Baskonia, il lungo verso l'AEK Atene, su Sportando.
  5. ^ Brindisi firma O.D.Anosike, su Sportando.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]